Caratteristiche generali dei Semi di Girasole

Il Girasole (Helianthus annus) è una pianta erbacea annuale appartenente alla famiglia delle Asteraceae.

Questa è caratterizzata da una grande infiorescenza posta in cima ad un fusto che può raggiungere anche due metri di altezza mentre la sua crescita è favorita principalmente da terreni umidi, calcarei e ben drenati.

Il Girasole è una pianta originaria delle aree del Nord e del Sud-America, territori dove si diffuse notevolmente tanto da diventare un'importante risorsa commerciale distribuita ad oggi in tutto il mondo. La crescita del Girasole è favorita principalmente da terreni umidi, calcarei e ben drenati.

Ogni infiorescenza è costituita da una serie di fiori ermafroditi che compongono il raggio e da altri, bisessuali, disposti invece nel disco centrale. Una volta che i fiori del disco raggiungono una completa maturazione divengono frutti acheni dalla forma oblunga che possono presentare misure (si dividono in corti, medi e lunghi) e colori diversi che vanno dal bianco al nerastro passando per le varie gradazioni di grigio e di giallo paglierino, comunemente conosciuti con il nome di “semi di Girasole”.

Questi semi misurano circa da 6 a 10 mm in lunghezza, al gusto si presentano dolci, croccanti e si dimostrano un'ottima fonte di acidi grassi essenziali, vitamine e minerali. I semi di girasole sono notoriamente impiegati anche per la produzione di olio ad uso alimentare ampiamente consumato e commercializzato su scala mondiale.

 Proprietà e benefici dei Semi di Girasole

I semi di girasole sono una fonte eccellente di molte sostanze nutrienti  tra cui la vitamina E, un potente antiossidante che lavora duramente per contrastare i segni del tempo provocati dai radicali liberi, contribuendo inoltre a ridurre il rischio di cancro ai polmoni e tumore al seno.

Questi prodotti sono in grado di rafforzare l'apparato cardiovascolare grazie alla loro capacità di ridurre il colesterolo "cattivo" LDL presente nel sangue e per di più aiutano ad evitare l'insorgere di problematiche come l'ipertensione, abbassando la pressione sanguigna.

Tuttavia, nonostante sia un prodotto in grado di apportare numerosi benefici al nostro organismo, è consigliato consumarlo in dosi non eccessive dal momento che possiede un elevato contenuto di calorie.

Valori nutrizionali per 100 g di Semi di Girasole
Parte edibile 100%
Valore energetico 584 Kcal
Acqua 4,73 g
Carboidrati 20 g
Fibre 8,6 g
Grassi totali 51,46 g
Zuccheri 2,62 g
Grassi saturi 4,45 g
Acidi grassi monoinsaturi 18,52 g
Acidi grassi polinsaturi 23,13 g
Proteine 20,78 g
Colesterolo 0 mg
Calcio 78 mg
Ferro 5,25 mg
Fosforo 660 mg
Potassio 645 mg
Sodio 9 mg
Zinco 5 mg
Retinolo, vitamina A 3 RAE
Vitamina E, alfa-tocoferolo 33,23 mg
Vitamina C, acido ascorbico 1,4 mg
Tiamina, vitamina B1 1,48 mg
Riboflavina, vitamina B2 0,35 mg
Alcool 0 g
Niacina, vitamina B3 o PP 8,33 mg
Acido Pantotenico, vitamina B5 1,13 mg
Piridossina, vitamina B6 1,34 mg
Folati 227 mcg

 Semi di Girasole: un aiuto per prevenire il cancro

I semi di Girasole garantiscono anche molti altri effetti positivi come ad esempio la prevenzione del cancro, alleviando anche mal di testa, crampi muscolari e migliorando la salute della pelle.

L'elevato contenuto di selenio, un'importante antiossidante presente nei semi di girasole, può ulteriormente aiutare a prevenire la nascita di tumori al seno.

Recentemente alcuni studi hanno dimostrato che il selenio può rendersi un agente efficace per quanto concerne la riparazione del DNA e non solo, esso esibisce anche proprietà disintossicanti consentendo l'eliminazione delle cellule dannose, rigenerando altresì quelle danneggiate, aiutando infine il corpo ad arrestare la proliferazione delle cellule tumorali.

 Evitare i problemi di tiroide con i Semi di Girasole

Una delle principali cause dei disturbi della tiroide, tra cui l'ipotiroidismo e l'ipertiroidismo, è la carenza di selenio, di cui i semi di girasole ne sono saturi.

La tiroide è la ghiandola in grado di regolare la temperatura corporea, la frequenza cardiaca, la produzione di proteine e di controllare la velocità del nostro metabolismo; un disturbo della tiroide può dunque presentarsi attraverso diversi sintomi come aumento di peso, stanchezza, innalzamento della temperatura corporea, ecc, e può di conseguenza essere difficile da diagnosticare correttamente senza un esame del sangue o delle urine.

Una delle chiavi per controllare i disturbi della tiroide in maniera naturale, senza l'uso di farmaci, è quello di includere all'interno della dieta una quantità maggiore di selenio e iodio. Per tali motivi il consumo quotidiano dei semi di Girasole può favorire il corretto funzionamento della tiroide.

 Contrastare l'osteoporosi, i crampi muscolari e la perdita di tessuto osseo con i Semi di Girasole

I semi di girasole forniscono una quantità elevata di magnesio che svolge molti ruoli importanti per il nostro organismo: aiuta a bilanciare il rapporto tra calcio e potassio all'interno delle cellule, migliora la pressione sanguigna ed è fondamentale per la salute del sistema cardiovascolare.

Questo è anche in grado di mantenere la struttura scheletrica sana aiutando a mantenere le ossa sane e a prevenire l'osteoporosi rappresentando un prezioso sostegno per quanto concerne la calcificazione ossea nonché la coagulazione del sangue. Il magnesio, oltre a ciò, aiuta a ridurre mal di testa cronici ed emicrania, costipazione, stanchezza persistente e sintomi associati a disturbi dell'umore come la depressione e l'ansia.

I semi di girasole costituiscono un'importantissima fonte di vitamine del gruppo B, tra cui la vitamina B5, conosciuta anche come acido pantotenico, che è in grado di svolgere un ruolo rilevante dal momento in cui favorisce il metabolismo energetico dimostrandosi efficace anche per la sintesi di grassi, regolando gli ormoni e sostenendo il corretto funzionamento dell'attività cerebrale.

 Scongiurare il diabete e la glicemia con i Semi di Girasole

Il consumo quotidiano di semi di girasole ha dimostrato notevoli proprietà in grado di ridurre l'iperglicemia contribuendo così a bilanciare i livelli di zucchero nel sangue. Questo diminuisce la probabilità di sviluppare sindromi metaboliche come il diabete o l'insulinoresistenza aiutando anche a combattere le malattie legate alla glicemia incontrollata.

I livelli sbilanciati di zucchero nel sangue e la resistenza all'insulina potrebbero portare ad ulteriori infiammazioni, aumento di peso, e anche a risposte autoimmuni tuttavia le potenti sostanze nutritive presenti nei semi di girasole aiutano a fermare i picchi e cali di zucchero nel sangue favorendone il bilanciamento.

 Semi di Girasole per mantenere la pelle giovane e sana

Diversi studi hanno recentemente dimostrato che la vitamina E (antiossidante) è particolarmente utile per mantenere la pelle giovane, forte e soprattutto sana. Oltre a tale vitamina i semi di girasole contengono anche lipidi essenziali e acidi grassi che aiutano a mantenere la pelle idratata proteggendola dagli effetti provocati dal sole e dall'inquinamento.

Controindicazioni

I semi di girasole, se consumati in dosi elevate possono portare ad una serie di effetti indesiderati come l'aumento di peso dovuto al loro notevole apporto calorico o reazioni allergiche, seppur con una percentuale più bassa rispetto ad altri alimenti. Inoltre questo prodotto è sconsigliato in caso di diarrea dal momento in cui il potere lassativo di cui dispone è in grado di peggiorare tale situazione.

L'assunzione di questi semi è sconsigliata ai bambini sotto i 5 anni di età perchè devono essere masticati con attenzione rimuovendo la parte non edibile. In caso contrario potrebbero portare ad un pericolo di soffocamento.

 Come consumare i Semi di Girasole

I semi di girasole possono essere consumati crudi, germogliati, arrostiti, tostati, oppure utilizzati per creare l'omonimo burro, diventato nell'ultimo periodo un prodotto alternativo agli altri burri derivati da frutta secca come ad esempio quello di arachidi e di mandorle dal momento in cui i semi di girasole hanno meno probabilità di causare reazioni allergiche.

Oltre ad essere mangiati come snack, essi sono utilizzati anche in cucina per preparare svariate ricette. Questi sono molto facili da incorporare in altre preparazioni, dal momento in cui al gusto risultano molto delicati e, favoriti anche dalle loro piccole dimensioni, si prestano molto bene in aggiunta ad alimenti come insalate, muffin, pane, focacce, hamburger vegetali o polpette.

Sul commercio si possono trovare sia sgranati, che al naturale, in questo caso però prima di consumarli è necessario rimuovere la buccia.

Inoltre questi semi possiedono un elevato contenuto di sostanze oleose tali per cui sono sempre più spesso utilizzati per la produzione di oli polinsaturi. L'olio di semi di girasole viene adoperato principalmente per il condimento a freddo dal momento in cui i grassi polinsaturi contenuti in esso non reggono bene le elevate temperature.