Usi, benefici, prezzi e controindicazioni

Il tocoferolo, o vitamina E, è una sostanza antiossidante contenuta in numerosi alimenti che, a seconda della sua specifica formulazione, può essere menzionata con nomi diversi tra cui ad esempio tocoferolo acetato, tocoferolo alfa, tocoferolo puro, e così via. Il tocoferolo può essere introdotto nell’organismo attraverso una dieta ricca di vegetali oppure essere applicato sulla pelle ad uso cosmetico. Vediamo meglio a cosa serve e quali sono i suoi benefici a livello cutaneo.

Il tocoferolo acetato e il tocoferolo puro sono utilizzati come ottimi conservanti naturali nei prodotti di bellezza. Chi ama autoprodurre in casa le proprie creme per il viso e per il corpo conosce di sicuro gli svantaggi di questa pratica: i prodotti realizzati esclusivamente con oli e burri naturali (come ad esemio il karitè) irrancidiscono infatti dopo poche settimane e devono perciò essere consumati in breve tempo. Per aumentare allora la durata di questi preparati è sufficiente aggiungere qualche goccia di tocoferolo durante le fasi di lavorazione. Non essendo una sostanza termolabile, la sua struttura rimane immutata anche se viene sottoposta ad elevate temperature.

Il tocoferolo è tuttavia molto più di un semplice ingrediente. Come si è detto esso vanta infatti proprietà antiossidanti ed è per questo motivo in grado di prevenire la formazione delle rughe e di mantenere intatta la giovinezza e l’elasticità della pelle. Questa sostanza contrasta efficacemente l’azione dei radicali liberi, protegge dai nocivi raggi UV e molto difficilmente genera allergia: non presenta quindi controindicazionieffetti collaterali e può essere usata anche dalle donne in gravidanza. Viene addizionata in numerosissime formule anti-age e si trova indicata nell’INCI dei prodotti come Tochopherol oppure Tocopheryl Acetate. La prima dicitura designa il vero e proprio tocoferolo puro mentre la seconda sta ad indicare il tocoferolo acetato.

Questi prodotti sono entrambi venduti allo stato liquido ma presentano alcune lievi differenze. Il tocoferolo puro ha infatti un prezzo superiore rispetto alla formula acetata ma è anche dotato di un maggior potere antiossidante nonché in grado di ridurre le infiammazioni cutanee; il tocoferolo acetato è il più economico tra i due e manifesta oltretutto capacità riparatrici e lenitive: può essere sfruttato quindi per la creazione di unguenti da utilizzare contro i rossori e le irritazioni della pelle.

Ambedue possono essere applicati direttamente sulla cute oppure sui capelli; trattandosi comunque di ingredienti grassi e comedogeni è preferibile miscelarli ad altre sostanze per evitare l’insorgenza di piccole imperfezioni come brufoli e punti neri.

Dove si compra il tocoferolo puro e acetato

Il tocoferolo, sia puro che acetato, si acquista in farmacia e nei negozi online. Può essere reperito come olio o nella versione in capsule.