Informazioni generali sul The Bianco

ll the bianco è una varietà di tea coltivata in Cina, tuttavia recentemente è prodotto anche in paesi come Nepal orientale, Taiwan, Thailandia del Nord e in India.

Deriva dalle gemme o dalle prime foglie di Camellia sinensis che, una volta raccolte, vengono lavorate ed essiccate al sole.

Il nome the bianco deriva dalla leggerissima peluria che riveste le gemme e che da loro il colorito biancastro.

La bevanda in sé non è bianca o incolore, ma gialla chiaro; è una delle più pregiate e ricercate tipologie di tea, richiede un infusione di circa 10-15 minuti in acqua a 70-80°C.

Il tè bianco è una tipologia di the che subisce solo lievissimi processi di lavorazione (solo essiccazione, senza fermentazione o altre procedure) ed è quindi molto ricco e naturale.

Proprietà e benefici del The Bianco

Il tè bianco deriva dalla pianta Camellia sinensis come il the nero e il the verde ma a differenza di questi contiene una maggiore percentuale di polifenoli e fitonutrienti responsabili dei numerosi benefici per la salute e contiene meno caffeina.

I polifenoli di cui è ricco hanno un’importante funzione antiossidante, prevengono l’invecchiamento delle cellule mediante un'effetto anti aging, aiutano nel trattamento di inestetismi e rughe: il the bianco è quindi un alleato della salute della pelle. Inoltre, essendo ricco di vitamina C e vitamine E ha un’efficacia riconosciuta contro le malattie cardiovascolari ed una capacità di ridurre il colesterolo cattivo (colesterolo LDL) nel sangue.

Secondo alcuni può essere utile anche nella prevenzione da tumori del colon, stomaco e prostata. Ha una provata efficacia nell’ambito della glicemia, in quanto contribuisce a ridurre la risposta insulinica che si verifica massiva in caso di diabete.

Viene spesso consigliato nelle diete ipocaloriche poiché in grado di accelerare il metabolismo favorendo la perdita di peso ed allo stesso tempo è un energizzante naturale.

Anche se, rispetto altre tipologie di the, contiene una quota più elevata di antiossidanti, tuttavia la quantità e il rapporto dei composti polifenolici presenti varia ampiamente da un tipo di the bianco all'altro: ciò è dovuto sia alla variazione tra i vari ceppi di Camellia sinensis, sia al processo di essiccazione e preparazione stessa.

Controindicazioni

Le foglie di the bianco contengono fluoro, che se assunto in quantità eccessive può dare luogo ad effetti collaterali, si consiglia quindi di limitare la dose giornaliera per l’adulto a 4 mg e per i bambini a 2 mg. Il contenuto del fluoro nel the dipende dalla quantità di fluoro presente nel terreno in cui viene coltivato.

Si ricorda inoltre, che contenendo caffeina si possono verificare effetti dannosi come per esempio disturbi del sonno.

Il the contiene inoltre ossalato, per cui un consumo eccessivo può favorire la comparsa di calcoli renali.