Informazioni generali

La Liquirizia (Glycyrrhiza glabra) appartiene alla famiglia delle Febaceae. Il fusto a stelo eretto raggiunge i 150 cm. Le foglie hanno forma ellittica o ovale, accoppiate fra di loro a gruppi di 4-8 paia di foglioline ed una terminale. I fiori, di colore violaceo, sono riuniti in grappoli eretti all'ascella delle foglie. I frutti sono dei piccoli semi allungati grandi circa un paio di centimetri e le radici sono molto sviluppate ed arrivano a ricoprire un'area di diversi metri quadrati.

E' una pianta erbacea spontanea dell'Europa meridionale e dell'Asia centrale, molto diffusa anche in Italia dove abbonda nelle regioni del sud, soprattutto in luoghi sabbiosi ed argillosi, specialmente vicino al mare. Il nome liquirizia deriva dalla parola latina liquor "succo", "umore" e dalle parole greche glykys "dolce" e rhiza "radice".

Le radici si raccolgono tra settembre ed ottobre, quando la pianta entra in riposo, preferibilmente quando non hanno ancora i frutti per assicurare una maggiore dolcezza, da piante di almeno 3 anni. La radice di liquirizia si ricava da piante coltivate di due varietà: liquirizia spagnola (Glycyrhiza typica Regel e Herder) e la liquirizia russa (Glycyrhiza glandurifera).

Il filosofo e botanico Teofrasto la citava come "radice dolce della Scitia", mentre Plinio e Dioscoride apprezzavano il succo di liquirizia. Una miscela di sostanze vegetali unite al decotto di liquirizia è usato per il bagno di Budda, un antico rituale praticato soprattutto in Cina per celebrare il compleanno del Buddha storico.

Composizione

La Liquirizia contiene: glicirizzina (1-15%), glicirretolo, acido liquiritico, glabrolideβ-amirinaglicosidi flavonoidici, derivati cumarinici, olio essenziale (0.047%), resine (2%), asparagina (1.25%), glucosio, mannitolo, steroli, amido (20%), ceneri (3-6%), amminoacidi.

Proprietà ed effetti benefici

Le virtù calmanti, emollienti, antispasmodiche, espettoranti e antiulcera della liquirizia sono solo alcune delle proprietà che questa pianta possiede. In Cina è considerata un tonificante del quoziente intellettivo e dell'energia vitale, per questo motivo viene definita "il re delle erbe".

Anticamente alla liquirizia vennero attribuite proprietà afrodisiache, gli studi confermano questa teoria attribuendo alla pianta la capacità di tonificare surrenali e gonadi, ghiandole che secernono ormoni come il cortisolo, che svolge un'importante funzione antinfiammatoria e antiallergica, o come gli estrogeni, progesterone ed il testosterone, interessati alle funzioni riproduttive e sessuali.

Negli estratti della pianta di liquirizia sono contenuti due importanti flavonoidi, come glabrina e glabrene, capaci di inibire la crescita di batteri ritenuti responsabili dei processi ulcerosi a livello gastroduodenale. Questa capacità antibatterica spiega l'antica fama della liquirizia per la cura di gastriti e ulcere gastriche, e ne suggerisce l'uso per prevenire il cancro.

Effetti benefici e Salutari

La radice di liquirizia ha una lista notevole di virtù documentate. È utile per una serie di condizioni tra cui: asma, micosi (piede d'atleta) , calvizia, borsite, afte, stanchezza cronica, influenza, tosse, forfora, enfisema, gotta, bruciore di stomaco, HIV, infezioni virali, infezioni fungine, ulcere, disturbi epatici , infezioni malattia di Lyme, menopausa, psoriasi, herpes zoster, mal di gola, tendiniti, artrite.

Concentriamoci sui benefici più importanti che hanno reso pololare questa radice.  

Depressione

C'è una ricerca che dimostra che l'acido gliciterrinico, contenuto nella radice di liquirizia, promuove la funzione delle ghiandole surrenali moderando ansia e depressione. Il ruolo cruciale delle ghiandole surrenali è quello di produrre numerosi ormoni e controllare gli ormoni dello stress, tra cui il cortisolo. Bassi livelli di questi ormoni sono la causa di stanchezza persistente, malinconia, ansia, ma anche di una ridotta resistenza ad infezioni ed allergeni. La radice di Liquirizia possiede anche l'aminoacido asparagina che partecipa al controllo metabolico del cervello e del sistema nervoso centrale.

Malattie cardiovascolari e ipercolesterolemia

Alcuni studi, condotti da un team di ricercatori giapponesi, hanno evidenziato come i flavonoidi contenuti nell’olio di liquirizia aiutano a perdere peso e ad eliminare il grasso in eccesso. In più si è osservata una notevole diminuzione dei livelli di colesterolo LDL (quello "cattivo").

Menopausa

I fitoestrogeni e gli anti-ossidanti presenti nella di radice di liquirizia combattono i sintomi che caratterizzano la fasi della menopausa tra cui stanchezza, sbalzi d'umore, vampate di calore, ipersudorazione. L'assunzione di integratori alimentari a base di estratti di liquirizia, possono sicuramente essere introdotti nell’alimentazione quotidiana delle donne in menopausa per controllare la produzione ormonale e restituire benessere.

Sindrome Premestruale (PMS)

Le proprietà antinfiammatorie e antispasmodiche della radice di liquirizia moderano i sintomi della sindrome premestruale: crampi, tensione mammaria, nausea, gonfiore, sbalzi d'umore, cefalee. Bere infusi di liquirizia, alcuni giorni prima della comparsa del ciclo mestruale, allevia disturbi e malessere generato da questa sindrome.

Problemi della pelle

Una ricerca medica riconosce alla liquirizia azione emolliente ed anti-infiammatoria. Impacchi a base di questa radice sono utili nel trattamento di eczema, eruzioni cutanee, psoriasi, e prurito della pelle secca.

Disturbi gastrici

Quando i problemi di digestione non sono riconducibili a patologie, rimedi naturali come la liquirizia sono in grado di tonificare le funzionalità degli organi implicati nelle fasi iniziali della digestione favorendo la secrezione gastrica e salivare e conferendo tonicità gastrica.

Herpes e herpes zoster

L'estratto di radice di liquirizia è stato utilizzato nel trattamento di herpes simplex ed herpes zoster (fuoco di Sant'Antonio). Diversi studi dimostrano che l'azione antivirale della pianta può sopprimere il ritorno e la progressione di herpes labiale causato dagli herpevirus HSV.

Alleato delle vie aeree

Gli antichi Greci utilizzavano la radice per le sue proprietà espettoranti. La radice è in grado di eliminare il catarro dai bronchi ed è un ottimo rimedio per le affezioni dell'apparato respiratorio.

Liquirizia: Prodotti ed Usi

Il sapore gradevole e dolciastro unito alle proprietà benefiche, hanno reso la liquirizia uno dei prodotti più apprezzati in ambito alimentare, cosmetico e medicinale. Con questa radice si ottengono delle ottime bevande alcoliche come liquori, grappe, amari e birre. Caramelle, radici masticabili, infusi ed integratori a base di liquirizia sono facilmente reperibili in drogheria e farmacie. Con la polvere ricavata dalla radice si possono creare piatti sfiziosi come risotti, biscotti e salse. Sono reperibili on line anche prodotti cosmetici come creme, saponi, maschere di bellezza e profumi.

Controindicazioni e Sovraddosaggi

L'uso prolungato della liquirizia può provocare ipertensione arteriosa. È controindicata in gravidanza e in caso di ipertensione, iperglicemia, insufficienza renale, epatiti croniche e cirrosi epatiche. 

Scritto da Lo staff di Sorgente Natura