La pizza è un piatto tipico della tradizione italiana e famoso in tutto il mondo, ha origini nell'antica Napoli del XIX secolo, realizzata con ingredienti semplici e poveri: olio, lievito, acqua e farina. La prima vera pizza però, fu realizzata in onore della Regina Margherita di Savoia (da qui il nome pizza Margherita).

Cosa vuol dire pizza biologica?

La pizza è un alimento completo, simbolo del made in Italy, ed esistono diversi modi per cucinarla: impasto alto o sottile, farcita, tonda, a teglia, fornarina, solo pomodoro, ecc. (senza contare i diversi modi per farcirla!).

Ma qual'è la cosa che rende veramente speciale la pizza? La risposta? Gli ingredienti!

Eh sì, il tipo di qualità e la bontà che fa sana e saporita una pizza, dipende dalla scelta degli ingredienti. Mangiare una pizza biologica significa quindi mangiare una piazza realizzata con ingredienti di origine naturale, prodotti da colture e metodi bio, senza causare danni all'ambiente, come l'uso di farine “alternative” da agricoltura bio, olio d'oliva a 0 km in contenitori ecologici, verdure controllate coltivate senza l'uso di sostanze chimiche nocive e lieviti madre naturali.

Pizza Biologica

Quali sono gli ingredienti principali per realizzare una pizza bio?

Scelta delle farine per l'impasto

Per cucinare una pizza biologica è fondamentale scegliere farine provenienti da agricolture biologiche, macinate con metodi tradizionali e naturali (ad esempio per mezzo del mulino a pietra). Le farine biologiche, rispetto a quelle classiche normali, non sono raffinate e quindi mantengono tutti gli elementi nutrizionali originali.

Le principali farine utilizzate, per la realizzazione di pizze biologiche, sono farina di farro, farina di riso, farina di grano tenero o duro, farina di grano saraceno. Questo tipo di farine sono spesso impiegate, non solo per una scelta etica, ma anche per esigenze alimentare come intolleranze ed allergie.

Ecco un breve elenco dei vari tipi di farine “alternative” per l'impasto della pizza:

Scelta degli ingredienti per la farcitura

Come le farine, anche la scelta degli ingredienti “base”, come olio, pomodoro e mozzarella (quelli classici), è fondamentale. Uno degli ingredienti che fa la differenza è l'olio d'oliva: per una pizza biologica si consiglia ovviamente quello EVO, cioè Olio Extravergine d'Oliva ottenuto tramite sola spremitura di olive biologiche. Si consiglia anche l'impiego di una passata di pomodoro biologica, quindi priva di agenti chimici, conservanti e coloranti.

Pizze biologiche vegetariane e vegan

Sempre più sono le persone che seguono un'alimentazione vegetariana o vegana, e per questo una proposta interessante (alla portata di tutti, anche per i non veg) sono le pizze vegetariane con mozzarella (bio possibilmente D.O.P.) e verdure (grigliate, sott'olio, cotte) e anche crude) oppure le pizze vegan con tofu al posta della mozzarella. Esistono tantissimi modi per farcire le pizze veg, originali e creativi, senza rinunciare al gusto ed al sapore (insomma largo alla fantasia!).

Scegliere ingredienti biologici, significa mangiare una pizza sana, gustosa e ricca di sapore!

Pizza Margherita Bio

Ecco una sfiziosa ricetta per cucinare in casa una pizza vegan con ingredienti biologici, della veg chef Carla Casali:

Ricetta: Pizza ai fiori di zucca

Ingredienti (per 5 pizze)

  • 630 g farina 0 w (forza della farina) 200/300
  • 5 g lievito di birra
  • 330 ml acqua
  • 5 g malto di riso
  • 10 g sale himalayano
  • 10 olio EVO
  • 5 fiori di zucca

Preparazione:


Impastare il lievito madre con la farina, l’acqua, l’olio extravergine d’ oliva e sale. Per far lievitare meglio l’impasto, il consiglio è quello di aggiungere anche il malto.
 Lasciare l’impasto nella ciotola a temperatura ambiente coperto con la pellicola trasparente. Lasciare riposare per circa 30 minuti e poi dallo stesso impasto formare le classiche palline da circa 230 g ciascuna. Adagiare le palline in un vassoio capiente ben distese e metterle in frigorifero per almeno 4 ore finché non raddoppieranno il loro volume.


A questo punto, stendere l’ impasto e con l’aiuto di un mattarello, imprimere i fiori, di zucca sull’impasto, spennellare con un pò di olio e infornare la pizza in forno caldissimo a 250 gradi per circa 10-15 minuti. A fine cottura aggiungere il pesto alla rucola, affettato di mopur, qualche fogliolina di rucola e citronette.

 

Ricetta: Pizza ai Fiori di Zucca della Vegan Chef Carla Casali

Scritto da Lo staff di Sorgente Natura