Informazioni botaniche e origine del Palo Santo

Il Palo Santo o Bursera graveolens è un albero tropicale appartenente alla famiglia delle Bursareacee nonché originario dell'America Centro-Meridionale, area dove cresce spontaneamente, tuttavia esso risulta coltivato anche in alcuni paesi tra i quali Perù ed Ecuador.

Il Palo Santo, il cui significato corrisponde a “legno sacro”, può raggiungere altezze di circa 18 metri, possiede piccole foglie e produce  frutti di colore verde scuro.

Il Bursera graveolens ha origini molto antiche, esso veniva utilizzato dagli sciamani Inca nei loro rituali religiosi come mezzo capace di scongiurare energie negative ma anche come strumento mistico per comunicare con gli dei. Bruciando, questo vegetale produce un fumo denso dal grande potere spirituale tanto che veniva adoperato nelle cerimonie e nei rituali indigeni per accendere fuochi sacri.

Fin dai tempi antichi questo albero veniva utilizzato non soltanto nei rituali ma anche ad uso terapeutico ad opera delle sue proprietà medicinali. Grazie ai suoi poteri curativi la sua essenza veniva impiegata per sanare problemi cutanei e muscolari, l'acqua di cottura della corteccia per il trattamento di disturbi di stomaco, a differenza della cenere del suo legno che veniva usata per curare le ferite.

Il legno di Palo Santo

I benefici derivanti dal legno di Bursera graveolens sono tali solo nel momento in cui l'albero utilizzato è morto per cause naturali o per ragioni di vecchiaia. Per potere usufruire di tale prodotto è necessario far passare circa 3-4 anni dopo la morte in modo tale che la pianta prosegua il suo processo di decomposizione. In questo periodo la pianta produrrà un olio che una volta bruciato produce un fumo denso e biancastro dagli elevati poteri spirituali.

Dal legno di questo vegetale si ottengono dunque un olio essenziale molto prezioso ma anche oggetti artigianali come incensi, ricavati per tradizione attraverso il taglio effettuato con un macete estraendo così bastoncini da bruciare di circa 10 centimetri, senza danneggiare alcuna foresta.

Proprietà magiche e utilizzi del Palo Santo

L'utilizzo del Palo Santo è tradizionalmente molto ampio, esso è usato specialmente contro l'energia negativa o “mala energia” e la “planga blanca” che possono riguardare anche patologie.

I prodotti relativi a questa pianta sono molti ed ognuno di essi è caratterizzato da proprietà differenti:

  • Paletto di Palo Santo: bastoncino da bruciare in grado di purificare gli ambienti, ideale per la meditazione e molto utile per eliminare i cattivi odori.
  • Olio essenziale di Palo Santo: prodotto molto adoperato in aromaterapia, esso è in grado di alleviare tosse, raffreddore e mal di testa, inoltre si dimostra molto utile anche in caso di allergie o per placare stati d'ansia o asma. Oltre a ciò questo olio è molto utilizzato anche per la meditazione e nel rilassamento psicofisico.
  • Lynpha de Palo Santo: olio estratto dalla corteccia e dalla resina di questa pianta, è particolarmente utile per curare malattie cutanee.
  • Sahumerio: incenso utilizzato per tenere lontano gli insetti ma anche il vampiro comune ovvero un pipistrello che si nutre del sangue del bestiame.
  • Aguita: tisana adoperata per sanare problematiche legate alle vie urinarie, intestinali, respiratorie.
  • Trucioli di Palo Santo: utile per le fumigazioni.
  • Incenso di Palo Santo: essenza utilizzata prevalentemente per la meditazione e per profumare l'ambiente.

Il Palo Santo è utilizzato anche nella creazione di prodotti destinati all'industria cosmetica come ad esempio bagnoschiuma, shampoo, sapone per igiene intima ecc.