La cipolla è un ortaggio diffuso in tutto il mondo e da sempre presente nell'alimentazione dell'uomo. È una pianta erbacea bulbosa, della famiglia delle Liliacee, originaria delle zone asiatiche, usata fin dall'antichità dagli egiziani e successivamente da greci e romani. Ne esistono tantissime varietà, anche se quella più famosa è la cipolla Rossa di Tropea, mentre la più utilizzata è la cipolla Bionda di Cureggio e Fontaneto.
Questo alimento possiede molte proprietà curative (oltre che ingrediente principale di moltissimi piatti culinari) ed è di base è un antibatterico naturale.

Le proprietà nutrizionali e benefiche della cipolla

La cipolla è ricca di vitamine (A, B1, B2, C, E), sali minerali come calcio, fosforo, magnesio, ferro e manganese, fonte di fermenti naturali utili per stimolare e favorire la digestione. Inoltre, contiene pochissime calorie e ha una forte azione diuretica, in grado di ripulire fegato e reni.

Essendo un antibatterico naturale, la cipolla ha un'azione antisettica sul nostro organismo, utile per combattere contro germi, batteri ed infezioni; in particolare, depura e disintossica l'intestino, favorendo lo sviluppo della flora batterica.

Ecco alcune delle proprietà benefiche principali della cipolla:

  • Abbassa i livelli di zuccheri nel sangue.
  • Utile per combattere malanni di stagione come raffreddore e tosse.
  • Contrasta i radicali liberi. La cipolla è ricca di antiossidanti (flavonoidi), validi alleati contro l'invecchiamento delle cellule.

Come impiegare la cipolla in cucina

La cipolla possiede un sapore dolciastro, delicato ma persistente, ed è spesso la protagonista di molti piatti famosi come la zuppa di cipolle, gli anelli di cipolla fritti, cipolle ripiene cotte in forno.
Ortaggio semplice ma pieno di gusto, la cipolla è ideale per realizzare pietanze sia crude che cotte, per arricchire insalate, panini, salse, creme di verdure, ed utile da soffriggere per realizzare sughi e risotti. Insomma un alimento versatile per tante ricette gustose e sane.

Cipolla

Buona la cipolla ma...quante lacrime!

Una cosa che per alcuni, rende questo ortaggio un po' ostico, è il gas che la cipolla emette quando viene tagliata.
Questo gas lacrimogeno è un sistema difensivo della pianta per proteggersi dagli attacchi degli animali. Quando viene “aggredita”, la cipolla attiva un enzima chiamato Allinasi, in grado di avviare un procedimento chimico interno che da vita a due composti chiamati Propantial-S-ossido, veri e propri lacrimogeni volatili, che a contatto con gli occhi ci fanno lacrimare.

Come possiamo evitare di “piangere” mentre tagliamo la cipolla?

Lo scopo principale per non lacrimare, è quello di evitare il contatto del gas con gli occhi .I consigli principali sono l'utilizzo di un paio di occhialini da nuotatore (fa ridere ma è una soluzione molto efficace!), oppure un metodo più classico è quello di tagliare la cipolla sotto l'acqua; essendo i gas idrosolubili, a contatto con l'acqua si sciolgono subito, senza raggiungere i nostri occhi.
Infine esistono in commercio tantissimi utensili da cucina studiati per non farci lacrimare mentre tagliamo la cipolla.

Snack sani, buoni e biologici a base di cipolla

Oltre ad essere reperibile la classica cipolla cruda intera, molti negozi biologici si possono acquistare sfiziosi prodotti già pronti, insaporiti con con cipolle da agricoltura biologica, senza l'impiego di pesticidi e sostanze nocive.
Puoi trovare deliziose creme e mostarde di cipolla, tartine croccanti (anche senza glutine), tarallucci, grissini e addirittura chips di cipolle. Alimenti confezionati biologici perfetti per serate con gli amici, per gli aperitivi o per accompagnare le tue creazioni culinarie.

Scritto da Lo staff di Sorgente Natura