Le albicocche secche possono essere un valido snack, sano e genuino, in vista della stagione estiva. Col caldo in estate, si cercano sempre alimenti ricchi di sali minerali, leggeri, ma soprattutto facili da conservare.

L'albicocca è il frutto del Prunus armeniaca (Albicocco), albero che fa parte della stessa famiglia del pesco e del ciliegio (genere Prunus). L'albicocco ha origini orientali ed è stato importato nella zona del Mediterraneo dagli Arabi, a foglia caduca verde possiede fiori bianchi in primavera e frutti tondi-ovali, color arancio sfumati di rosso in estate.

Quali sono le proprietà delle albicocche secche?

Le albicocche secche possiedono un alto contenuto di fibre, utili per il transito intestinale e aiutano a ridurre gli zuccheri nel sangue e il colesterolo, inoltre sono un vero concentrato di vitamina A e C:

  • La vitamina A agisce sulla vista ed aiuta a prevenire eventuali problemi futuri, rafforza il sistema immunitario, denti e ossa.
  • La vitamina C agevola la moltiplicazione dei globuli rossi e il tono muscolare.

Le albicocche secche hanno meno proprietà di quelle fresche?

La risposta è no. Le albicocche secche sono ottenute tramite un lento processo di essiccazione (disidratazione del frutto). Tramite questo processo l'acqua presente nel frutto viene eliminata, lasciando inalterate proprietà nutrizionali come magnesio, fosforo e sali minerali.

Esistono vari metodi per essiccare le albicocche: sole, forno o essiccatore. Quest'ultimo è un ottimo strumento (alla portata di tutti) per produrre frutta essiccata fai-da-te. Con un essiccatore casalingo si può disidratare frutta, verdura ma anche semi e funghi, una sana soluzione per conservare a lungo i cibi, inibire i microrganismi ma anche per evitare spreco di soldi e alimenti.

Albicocche secche per l'estate

Oltre ad essere un'alimento facile da conservare, le albicocche secche contengono caroteni che stimolano la produzione della melanina che, non solo aiuta a rinforzare il nostro corpo dai raggi UV, ma favorisce l'abbronzatura della pelle. Sono inoltre un'alimento ideale anche per chi deve tenere sotto controllo il peso, essendo povere di calorie e ottime contro gli attacchi di fame.

VALORI NUTRIZIONALI per 100 gr di Albicocche Secche

  • Valore energetico: 250 Kcal / 1001 Kj
  • Carboidrati: 55 gr
  • di cui zuccheri: 0
  • Proteine: 5 gr
  • Grassi: 0,6 gr
  • di cui saturi: 0
  • Fibre: 9 gr
  • Sale: 0 gr

Perché scegliere le albicocche secche biologiche?

Le albicocche secche di origine biologica sono prive di anidride solforata e coloranti, impiegati nelle albicocche secche comuni, per mantenere il colore aranciato del frutto (più nocive per la nostra salute). Un altro vantaggio delle albicocche secche bio è quello di essere senza zuccheri raffinati aggiunti e povere di grassi.

Come si possono assumere?

Piccolo languorino? Colazione energetica? Le albicocche secche possono essere integrate in tanti modi all'interno della propria dieta, in particolare sono ideali come snack veloci e per le prime colazioni. Ottime da gustare in qualsiasi momento della giornata: al lavoro, merenda, spiaggia o anche dopo un'intensa attività sportiva.

Le albicocche secche bio sono deliziose anche con latte, cereali integrali o crusca, per ottenere un pasto ricco di fibre, ferro, potassio e fosforo. Le albicocche secche possono essere utilizzate anche per cucinare dolci come torte e biscotti. Oltre le albicocche secche e fresche, si possono trovare sul mercato tantissimi prodotti e trattamenti di origine biologica, dedicati a questo delizioso frutto, come ad esempio: albicocche sciroppate, mostarde, gelatine, marmellate e succhi biologici.

I semi di albicocca

Delle albicocca non si butta via niente..neanche i semi! I semi di albicocca possiedono molte proprietà benefiche per il nostro corpo. I popoli del Pakistan o quello Hunza sono i maggiori conoscitori e consumatori di questi semi, ricavandone diversi rimedi e prodotti naturali. Recenti scoperte hanno stabilito che i semi di albicocca contengono proprietà antitumorali. Nel popolo Hunza, malattie come il cancro, sono alquanto sconosciute. Così come altre patologie tumorali presenti in Occidente. Questo grazie alla vitamina B17 (chiamata anche amigdalina o nitriloside), una sostanza in grado di annullare lo sviluppo dei tumori e delle loro metastasi.

L'assunzione media è di 1 o 2 semi di albicocca al giorno, questo perché contengono una piccola dose di cianuro e, assumere un grande quantitativo di semi (ovviamente parliamo di 80 fino a 500 semi al giorno) può diventare pericoloso. Suoi mercati biologici troviamo molte aziende che producono semi di albicocca già confezionati e acquistabili online.  

Olio di albicocca

Con i semi inoltre si può realizzare l'olio di albicocca biologico, utilizzato sia come alimento che per uso cosmetico. L'olio viene estratto dal nocciolo tramite la spremuta a freddo. A livello alimentare è un'olio vegetale ricco di antiossidanti, grazie alla vitamina E, mentre a livello estetico l'olio di albicocca bio è ideale per nutrire la pelle disidratata e i capelli secchi.

Quest'estate (ma anche tutto l'anno) porta sempre con te una confezione di albicocche secche, per ritrovare la carica giusta all'insegna del benessere.