A cosa serve la vite rossa

La vite rossa (vitis vinifera) è una pianta rampicante nota in campo erboristico per le proprietà terapeutiche delle sue foglie. L’estratto di vite rossa – insieme all’estratto di mirtillo, a quello di ippocastano e quello di rusco - è conosciuto come uno dei rimedi più efficaci per contrastare il problema della cattiva circolazione sanguigna, specie a livello delle gambe.

L’azione antiossidante di questa tintura naturale, combinata alle sue virtù antinfiammatorie, permette di incrementare la resistenza dei capillari sanguigni e di ridurre così numerosi inestetismi tra cui vene varicose, cellulite, couperose e gonfiori. La vite rossa viene non a caso paragonata spesso al ribes nero: questi arbusti godono infatti entrambi di proprietà drenanti, antiemorragiche e vasoprotettrici.

I principi attivi contenuti nella vite rossa aiutano soprattutto a ridurre il senso di affaticamento e di pesantezza alle gambe. Agiscono oltretutto come anticoagulanti e vengono per questo sfruttati anche per la produzione di infusi e di altri prodotti per la cura delle emorroidi.

La vite rossa apporta interessanti benefici anche in caso di ipertensione, colesterolo e diabete. Gli integratori a base di vite rossa consentono infatti di prevenire l’indurimento delle pareti arteriose, di ridurre la pressione alta e di proteggere per questo motivo la salute del cuore. I flavonoidi in essa presenti permettono inoltre di evitare la comparsa di patologie cardiovascolari importanti come arteriosclerosi e infarto.

Il consumo di questi integratori viene consigliato anche alle donne in menopausa: la vite rossa, oltre a contrastare alcuni sintomi tipici della menopausa come palpitazioni, gonfiore e stanchezza, permette anche di ritardare l’invecchiamento della pelle grazie agli antiossidanti di cui si è detto sopra. Per un effetto anti-age ancora più marcato si consiglia di affiancare l’utilizzo di integratori e/o di infusi a quello di cosmetici alla vite rossa.

Come assumerla e controindicazioni

La vite rossa può essere assunta sotto forma di:

  • Integratore: Gli integratori di vite rossa possono essere acquistati in capsule o come essenze floreali in gocce. Il loro utilizzo è sconsigliato sia durante la gravidanza che l'allattamento. Per quanto riguarda la posologia è consigliabile attenersi alle indicazioni riportate sul prodotto.
  • Olio di semi: L'olio di vite rossa è un ingrediente cosmetico utilizzato per la produzione di creme antirughe, gel ed altri trattamenti di bellezza ad azione lenitiva e idratante.
  • Tintura madre: Questa soluzione idroalcolica è indicata soprattutto per chi vuole stimolare il microcircolo sanguigno. Il dosaggio suggerito è di 50 gocce da sciogliere in acqua. Può essere assunta fino a tre volte al giorno. 
  • Tisana: Utilissima per chi soffre di ritenzione idrica, questa tisana aiuta a combattere l'effetto a buccia d'arancia e a purificare il corpo dall'interno. I decotti alla vite rossa sono inoltre efficaci contro il problema dei piedi gonfi e doloranti.
  • Gemmoderivato: Considerato da alcuni come un buon coadiuvante per dimagrire, questo prodotto può essere acquistato in erboristeria ed essere assunto quotidianamente per circa un mese. La dose solitamente consigliata è di 30 gocce da sciogliere in acqua. Il gemmoderivato di vite rossa è conosciuto anche per la sua azione di contrasto sui disturbi di natura reumatica.
  • Creme corpo: Le creme nutrienti alla vite rossa, formulate con oli ed estratti vegetali derivati da questa pianta, svolgono un'azione defaticante e protettiva sulle gambe e sono particolarmente utili per le donne in gravidanza e per le donne in menopausa, soprattutto durante la stagione estiva.

In caso di allergia o sovraddosaggio, la vite rossa potrebbe generare effetti collaterali come nausea, emicrania, rossori e pruriti cutanei. Se utilizzata però correttamente, è del tutto priva di controindicazioni.