I benefici della viola sulla pelle

La viola, conosciuta principalmente come pianta ornamentale da giardino, è impiegata nel campo dell’erboristica e della profumeria per le particolari proprietà curative che dimostra sulla pelle. Dalla lavorazione di questa pianta si ottiene infatti un estratto idroalcolico molto usato all’interno di prodotti cosmetici e in trattamenti per la cura della pelle.

L’estratto alla viola è in grado di purificare la cute e di aiutarla in caso di disturbi quali acne, eczemi, herpes e psoriasi. Può essere utilizzato da solo oppure essere aggiunto ad altri ingredienti dalle analoghe virtù per creare in casa rimedi potenti e naturali.

Le proprietà astringenti e detergenti della viola possono essere sfruttate sia per uso interno (tramite infusi) sia per uso esterno (tramite maschere, tonici e creme). Applicando sulla pelle un tonico alla viola è possibile eliminare le impurità, facilitare la chiusura dei pori dilatati e conferire alla cute un aspetto disteso, elastico e lucente.

Il suo effetto, ancora più efficace se accostato a quello del latte detergente, sarà quello di una pelle idratata e pulita al tempo stesso. Il latte alla viola pulisce i residui di trucco con delicatezza ed è adatto anche per le pelli più sensibili e irritate.

La viola si rivela inoltre particolarmente utile per riequilibrare la produzione sebacea della pelle. È indicata in particolar modo per le pelli grasse e vanta oltretutto proprietà cicatrizzanti e antinfiammatorie. Le creme alla viola idratano la pelle e contribuiscono allo stesso tempo a prevenire la comparsa di rughe e smagliature.

La viola vanta infine anche proprietà analgesiche ed espettoranti.

Il colore viola nella cromoterapia

Una volta esaminate le virtù cosmetiche della viola, non resta che indagare sugli effetti terapeutici del suo colore. Ebbene sì, il colore viola - come del resto qualsiasi altro colore - sembrerebbe in grado di stimolare il benessere psicofisico dell’individuo.

Il viola è legato in particolare al settimo chakra ovvero al centro energetico associato alla divinità. Stimolando l’apertura di questo chakra, posizionato sulla sommità della testa, si potrà entrare in contatto con la sfera cosmica e con il proprio Sé superiore. Esso favorisce inoltre l’ispirazione, la creatività ed una profonda consapevolezza interiore.

Per favorire la riscoperta di questa dimensione può rivelarsi utile immergersi letteralmente nel viola attraverso le tecniche di visualizzazione oppure attraverso l’ausilio delle acque vibrazionali. Anche disegnando o osservando questo colore è possibile stimolare efficacemente il chakra della Corona e favorire grazie ad esso la propria crescita spirituale.

Uno dei modi più semplici per beneficiare dell’effetto riposante e distensivo generato da questo colore, è – come si è detto – quello delle acque vibrazionali. Queste acque colorate, versate nella vasca da bagno e diluite nell’acqua calda, permettono di rilassare il corpo e di ricaricare lo spirito di energia positiva.

Si crede inoltre che il colore viola sia in grado di placare la rabbia, di decelerare il battito cardiaco e di stimolare la ghiandola pineale. Favorisce infine la calma, la concentrazione e gli stati meditativi.