Informazioni Generali

Sarebbe riduttivo considerare il tè un semplice drink, non solo per l’aspetto culturale ed economico quanto per le virtù terapeutiche che possiede. Si parla di “foglie di tè” da più di 3.000 anni e prima che se ne apprendesse il suo utilizzo attuale, questo era considerato un alimento che le antiche popolazioni cinesi arrotolavano ed affumicavano, poi lo mettevano in salamoia oppure lo condivano con sale, aglio e grasso. Le proprietà benefiche delle foglie del tè messe in infusione, furono scoperte dall’imperatore Shen Nong e da quel momento conquistarono grande importanza nella farmacopea cinese. Con gli anni si iniziarono ad identificare e catalogare diverse varietà di tè, molti di questi davvero singolari come il Pu-Ehr.

Il Pu-Erh prende il nome da un piccolo villaggio, che rappresentava il centro del commercio del tè, situato nella parte meridionale della regione montuosa dello Yunnan, nella Cina Sud-Occidentale.

Caratteristiche

Ogni tè si distingue dagli altri per una serie di caratteristiche, su tutte: aroma e sapore. Questi però non sono gli unici elementi distintivi, infatti il Pu-erh si distingue anche per il particolare processo a cui viene sottoposto. Quando si fa la differenza fra tè verdi e tè neri, erroneamente, si dice che i primi sono fermentati ma in realtà non è così, più che altro dovremmo parlare di un altro processo chimico: l’ossidazione.

Nel caso del Pu-erh assistiamo ad una processo che rispetta i criteri della fermentazione poiché le foglie vengono mantenute per un certo tempo (anche anni) in un ambiente caldo ed umido, e ciò favorisce lo sviluppo di batteri e muffe che conferiscono al tè il gusto "di terra bagnata da pioggia recente". Anche il "packaging" è davvero singolare, infatti oltre alla solita distribuzione in foglie sfuse, le troviamo pressate e modellate a forma di “torta”, “nido d’ucello”, “mattonelle quadrate con ideogrammi in rilievo”, a “fungo” o “ melone”. Pare che proprio queste forme particolari, in particolare quella a mattonella, rendevano agevole il trasporto e la commercializzazione.

Proprietà e Benefici

Diversi studi hanno dimostrato come il the Pu-erh possieda capacità terapeutiche, quali: ridurre il colesterolo, abbassare la pressione sanguigna, proteggere il tessuto connettivo ed attaccare i radicali liberi all'interno del corpo. Uno studio ha mostrato che i ratti alimentati con foglie di tè, hanno mostrato un incremento dei livelli di HDL "colesterolo buono" ed una diminuzione delle LDL "colesterolo cattivo".

Nel 2006, un altro studio ha evidenziato gli effetti anti-invecchiamento ed anti-tumorali del tè. La medicina tradizionale cinese considera il Tè Pu-Erh un ottimo rimedio per godere di buona salute e per dimagrire, infatti è in grado di aumentare il consumo dei grassi.

Tra le molte proprietà salutari vi sono anche quelle digestive, il tè svolge un duplice effetto: stimola le secrezioni gastriche e favorisce il funzionamento epatico per questo motivo è indicato come bevanda a pasto o come digestivo. L'azione diuretica favorisce l’ eliminazione di liquidi e tossine, depurando l’organismo e scongiurando la ritenzione idrica.

Il Tè Pu Ehr Ha un colore rossastro e scuro, simile a quello del tè nero tanto che in Cina viene denominato anche tè rosso. Il particolare sapore di sottobosco e terra umida, può scoraggiare al primo assaggio ma degustandolo vi accorgerete che è davvero speciale.