Di cosa si tratta

Il tōfu è un prodotto di origine cinese ottenuto dalla lavorazione dei semi di soia. Ricorda per forma e colore i formaggi tradizionali tuttavia è privo di latte ed è per questo una valida alternativa proteica per chi soffre di intolleranze o di allergie al latte.

I processi di lavorazione per la preparazione del tōfu consistono nell’estrazione di un siero dalla soia e dalla sua successiva cagliatura; il composto così ottenuto viene infine premuto nella forme e confezionato nella tipica forma rettangolare che lo contraddistingue.

A seconda della tipologia di caglio utilizzato, il prodotto finale sarà caratterizzato da proprietà organolettiche differenti. Si possono così trovare in commercio diverse varietà di tōfu e si può scegliere quella che più risponde alle proprie esigenze.

Oltre che dalla soia, il tōfu può essere prodotto anche a partire dai semi di canapa (Hemp-Fu) e dai ceci (Tōfu Burmese).

I benefici del tofu sulla salute

Il tōfu è un alimento completamente vegetale ed è per questo apprezzatissimo da chi segue un’alimentazione vegana e/o vegetariana. È infatti una fonte ricca e preziosa di proteine e al contempo ha un ridottissimo apporto calorico. È ideale per chi segue diete dimagranti e povere di colesterolo.

Rispetto alla media dei formaggi comuni ha un valore energetico davvero basso (appena 76 calorie contro le oltre 300 calorie di un formaggio a pasta dura). È inoltre privo di colesterolo e ricco invece di sostanze benefiche per la salute delle arterie e dei vasi sanguigni.

Le sue benefiche proprietà nutrizionali aiutano a contrastare il colesterolo dannoso e a migliorare il benessere di ossa, muscoli e cuore. Fornisce buone quote di Calcio e Potassio all’organismo oltre che interessanti quantità di acidi grassi polinsaturi volti a contrastare le malattie cardiovascolari.

Valori nutrizionali per 100 g di Tofu
Valore energetico 76 Kcal
Grassi totali 4,78 g
Carboidrati 1,88 g
Proteine 8,08 g
Fibre 0,3 g
Zuccheri 0 g
Acqua 84,55 g
Ceneri 0,72 g
Calcio 350 mg
Sodio 7 mg
Fosforo 97 mg
Potassio 121 mg
Ferro 5,36 mg
Magnesio 30 mg
Zinco 0,8 mg
Rame 0,193 mg
Manganese 0,605 mg
Selenio 8,9 µg
Tiamina, vitamina B1 0,081 mg
Riboflavina, vitamina B2 0,052 mg
Niacina, vitamina B3 o PP 0,195 mg
Acido Pantotenico, vitamina B5 0,068 mg
Piridossina, vitamina B6 0,047 mg
Vitamina C 0,1 mg

Alcuni consigli su come cucinarlo

A seconda di come il tōfu è stato prodotto può variare di gusto e consistenza. È così possibile scegliere tra un vasta tipologia di prodotti e adattarli alle più svariate ricette.

Essendo un formaggio a tutti gli effetti può avere una consistenza morbida o compatta e può per questo essere sia spalmato sul pane che tagliato a fette o a dadini. Il suo sapore è molto particolare e caratteristico e si presta bene per essere usato in accompagnamento a piatti dolci o salati.

È un ingrediente molto versatile e può davvero essere gustato in tantissime preparazione ma anche al naturale. Un tipico piatto cinese è il jadòufu ovvero il tōfu fritto: per ottenere un risultato ottimale si consiglia di asciugare preliminarmente il prodotto con della carta assorbente in modo da eliminare l’acqua in eccesso e di immergerlo poi in abbondante olio extravergine o di semi.

Per migliorare la ricetta e dotarla di un gusto ancora più sfizioso e croccante si può prima impanare il prodotto nella farina che più si preferisce (ceci, mais, frumento, riso, castagne, mandorle, ecc.) Il tōfu così preparato può essere cucinato anche in forno o in padella riducendo in questo modo l’apporto calorico ma non le sue straordinarie proprietà nutrizionali.

Il tōfu è anche ottimo alla piastra oppure all’interno di insalate e primi piatti. Può essere altrimenti sciolto a bagnomaria o frullato e impiegato per preparare goduriose fondute, vellulate o zuppe. Può essere aggiunto a spezie ed erbe aromatiche per creare gustose salse con cui condire le verdure oppure ancora per preparare creme dolci con le quali farcire torte o pasticcini.