Origine e composizione della Barbabietola

La Barbabietola, denominata anche Beta vulgaris, è una pianta appartenente alla famiglia delle Chenopodiacee.

Esistono varie specie i barbabietole: da orto, da foraggio, da zucchero.

Oltre ad essere ricca di zuccheri e sali minerali come fosforo, calcio, potassio, magnesio, contiene vitamine, antiossidanti e carotene.

La barbabietola ha inoltre una buona quantità di carboidrati, di acqua e anche di fibre. Non contiene invece grassi saturi o insaturi e colesterolo.

Proprietà e benefici della Barbabietola

La presenza di vitamine, zuccheri e sali minerali rendono il succo di barbabietola particolarmente indicato per chi fa sport, come fonte di energia e per supportare il potenziamento dei muscoli.
Inoltre alla barbabietola si attribuiscono proprietà dietetiche poiché è in grado di assorbire le tossine dalle cellule e facilitarne l’eliminazione; è depurativa, mineralizzante, antisettica, ricostituente, aiuta l’organismo a combattere le infezioni, aiuta la digestione e protegge la mucosa gastrica.

Il succo di barbabietola è inoltre ricco di nitrati naturali che hanno la capacità di migliorare le condizioni della circolazione sanguigna, aiutano nel controllo della pressione arteriosa e grazie alla quota di ferro sono utili nel caso di anemia.

Il succo di barbabietola è un vero e proprio alleato della salute delle donne: oltre alle proprietà già elencate infatti, è ottimo della cura dei disturbi mestruali.

Valori nutrizionali per 100 g di Succo di Barbabietola
Parte edibile 100%
Valore energetico 14 Kcal
Acqua 93,8 g
Carboidrati 2,9 g
Fibre 1,9 g
Grassi totali 0 g
Zuccheri 2,9 g
Proteine 0,8 g
Colesterolo 0 mg
Calcio 14 mg
Ferro 0,3 mg
Fosforo 15 mg
Potassio 214 mg
Sodio 60 mg
Zinco 0,3 mg
Retinolo, vitamina A 2 RAE
Vitamina E, alfa-tocoferolo 2 mg
Vitamina C, acido ascorbico 5 mg
Tiamina, vitamina B1 0,02 mg
Riboflavina, vitamina B2 0,01 mg
Niacina, vitamina B3 o PP 0,1 mg
Piridossina, vitamina B6 0,01 mg
Alcool 0 g

Controindicazioni

Le barbabietole sono controindicate nel caso di diabete poiché hanno un alto indice glicemico e quindi attivano una rapida e massiva produzione di insulina. Si raccomanda un uso controllato anche ai soggetti affetti da calcoli renali, poiché l’alta quota di sali minerali delle barbabietole possono facilitare depositi renali. Un uso moderato si raccomanda anche agli individui che soffrono di gastrite, ulcere duodenali o problemi gastrici poiché la barbabietola stimola la produzione di succhi gastrici.

Come utilizzare il succo di Barbabietola

La barbabietola è un ottimo ingrediente per bevande gustose e salutari.

Si consiglia, in particolare, di assumerla in combinazione al succo di altri frutti oppure con vegetali come per esempio carota, cocco o cetriolo.

In questo modo sarà facile ottenere dei mix di vitamine e sali minerali utili per il regolare funzionamento dell’organismo e si potrà, sperimentando varie associazioni, creare delle bevande con specifiche caratteristiche e funzioni.

Il consumo abituale di barbabietola, per la presenza di carotene, può causare un lieve cambiamento di colore dell’urina dal paglierino al rossastro cupo. Il fenomeno non è indice di malfunzionamento renale o di un qualche effetto collaterale indotto dalla barbabietola, va tuttavia riferito in quanto, in caso contrario, potrebbe spaventare taluni soggetti.

Scritto da Lo staff di Sorgente Natura