La produzione dei succhi di frutta biologici

I succhi di frutta, che siano in bottiglia oppure in brick, rappresentano un modo sano e leggero per dissetarsi in qualsiasi luogo ed in qualsiasi istante della giornata. Permettono inoltre di fare il pieno di minerali e di vitamine e sono una bevanda eccellente per tutti quei bambini che non amano mangiare frutta fresca. Sono oltretutto comodi e pratici da tenere in borsa e consentono di portare sempre con sé le naturali virtù di frutta e verdura.

Non tutti i succhi sono però uguali. Vediamo dunque quali sono i benefici e i vantaggi che si ottengono consumando succhi di derivazione biologica. I succhi biologici sono innanzitutto creati da frutta altamente controllata e selezionata: la coltivazione biologica rifiuta infatti l’uso di veleni, di sostanze chimiche e di prodotti geneticamente modificati; questo significa non soltanto una maggiore tutela per la salute del consumatore ma anche un grande rispetto per l’ambiente e per la biodiversità.

Nei succhi biologici si ha quindi la certezza di trovare soltanto ingredienti di origine naturale. Chi produce succhi bio non ricorre infatti all’uso di conservanti e di aromi artificiali e realizza perciò bibite semplici e genuine come quelle fatte in casa. Anche i prezzi medio-alti di questi succhi confermano la qualità delle materie prime in essi presenti: produrre un succo con un’elevata percentuale di frutta e con una bassa percentuale di acqua (e la totale assenza di additivi chimici), comporta infatti costi di produzione mediamente superiori rispetto a quelli dei succhi tradizionali. Il risultato finale è però quello di un concentrato puro di polpa e succo.

 

Succhi Biologici di Frutta

 

Un altro punto a favore di molti succhi biologici è il fatto che vengono realizzati senza zucchero. La frutta contiene infatti già molti zuccheri buoni per l’organismo e dolcificare ulteriormente questi prodotti significa sia aumentare il rischio della formazione di carie che dell'innalzamento della glicemia sanguigna. I migliori succhi di frutta sono perciò quelli totalmente privi di zucchero oppure quelli arricchiti con estratti naturali dal potere addolcente come ad esempio lo zucchero d’uva ed il succo di mela.

Il colore di questi succhi, quando non viene lasciato inalterato, può essere migliorato attraverso ingredienti naturali dalle capacità schiarenti tra cui ad esempio il succo di limone e l’acido ascorbico. I succhi biologici hanno quindi talvolta un aspetto poco invitante dato dal fatto che non contengono coloranti artificiali.

I produttori italiani di succhi di frutta bio

Tutti i principi ed i metodi di lavorazione sopra illustrati vengono accuratamente seguiti dalle aziende specializzate in questo settore. Affinché un succo possa essere commercializzato come biologico è indispensabile che presenti infatti determinate qualità e caratteristiche. Per riconoscere un estratto di frutta biologico basta osservarne l'etichetta.

La presenza di certificazioni come quelle dei marchi Agricoltura Biologica, ICEA e BioAgriCert permette infatti di riconoscere facilmente un prodotto biologico da un prodotto non biologico. Un’altra importante certificazione, che ha come scopo quello di sottolineare la provenienza italiana della frutta utilizzata in questi succhi, è infine quella del Made in Italy.

Alcuni tra i maggiori produttori italiani di succhi biologici di frutta sono Natipuri, Plose, Natura Nuova Bio, Biotta, Azienda Agricola Bartolacci e Piccoli Frutti Della Val Sangone. Queste aziende prediligono inoltre sistemi di produzione ecologici ed ecosostenibili e tecniche di lavorazione che consentano di non alterare le proprietà nutrizionali della frutta. Tutti i loro prodotti si trovano in vendita nei negozi online.

 

Succhi Bio in Bottiglia