Informazioni botaniche

La Stevia rebaudiana è una pianta erbacea perenne, nativa delle zone montane, sul confine tra Brasile e Paraguay ed è appartenente alla famiglia delle Asteraceae.

In piena maturazione la Stevia rebaudiana può raggiungere altezze fino ad 80 centimetri ed è caratterizzata da foglie pigmentate di verde dalla forma allungata e produce piccoli fiori ermafroditi di colore bianco.

La Stevia fu scoperta e classificata nel 1887 dal naturalista di origine svizzera Mosè Santiago Bertoni nonostante il suo utilizzo come dolcificante naturale, dato dalle foglie, era noto già da millenni dalle popolazioni sud-americane. Inoltre questa pianta era utilizzata anche per le sue notevoli proprietà medicinali tanto che i popoli indigeni di tali zone la adoperavano ad uso terapeutico.

Proprietà e benefici della stevia rebaudiana

La Stevia rebaudiana è largamente utilizzata come dolcificante naturale grazie ai glucosidi dello steviolo, qualificati come Stevioside, Dulcoside A e B e Rebaudioside A, B, D ed E.

Recenti studi hanno dimostrato che lo Stevioside ha un potere dolcificante tra 110 e 270 volte maggiore del saccarosio, come anche il Rebaudioside A che ha un valore compreso tra 150 e 320 volte più elevato mentre il Rebaudioside C tra 40 e 60.

Questa pianta presenta ottime quantità di sali minerali come ferro e manganese, contiene inoltre carboidrati, vitamine, proteine ed è sprovvista di caffeina.

La Stevia è in grado di apportare numerosi benefici al nostro organismo dovuti alle importanti proprietà mediche che la caratterizzano. Il suo impiego è destinato per la terapia di diverse problematiche come:

  • Combatte l'invecchiamento cutaneo: grazie al suo potere antiossidante la Stevia è in grado di contrastare l'azione dei radicali liberi, i principali responsabili dell'invecchiamento cellulare.
  • Sovrappeso: questo prodotto è in grado di soddisfare il desiderio di zuccheri donando al palato un sapore dolce.
  • Prezioso alleato per i diabetici: la Stevia si dimostra utilissima anche per i soggetti affetti da diabete dal momento in cui in essa non è presente alcuna traccia di zuccheri; inoltre essa possiede proprietà ipoglicemizzanti che permettono di controllare il livello di glicemia.
  • Annulla il rischio di carie: questo dolcificante naturale è privo di zuccheri, di conseguenza il rischio di carie è nullo.

Tale pianta possiede per di più proprietà antiacide, antibatteriche ed ipotensive.

Come utilizzare la stevia rebaudiana

La Stevia rebaudiana è venduta in diverse forme ed è principalmente utilizzata come dolcificante o come ingrediente per la preparazione di dolci ma è adoperabile anche in svariati ambiti e con usi differenti:

  • Foglie fresche: le foglie fresche di questo vegetale sono reperibili esclusivamente dalla pianta stessa. Il loro utilizzo è circoscritto alla sola assunzione al naturale, ovvero masticando la foglia direttamente “a crudo”. Questo prodotto è solitamente adoperato per placare il senso di fame.

  • Stevia in polvere: è molto utilizzata nella cucina dei diabetici grazie ad un potere dolcificante di circa 300 volte superiore a quello dello zucchero che non influisce sull'indice glicemico del sangue. Questo può essere molto utile per la preparazione di dolci come torte e biscotti tuttavia il suo retrogusto molto forte non gli permette di essere adoperato come dolcificante in alcuni alimenti e bevande come ad esempio il caffè.

  • Stevia liquida: è distribuita in flaconi con contagocce in modo tale da facilitarne il dosaggio al fine di dolcificare alimenti e bibite. 

  • Stevia in compresse: queste compresse dolcificanti contengono una quantità di Stevia paragonabile a circa un cucchiaino di zucchero. Sono molto utilizzate in quanto facilitano notevolmente il dosaggio.

 Questo prodotto rappresenta un'ottimo sostituto dello zucchero nonché un giusto compromesso tra dolce e sano ed è adoperato in maniera sempre maggiore per la creazione di ricette sfiziose.