Caratteristiche

La Schisandra chinensis è una pianta nativa delle regioni a clima tropicale e temperato dell' Asia orientale e diffusa soprattutto in Cina settentrionale, in Corea e in Russia. È un rampicante dal fusto legnoso che raggiunge mediamente i 9 metri di altezza. Le foglie sono semplici, presentano dei bordi lisci mentre i fiori sono dioici e molto profumati ( sbocciano tra aprile e maggio). I frutti si presentano come piccole bacche rosse, ovali e morbide e sono raggruppate a spiga. Dal frutto completamente maturo ed essiccato si ottengono le polveri ed estratti utili per scopi fitoterapici. Per la sua crescita la pianta necessita di terreni ricchi di umidità e ben drenati, e protezione dalla luce solare più intensa.

Schisandra: Saggezza Cinese

Fin dall'antichità la Schisandra chinensis funge da presidio terapeutico della farmacopea tradizionale Cinese. Nell'Antica Medicina Tradizionale Cinese viene chiamata "Wu Wei Zi", un nome che rimanda ad una delle sue principali caratteristiche, si dice infatti che la pianta possieda tutti e 5 i gusti dell'antica erboristeria cinese: è nello stesso tempo acida, dolce, amara, salata e pungente.

In un antico testo di agricoltura cinese risalente al 300 a.C., lo Shen Nong Ben Cao Jing, si narrava dell'utilizzo della Schisandra per "prolungare gli anni di vita senza invecchiare", aumentando l'energia del corpo ed agendo come tonico sessuale. Sempre negli antichi testi della medicina tradizionale cinese, alla pianta vengono riconosciute diverse virtù: usata come tonico astringente dei polmoni e dei reni, per ridurre la sudorazione spontanea, per controllare l'incontinenza urinaria e la spermatorrea.

Il suo utilizzo anche come adattogeno è stato oggetto di studio dei ricercatori russi a partire dagli anni '50 mentre gli studi sulle proprietà epatoprotettrici e antidiabetiche della pianta si basano su studi condotti dai ricercatori cinesi già dagli anni '70.

Composizione

I principali costituenti della Schisandra appartengono alla famiglia dei lignani, tra essi i più importanti sono: schisandrolo A e B, la schisandrina A e B, la schisantherina A e B e gomisina N. La pianta è ricca di vitamine (A,C, E), steroli e tannini.

Proprietà Benefiche

Le bacche di Schisandra e le bacche di Goji, così come riportano i testi antichi di medicina cinese, sono molto apprezzate per gli effetti benefici e salutari che apportano al nostro organismo. 

Stimola la memoria, i riflessi, ed in generale tutto il sistema nervoso ed ha effetti benefici sugli stati depressivi. Grazie alle sue proprietà espettoranti è particolarmente consigliato in caso di asma e tosse secca.

Mangiare bacche di schisandra può proteggere dal cancro. Uno studio pubblicato sull' "International Journal of Molecular Medicine" ha rivelato gli effetti anti-cancro di due composti fitochimici presenti nella bacca: Schisandrina e Schisandrina C. Nello studio queste due sostanze hanno impedito la crescita delle cellule tumorali in modo notevole. I risultati hanno portato i ricercatori a concludere che queste sostanze possono essere utili come agenti per prevenire il cancro.

Un altro studio ha dimostrato come le bacche di Schisandra abbiano non solo effetti cardioprotettivi, ma anche epatoprotrettrivi espletati dall' incremento degli antiossidanti. 

Introducendo nella vostra dieta le bacche di Schisandra potrete prevenire e proteggervi dalle infezioni.

Controindicazioni

La Schisandra, come riportano alcuni studi farmacologici, è una pianta sicura e ben tollerata. Tuttavia si sono verificati effetti collaterali quali: bruciore di stomaco, difficoltà digestive e orticaria. Si sconsiglia l'uso in soggetti con predisposizione all' ulcera duodenale. Non usare in gravidanza ed allattamento.

Scritto da Vittorio