Origine del Sapone Nero

Il Sapone nero, chiamato anche Sapone Nero Africano, è un prodotto preparato a mano dalle popolazioni dell’Africa Occidentale.

Per le popolazioni africane il sapone nero è parte di alcuni rituali legati alla pulizia e alla purificazione del corpo. Le donne da secoli lo utilizzano per ottenere una pelle morbida e vellutata.

Il sapone nero ha un aspetto molto diverso dal tradizionale sapone: è di colore marrone scuro, di consistenza pastosa simile a quella di una crema esfoliante ed ha un odore che ricorda quello dell’olio di oliva.

Composizione

E’ costituito da due ingredienti naturali: un emolliente come il burro di Karité o l'olio di cocco, associato ad acqua e ceneri di origine vegetali di baccelli di cacao o foglie di banana. I diversi ingredienti naturali di cui è composto conferiscono al sapone nero alte quote di vitamina A, E e D.

Proprietà, benefici e utilizzi del Sapone Nero

Il sapone nero per la sua delicatezza e per la capacità di pulire a fondo trova largo impiego per il trattamento di alcune patologie della pelle, come per esempio acne, psoriasi, eczema, dermatiti e infiammazioni della cute.

E’ un efficace scrub in grado di liberare dallo strato di cellule morte che si depositano sulla superficie della pelle.

Generalmente, per potenziale l’effetto esfoliante si consiglia di associarlo all’uso di un guanto Kassa o della spugna Luffa.

Può essere utilizzato sui capelli come prodotto antiforfora o per le irritazioni del cuoio capelluto.

Inoltre, ha la capacità di pulire in profondità le superfici della casa come cucina, stoviglie, pavimento.