Il sapone naturale è conosciuto fin dall'antichità, usato originariamente dalle popolazioni egizie, babilonesi e galliche per pulire inizialmente i panni e successivamente anche per l'igiene del corpo, in grado di sciogliere ed eliminare lo sporco e grasso.

Esistono varie formule per produrre il sapone, ma gli ingredienti più classici sono cenere, grassi animali o vegetali e, tramite il processo di idrolisi alcalina (processo di saponificazione), si ottiene la formazione del sale carbossilico e la glicerina. Questi due elementi insieme, formano il tradizionale sapone, definendolo un tensioattivo, cioè un elemento in grado di abbassare la tensione superficiale di un altro elemento (come le fibre di un tessuto), agevolando la bagnabilità delle superfici o la miscibilità tra diversi composto liquidi.

Il Sapone Naturale di Aleppo

Il sapone di Aleppo ha origini babilonesi (circa nel 2600 a.C.), a base principalmente di olio d'oliva, idrossido di sodio e alloro, pensato per l'igiene completa del corpo. Il suo nome deriva dalla città natale, Aleppo in Siria, luogo di maggior produzione e dove tutt'ora viene realizzato tramite mezzi e lavorazioni artigianali.
Gli ingredienti per il sapone naturale di Aleppo vengono vengono trattati lentamente in un calderone di pietra, proprio come si faceva in antichità e, alla fine del procedimento, durante la fase di raffreddamento, viene aggiunto l'olio d'alloro, in quantità variabili secondo la zona di produzione (a Nablus, città palestinese, l'alloro non viene utilizzato).

Il Sapone Naturale di Marsiglia

Il sapone di Marsiglia è una variante del sapone di Aleppo, ed è utilizzato principalmente per la pulizia e la detergenza del bucato. Il metodo di realizzazione deriva sempre dalla lavorazione tipica della cultura siriana, emigrato a partire dal XII secolo nella città di Marsiglia.
È anch'esso un sapone naturale, composto inizialmente da olio d'oliva e soda caustica (carbonato di sodio) proveniente dalle ceneri della Salicornia, pianta della famiglia delle Chenopodiaceae. Successivamente, come grassi vegetali, furono introdotti oli di cocco, di arachide e di sesamo, diventando un prodotto utile anche per la cura del corpo.

Saponi Naturali

Perché è meglio un sapone naturale invece di classico sapone “industriale”?

Oggigiorno, il sapone è diventato un prodotto molto industrializzato e prodotto a costi bassi, per via delle sostanze impiegate. Il sapone “industriale” contiene la maggior parte delle volte, sostanze chimiche come tensioattivi, elementi di sintesi, coloranti artificiali: tutte sostanze derivate dal petrolio. Questi tipi di saponi possono causare irritazioni all'epidermide, secchezza ed a lungo andare rovinare la pelle.

Saponi naturali

I saponi naturali sono realizzati con ingredienti 100% naturali, meglio se provenienti da colture biologiche, privi conservanti, profumi sintetici, sostanze allergizzanti. I saponi bio possono contenere oli essenziali naturali e glicerina vegetali, prodotti secondo antiche ricette erboristiche.
Inoltre, i saponi vegetali naturali, sono prodotti non testati sugli animali e privi di grassi animali.
Sui saponi naturali c'è un mondo da scoprire, fatto di erbe e fiori profumati, oli idratanti e nutrienti, per detergere il tuo corpo dalla testa fino ai piedi.

I saponi naturali per l'igiene personale possono essere di vario tipo. Quelli principali sono:

Saponi Spugna (Naturali)

Il sapone spugna è un interessante prodotto innovativo, a base di sapone naturale integrato con una morbidissima spugna, per pulire, purificare e detergere la pelle in profondità. Due prodotti in uno! Una soluzione comoda, pratica, efficace e perché no, un ottima idea regalo!

Leggi anche il nostro articolo: Sapone Nero

Saponi Naturali