Origini e curiosità sull’olio di sandalo

L'olio di sandalo, ed il suo corrispettivo aroma, si ottengono della corteccia di un arbusto noto come sandalo citrino, originario di India, Australia e Indonesia.

È considerato un olio sacro dalla religione buddista ed è infatti spesso usato per favorire la preghiera, la meditazione e le pratiche yoga.

Tutti gli usi e i pregi del sandalo

L’olio di sandalo è particolarmente apprezzato in ambito cosmetico e per l’aromaterapia. La medicina ayurvedica lo utilizza infatti per il trattamento di alcuni disturbi psico-fisici e pare che le sue virtù – che vedremo tra poco - agiscano realmente sul benessere del corpo e della mente.

L’olio di sandalo è un ingrediente facilmente reperibile in commercio e con il quale si creano prodotti per l’igiene del corpo, per la bellezza e per la profumazione degli ambienti. Attraverso un qualsiasi diffusore per oli essenziali si rendono infatti più accoglienti i luoghi in cui si vive senza ricorrere a prodotti chimici e industriali.

Gli oli essenziali sono infatti prodotti naturali sicuri per la salute che possono essere applicati anche direttamente sulla pelle. Il sandalo è un profumo molto usato anche sotto forma di bastoncini da ardere.

Il prezzo dell’olio essenziale puro è abbastanza elevato tuttavia si tratta di un prodotto versatile e multiuso che può essere usato in tantissimi modi e per svariate finalità diverse. Ne servono inoltre solo poche gocce per ottenere eccellenti risultati.

I benefici del profumo sulla mente

Il profumo di sandalo agisce sulla mente con effetti simili all’olio essenziale di neroli. Ha infatti proprietà calmanti sul sistema nervoso, riduce le tensioni e favorisce il rilassamento.

Se usato come profumatore di ambienti può essere sfruttato per l’aromaterapia: come anche l’olio essenziale di rosa damascena, dimostra proprietà antidepressive ed è inoltre un efficace afrodisiaco. Non a caso infatti, il sandalo è una fragranza molto apprezzata anche per le profumazioni del corpo e per facilitare le pratiche di yoga tantrico.

Oltre a profumare gli ambienti in cui si vive, gli incensi a base di sandalo sono anche utili per purificare le stanze dalle energie negative. Sono ottimi per meditare e favoriscono un’atmosfera armoniosa e serena.

Le virtù del sandalo sul corpo

Il sandalo rivela sulla pelle proprietà purificanti e antisettiche ed è quindi consigliato per detergere la pelle con delicatezza. L’olio di sandalo è ideale per i massaggi ma non è raro trovarlo anche come ingrediente all’interno di saponi e detergenti per il corpo.

L’olio di sandalo si pregia inoltre di virtù antinfiammatorie ed è per questo spesso usato nelle creme corpo naturali. Il sandalo vanta inoltre proprietà cicatrizzanti ed è quindi un buon rimedio in caso di piccole ferite e scottature. Grazie infine alle proprietà astringenti, può essere applicato sul viso per ridurre i pori dilatati.

La medicina ayurvedica utilizza il legno di sandolo anche per scopi alimentari: si ritiene infatti che stimoli la diuresi e che favorisca la guarigione delle vie urinarie. Il suo profumo distende la mente e favorisce il relax.