Informazioni botaniche sulla Rhodiola Rosea

La Rodiola, o Rhodiola Rosea, il cui nome significa rosellina, è una pianta originaria delle regioni montuose dell’Eurasia, delle Alpi e in generale dei climi freddi dell’emisfero boreale.

La pianta ha l’aspetto di piccoli cespugli alti al massimo 30 cm, le foglie sono spesse e tendono al verde/azzurro, i fiori sono invece gialli, rossi o arancioni e hanno un profumo dolciastro.

Nelle formulazioni in commercio è impiegata principalmente la radice di questa pianta che, a tale proposito, è definita anche radice d’oro o radice artica.

Composizione

La Rodiola possiede numerose caratteristiche che la rendono una pianta officinale: storicamente le foglie erano impiegate per combattere le ustioni e le irritazioni della pelle, i fiori erano usati per combattere disturbi intestinali e la radice, la parte più preziosa, veniva utilizzata in molti modi grazie alle sue infinite proprietà.

Al giorno d’oggi si sa che i composti farmacologicamente attivi della radice di Rodiola sono:

  • Salidroside noto anche come rodioloside che influenza i livelli di dopamina, noradrenalina, serotonina inibendo l’enzima responsabile della loro degradazione, migliorando le attività metaboliche e intellettuali.
  • Acidi organici (gallico, caffeico, clorogenico) che hanno funzioni antiossidanti, antinfiammatorie e di acceleratori del metabolismo.
  • Flavonoidi, antiossidanti che agiscono sui radicali liberi contrastandone gli effetti.

Proprietà e benefici della Rhodiola Rosea

Le sostanze che si ricavano dalla radice di Rodiola sono note da millenni per la loro funzione adattogena, ossia per la capacità di aiutare a rinvigorire il corpo e la mente migliorando la resistenza e le difese dell’organismo e stimolandolo di fronte a situazioni di stress psicofisico.

Grazie all’azione di glicosidi come il salidroside, la rodiola aiuta nel rinvigorimento e nel sostegno delle funzioni metaboliche di fegato, muscoli e cuore e, contemporaneamente, avendo un effetto antidepressivo, favorisce la concentrazione e le capacità intellettuali.

Possiede inoltre proprietà antiossidanti date dalle alte concentrazioni di flavonoidi e di acidi organici che contrastano l’effetto dei radicali liberi e di conseguenza l’invecchiamento cellulare con azioni anti aging.

Secondo alcuni studi la Rhodiola Rosea avrebbe proprietà antifame, lipolitiche e una funzione di acceleratore del metabolismo che la vedono sempre più spesso impiegata come coadiuvante nelle diete ipocaloriche.

La Rodiola svolge inoltre un’attività cardioprotettiva, tonica, immunostimolante.

In commercio la rodiola esiste in diverse forme: è possibile acquistare in capsule, tisane, polveri o tinture madri.

Controindicazioni

E’ importante seguire le indicazioni sulla confezione per non andare incontro ad effetti collaterali dovuti ad un sovradosaggio. Difatti, se assunta in dosi elevate la Rhodiola può provocare insonnia, ansia, agitazione e irritabilità pertanto si consiglia di utilizzarla con attenzione.