Come conoscere ed apprezzare il riso thai

Il riso Thai, noto anche come riso Jasmine, è una varietà di riso originaria della Thailandia. Si riconosce per l’aspetto oblungo dei suoi chicchi - molto simili infatti a quelli del riso basmati - e soprattutto per il marcato e fantastico aroma che emana. Si tratta infatti di una qualità di riso nota e apprezzata specialmente per il suo profumo.

Il colore del riso thai, come anche i tempi di cottura, cambiano a seconda delle specifiche varietà.

La qualità bianca ha un colore chiaro e cuoce solitamente in breve tempo; è ideale quindi per preparare piatti veloci e poco impegnativi. La varietà nera, così come quella integrale, richiede invece tempi di cottura prolungati e si presta dunque per preparazioni più complesse e articolate. La varietà rossa infine, si caratterizza per tempi di cottura medi ed è consigliata soprattutto per le preparazioni dolciarie.

Il tempo necessario per la cottura di questo riso oscilla in genere tra i 10 a i 35 minuti.

Valori nutrizionali per 100 g di Riso Thai
Valore energetico 345 Kcal
Carboidrati 78,3 g
Proteine 6,6 g
Fibre 1,4 g
Grassi totali 0,6 g
Grassi saturi 0,2 g
Sodio 0,005 mg

Alcuni consigli su come cucinarlo

Le cotture più idonee per la preparazione del riso thai sono la bollitura in acqua salata e il metodo pilaf. I chicchi di questo riso, che una volta lessati si mantengono ben distinti e separati gli uni dagli altri, sono ideali per preparare ricette di primi piatti e contorni. Sono perfetti per le insalate di riso ma anche per veloci e sfiziosi antipasti.

Data la notevole fragranza che sprigiona in cottura, il riso thai si presta egregiamente anche per essere cucinato in modo semplice e veloce. Per tutti coloro che hanno poco tempo o che desiderano saziarsi con leggerezza questo riso potrebbe rivelarsi infatti un’insospettabile risorsa.

Il riso thai può essere servito in bianco o con davvero poco condimento rivelandosi comunque un piatto nutriente e invitante. È ideale quindi per chi desidera mantenersi in forma, per chi segue diete dimagranti e anche per quei soggetti debilitati che necessitano di seguire, per motivi di salute, un’alimentazione leggera e con pochi grassi.

Questo riso delicato e dal sapore leggermente speziato si presta bene in abbinamento alle verdure (soprattutto zucchine e melanzane) e al latte di cocco. Per esaltarne ulteriormente il sapore può essere utile arricchirlo con spezie ed erbe aromatiche.

Dal riso thai si può ottenere anche una farina aromatica con la quale realizzare torte e dolci di vario genere. Dalla farina di riso si realizza infine anche una tradizionale pasta di riso nota come noodles o spaghetti orientali.