Informazioni generali sul riso integrale

Il riso integrale è un tipo di riso comune a cui viene lasciata la lolla, ovvero la membrana scura che ricopre il chicco, facendo sì che tale prodotto sia molto ricco di fibre e altre sostanze benefiche.

Il riso è una pianta erbacea con un'altezza che varia da 120 a 195 cm (ma può raggiungere anche 5 metri di altezza), ed è appartenente alla famiglia delle Gramineae. Le sue origini non sono ancora certe, tuttavia sono in molti a sostenere che le varietà più antiche di riso siano comparse oltre quindicimila anni fa nel territorio himalayano. Il riso ha dunque origini asiatiche ed è un alimento che costituisce il cibo principale per gran parte della popolazione mondiale (circa la metà) mentre la sua produzione si è successivamente diffusa in Mesopotamia, Egitto, Persia ed infine in Europa.

In Italia la produzione del riso è avvenuta in epoche più recenti tanto che nel '400 era considerato un costosissimo alimento d'importazione. L'Italia è ad oggi il principale produttore europeo di riso nonché il ventisettesimo a livello mondiale con 1,44 milioni di tonnellate prodotte esclusivamente nel 2005. La coltivazione di questo alimento è concentrata principalmente nelle regioni della Lombardia e del Piemonte ma anche in Emilia-Romagna, in Veneto, in Sardegna ed in Calabria.

Il riso integrale è un cereale consigliato da moltissimi nutrizionisti, non solo perché facilita il dimagrimento ma anche a causa delle sue numerose qualità benefiche, inoltre è considerato anche molto più sano del riso bianco, tanto da renderlo una delle scelte migliori per un'alimentazione corretta.

Proprietà e benefici del riso integrale

Il riso integrale è un alimento ricco di selenio che riduce il rischio di sviluppare affezioni legate al cuore, artrite o anche malattie come il tumore. Data un'ottima percentuale di manganese (una tazza contiene circa l'80% necessario al nostro fabbisogno quotidiano) presente in questo riso, esso svolge anche una funzione benefica rivolta al sistema nervoso e riproduttivo ed essendo un grano intero e non raffinato è anche in grado di contrastare colesterolo alto e malattie cardiache ed aiuta a prevenire i calcoli biliari.

É ricco di antiossidanti e di fibre, utili nella prevenzione di cancro al colon ma anche molto efficaci come regolatori intestinali, inoltre è considerato un prodotto di ottima scelta per i soggetti diabetici dal momento in cui aiuta a controllare i livelli di zucchero presenti nel sangue nonché ideale per i bambini per le sue proprietà nutritive che favoriscono la crescita.

Valori nutrizionali per 100 g di Riso Integrale
Parte edibile 100%
Valore energetico 337 Kcal
Acqua 12 g
Proteine 7,5 g
Grassi totali 1,9 g
Colesterolo 0 g
Carboidrati 77,4 g
Amido 69,2
Zuccheri solubili 1,2 g
Fibra totale 1,9 g
Calcio 32 mg
Potassio 214 mg
Ferro 1,6 mg
Sodio 9 mg
Fosforo 221 mg
Tiamina, vitamina B1 0,48 mg
Riboflavina, vitamina B2 0,05 mg
Niacina, vitamina B3 o PP 4,70 mg
Vitamina E, alfa-tocoferolo 0,7 mg

Il riso integrale è utilizzato anche nei trattamenti contro la candida dimostrandosi particolarmente valido anche per le donne in post-menopausa affette da pressione alta, colesterolo alto o altre malattie cardiovascolari. Questo prodotto è da tempo molto apprezzato in caso di convalescenza proprio perché aiuta il sistema immunitario, risulta facilmente digeribile ed è ricco di micronutrienti.

Riso integrale in cucina

Il riso integrale è un prodotto molto apprezzato grazie alle sue proprietà tuttavia per gustarlo al meglio, mantenendo al contempo tutte le sostanze nutritive, è utile sapere che andrebbe sciacquato sotto l'acqua corrente prima della cottura per poi aggiungerlo all'acqua bollente o al brodo, a seconda della ricetta utilizzata, e cucinato per circa 45 minuti. Il riso integrale è utilizzato solitamente come piatto principale o come contorno ma è impiegato anche nella produzione di snack come ad esempio gallette di riso.