Prodotti Takionic: nascita e funzioni

L’origine dei prodotti Takionic risale all’inizio degli anni 90, quando D. Wagner, insieme ad altri scienziati, fondò la Advanced Tachyon Technologies. Il progetto del gruppo era tanto chiaro quanto ambizioso: applicare e sfruttare l’energia tachionica in campo medico.

La fisica moderna, con il termine energia tachionica, indica una fonte di energia libera che corre a velocità superiore a quella della luce, permeando tutto l’universo. Proprio per tale ragione, Nicola Tesla, uno dei tanti scienziati che si cimentò nel suo studio, la definì “energia cosmica”.

Ma in cosa consiste, di preciso, la proprietà di questa energia primordiale? Diversi studi e ricerche, che si sono susseguiti nel corso del XX secolo, hanno osservato gli effetti che l’energia tachionica produce sul creato e sugli esseri umani che lo abitano.

Questo flusso di particelle libere, se assorbito, permette ad ogni sistema biologico di rigenerarsi e ritrovare il proprio equilibrio fisico. Purtroppo, oggi, tale possibilità di autoguarigione è spesso impossibilitata, poichè tra il flusso di energia e gli organismi biologici possono insistere degli ostacoli. Una situazione che, in epoca moderna, si propone, a dire il vero, con grande frequenza.

Basti pensare alle onde elettromagnetiche inquinanti che vengono generate da diverse fonti: dai cellulari ai computer, dai televisori agli elettrodomestici. Un “avvelenamento” invisibile e costante che pregiudica le straordinarie potenzialità di questa energia primaria.

Quindi, fatta questa breva premessa, possiamo tradurre e semplificare la scommessa del dottor D.Wagner in questi termini: creare strumenti o prodotti da indossare, che mettano l’uomo in condizione di ricevere e assimilare il flusso di energia tachionica.

Dal 1991 ad oggi, l’Advanced Tachyon Technologies, mette in commercio diverse tipologie di prodotti da indossare e applicare al corpo. Il comune denominatore di questi ritrovati consiste nello speciale materiale tachionizzato, il quale funziona come una magnete che cattura, attira a sé, l’energia primordiale. In questo modo, il prodotto azzera gli effetti negativi delle onde elettromagnetiche inquinanti e trasmette energia a tutto l’organismo: alle cellule, ai tessuti, agli organi. Infatti, si ritiene, che la base di ogni malattia, di ogni disturbo e deterioramento sia fisico che psichico, sia dovuta ad un ostruzione o ad una perturbazione del flusso di energia tachionica che genera, all’interno dell’organismo, disordine e squilibrio a livello molecolare.

Dunque, acquistare e indossare i prodotti Takionic sul proprio corpo, rappresenta, per tutti, la possibilità di automedicarsi e di ritrovare, con facilità, il proprio equilibrio energetico.

Le proprietà specifiche

Il ripristino del proprio equilibrio energetico, attraverso la ricezione dell’energia primordiale, agisce sull’organismo umano in maniera globale, apportando benessere e salute al nostro corpo. Vediamo ora, con ordine, quali sono i benefici che derivano dall’utilizzo di questa particolare gamma di prodotti.

  • Rallentano l’invecchiamento: ricerche scientifiche condotte negli Stati Uniti e in Giappone dimostrano che indossare prodotti Takionic contribuisce a rallentare il processo degenerativo del DNA, allungando, di conseguenza, la vita.

  • Permettono un rapido recupero dagli affaticamenti muscolari, proteggono le articolazioni, aiutano a ricostruire un muscolo sfibrato. Sono efficaci contro gli strappi, i problemi ai legamenti, i problemi osteo-articolari e lombari. Dimostrazione concreta di questa capacità è l’esperienza di Sherri Howard, atleta statunitense che, dopo un infortunio, fu protagonista di un recupero prodigioso che gli permise, nell’incredulità generale, di partecipare alle Olimpiadi di Barcellona del 1992.

  • Rinforzano il sistema immunitario: i prodotti Takionic agiscono sulla ghiandola pineale, permettendole una produzione abbondante di melatonina, una sostanza che, se presente in quantità consistenti nel nostro organismo, lo protegge dal rischio di malattie.

  • Aiutano a migliorare la vista, a dormire più profondamente e a ridurre il gonfiore delle palpebre.

  • Favoriscono la circolazione e migliorano l’assorbimento di ossigeno nel sangue, l’assimilazione delle sostanze nutritive e l’eliminazione di residui e tossine.

  • Sono un efficace aiuto per chi soffre di sinusite, aerofalgia, colite, acufene, morbo di Crohn e sindrome di Raynauds.

Bisogna segnalare, infine, che queste indicazioni hanno carattere puramente divulgativo e non possono, pertanto, sostituire il parere del medico.

Tipologia di prodotti

Uno degli aspetti più sorprendenti della terapia tachionica è la facilità e l’efficacia con cui agisce. Accedere ai benefici, che questa energia primaria è in grado di apportare al nostro organismo, è semplice: basta indossare o applicare questi prodotti sulle parti di corpo interessate e colpite da un disturbo.

La terapia tachionica si inserisce comodamente e senza sconvolgimenti nella nostra quotidianità, attraverso diverse forme: una suoletta da applicare sulle scarpe, un pettine, una fascia per capelli, una maschera per gli occhi, un cuscino, un bracciale, un ciondolo o una crema da spalmare sulla propria pelle.

L’Advanced Tachyon Technologies produce e distribuisce sul mercato prodotti di diverso genere: da articoli sportivi fino ad articoli di cosmesi e di bigiotteria. In questo variegato panorama ciò che non muta, da prodotto a prodotto, è il materiale utilizzato. In ogni elemento, rigorosamente realizzato con minerali piezoelettrici micronizzati, è sempre conservato l’intero potenziale del continuum energetico, che porta nell’organismo ordine, salute e ringiovanimento.

L’energia tachionica nella cultura orientale e occidentale

La conoscenza di un’energia primordiale, che attraversa e permea ogni angolo dell’universo, non rappresenta l’esclusiva di una scoperta moderna, ma il raggiungimento di una vetta e di un sapere a cui hanno anche contribuito numerose civiltà del passato.

In India, fin dal 5000 a.C, questa energia universale era denominata Prana e considerata il principio base e la fonte di tutta la vita. Ma non solo. In alcuni antichi testi indiani, sono state trovate, pagine dedicate all’uso terapeutico dell’energia vitale.

In Cina, invece, il termine utilizzato per indicare questa energia che impregna la materia animata e inanimata del cosmo, era Chi. Per quanto riguarda il Giappone, questa energia veniva denominata Ki, parola che indica un’energia sottile e dinamica che attraversa tutte le cose. Infine, anche gli Egizi conoscevano bene questo fenomeno. La scienza, infatti, ha scoperto che le piramidi sono dei grossi accumulatori energetici, la cui energia vitale o Sekhem, si concentra a 2/3 di altezza, nella camera del re.

Nella cultura occidentale, invece, le prime testimonianze risalgono al 500 a.C. I primi a riconoscere l’esistenza di un’energia vitale, in grado di produrre effetti benevoli sull’organismo e curare alcune malattie, furono i pitagorici.

Non mancarono nel pronunciarsi su questo argomento anche filosofi e studiosi celebri, come Platone ed Ippocrate. Quest’ultimo, in particolare, sosteneva che il corpo è attraversato da energia e che ogni malattia è causata dallo squilibrio e dalla carenza di quest’ultima.

Un’intuizione felice e azzeccata che, ancora oggi, rappresenta il fondamento logico della terapia tachionica.