Qualità e virtù di un ortaggio inimitabile

Il pomodoro (Solanum lycopersicum) è una pianta annuale di origine americana che fu importata in Europa durante il XVI secolo.

È un ortaggio ricchissimo di principi nutritivi ed è al contempo povero di calorie, grassi e colesterolo. Le vitamine presenti in maggiore quantità sono la vitamina A e la vitamina C.

È un’importante fonte di carotene (beta e alfa), una sostanza utile per la salute degli occhi, delle ossa e delle cellule. Previene le scottature solari e riduce il rischio di insorgenza dei tumori.

Grazie alla presenza degli antiossidanti, il pomodoro contrasta l’azione dei radicali liberi e previene la degenerazione e l’invecchiamento delle cellule.

Tra i maggiori pregi del pomodoro possiamo ricordare inoltre le sue proprietà diuretiche e digestive. È molto utile in caso di problemi intestinali ed è ricco d’acqua e di sali minerali fondamentali come Fosforo, Potassio e Calcio. Favorisce l’equilibrio della flora intestinale e migliora la fluidificazione del sangue.

È un ortaggio adatto alle diete ipocaloriche ed è un valido alleato contro i crampi muscolari. Grazie al basso contenuto di zuccheri, è un alimento indicato per chi soffre di diabete.

Valori nutrizionali per 100 g di Pomodoro
Valore energetico 74 Kcal
Grassi totali 0,2 g
Carboidrati 3,89 g
Proteine 0,88 g
Fibre 1,2 g
Zuccheri 2,63 g
Acqua 94,52 g
Calcio 10 mg
Sodio 5 mg
Fosforo 24 mg
Potassio 237 mg
Ferro 0,27 mg
Magnesio 11 mg
Zinco 0,17 mg
Rame 0,059 mg
Manganese 0,114 mg
Selenio 0 mcg
Tiamina, vitamina B1 0,037 mg
Riboflavina, vitamina B2 0,019 mg
Niacina, vitamina B3 o PP 0,594 mg
Acido Pantotenico, vitamina B5 0,089 mg
Piridossina, vitamina B6 0,08 mg
Vitamina C 13,7 mcg
Licopene 2573 mcg
Carotene alfa 101 mcg
Carotene beta 449 mcg
Folati totali 15 mcg

Curiosità e cenni storici

Il pomodoro, per via del suo presunto potere afrodisiaco, era in passato chiamato pomme d’amour (pomo d’amore). Anche in altre culture questo prodotto è tradizionalmente legato alla passione e al sentimento.

L’origine etimologica del termine (pomo d’oro) deriva invece dal colore ambrato che caratterizzava il frutto in passato. Altri ritengono invece che il nome derivi da “pomo dei Mori”, sottolineando in tal modo la diffusione di questo ortaggio presso le antiche popolazioni d’Oriente.

Inizialmente questo frutto era considerato velenoso e per questo inutilizzabile in cucina; il suo colore allegro e sgargiante veniva però sfruttato per decorare balconi e giardini.

Il pomodoro è particolarmente ricco di licopene, una sostanza dalle proprietà antiossidanti che se estratta e impiegata per la preparazione di creme contrasta in modo naturale l’invecchiamento della pelle.

Alcuni suggerimenti per la coltivazione

Per coltivare questa pianta è necessario che i semi siano piantati in terreni secchi, concimati e con un buon apporto idrico. L’habitat ideale per la sua crescita sono gli spazi ben esposti al sole, protetti dai venti gelidi e caratterizzati da temperature miti.

Quando la pianta raggiunge un’altezza di circa 20 centimetri è necessario dotarla di un sostegno che la mantenga nella giusta posizione durante la crescita.

Consigli in cucina (e non solo…)

Le varietà del pomodoro sono numerose e a seconda della qualità esso varia in sapore, forma e colore. Facendosi consigliare da un fruttivendolo esperto si possono associare le diverse tipologie di pomodoro in commercio a seconda degli impieghi culinari.

I pomodori ciliegia e i pomodori dattero ad esempio, per via del loro gusto dolce e della loro forma minuta sono particolarmente adatti per essere consumati freschi o per preparare confit.

Per preparare invece sughi o passate con cui condire pasta e risotti la scelta ideale ricade sul pomodoro allungato.

La varietà tonda è invece perfetta ripiena, gratinata in forno e per preparare l’insalata caprese.

Il pomodoro si presta inoltre per essere fritto, essiccato, sbollentato, e preparato come zuppa e centrifuga.

La polpa di pomodoro, filtrata e privata dei semi, può essere anche applicata e massaggiata sulla pelle dopo aver effettuato una pulizia del viso.

Il potere antiossidante del licopene presente all’interno del pomodoro, agirà come tonico naturale sulla pelle. Il pomodoro ha inoltre la capacità di detergere la cute, ridurre i pori dilatati e ostacolare l'insorgenza dell’acne.

Quando evitarlo

Il pomodoro, in quanto fonte di istamina, può provocare reazioni allergiche.

Può inoltre causare o implementare: acidità di stomaco, dolori addominali e infiammazioni all’apparato digerente.