Le droghe ad azione adattogena sono indicate in tutti i casi di stress, surmenage, tensioni, eccessivo affaticamento ecc.

Lo stress è sempre esistito e fa parte della nostra vita e della nostra natura. Non è possibile evitarlo. Molti pensano che solo situazioni o avvenimenti negativi, come la perdita del lavoro, una malattia improvvisa e grave, la morte di una persona cara, il divorzio o una separazione possano causare tensione e stress, ma in verità anche situazioni positive, come un matrimonio, una nascita possono essere all'origine dello stress. Lo stress insorge nel momento in cui nella nostra vita avviene un qualsiasi cambiamento. L'essere umano è abitudinario e teme tutto ciò che è sconosciuto.

Nello schema riportiamo alcuni fattori di stress in ordine decrescente.

Nella società moderna, sempre più controllata e ordinata, lo stress è in aumento, è diventato una malattia nel mondo occidentale, specifico del suo stile di vita, tutto proteso a produrre, a guadagnare.

Elenco, in ordine decrescente, di alcuni fattori di stress
Altissimo rischio morte di un partner, divorzio o separazione, condanna al carcere, morte di un parente stretto, ferite o malattie personali gravi, licenziamento, matrimonio, trasloco
Alto rischio riconciliazione con il partner, pensionamento, malattia grave di un membro della famiglia, gravidanza, problemi sessuali, nascita di un figlio, cambiamento di lavoro, problemi finanziari, morte di un caro amico
Rischio moderato discussioni in famiglia, farsi carico di un mutuo oneroso, azione legale per un debito, nuove responsabilità al lavoro, figlio che inizia e finisce la scuola, figlio che se ne va di casa, difficoltà con i parenti acquisiti, cambiamento delle condizioni di vita, problemi con il datore di lavoro o con il capufficio, un grosso mutuo
Basso rischio cambiamento delle condizioni lavorative, cambiamento di scuola, vacanze, violazioni di lieve entità della legge, unirsi o lasciare un gruppo sociale, modesto mutuo, un debito

L'uomo moderno occidentale, e ora anche quello orientale, viene sempre più spesso sottoposto a tensioni di ogni genere, in una società che concede sempre meno tempo al rilassamento.

Se non si riesce a tenere lo stress sotto controllo si rischia di rovinare la salute e di scatenare malattie psicosomatiche e organiche quali gastriti, duodeniti, ulcere gastriche e duodenali, coliti, colite ulcerosa, sindrome del colon irritabile, emicranie, cefalee, cervicalgie, lombalgie, ipercolesterolemie, ipertensione con le sue complicanze (infarti, ictus cerebrali), impotenza, sterilità, artriti.

Lo stress è un segnale che va interpretato e compreso. Spesso è difficile capire fino a che punto si è stressati, tuttavia vi sono alcuni segnali tipici facili da individuare come: sentirsi spesso stanchi, dormire male, aver spesso voglia di piangere, scattare e gridare con chi ci è attorno in casa e al lavoro, avere la sensazione di non farcela, bere e fumare di più per far fronte alle situazioni difficili, avere difficoltà a concentrarsi, a prendere decisioni, aver minor desiderio sessuale, giocherellare nervosamente con le dita, mangiarsi le unghie o toccarsi continuamente i capelli, avere sempre più difficoltà a parlare con la gente, mangiare quando non si è affamati o saltare i pasti, diminuzione o scomparsa del senso dell'humour, sentirsi sospettosi nel confronto con gli altri.

Quindi, quando si è stressati è importante imparare a scaricare giornalmente la tensione attraverso tecniche di rilassamento (training autogeno, yoga, meditazione), sport e alimentazione. È essenziale alternare momenti di stress con momenti di rilassamento, facendo qualcosa che liberi la mente dai problemi, come per esempio interrompere un attimo il lavoro e farsi una bella tisana distensiva, fare un po' di rilassamento, un po' di movimento come una piccola passeggiata oppure ascoltare musica rilassante, fare una visualizzazione positiva. Fare del giardinaggio, passeggiare in montagna, in riva al mare, al lago, praticare regolarmente uno sport sono tutte ottime iniziative per eliminare lo stress.

Dunque per combattere lo stress è necessario:

• fare vacanze regolari o meglio ancora suddividerle in diversi periodi;
• praticare una regolare attività fisica;
• praticare qualche tecnica di rilassamento (yoga, tai-chi, meditazione);
• consumare pasti regolari e sani con cibi naturali;
• evitare l'abuso di caffeina, alcol e tabacco;
• bere tisane sedative, distensive adattogene;
• imparare ad affrontare con calma i problemi, sia di lavoro che sentimentali, e cercare di risolverli;
• imparare a riconoscere il proprio limite di stress e non oltrepassarlo.

Stress e attività fisica

È stato dimostrato che una regolare attività fisica, anche blanda, riduce lo stress. Non è necessario fare grandi sforzi. Da uno studio fatto in America e riportato su Jama si ricava che una passeggiata di almeno un quarto d'ora ogni giorno riduce lo stress.

Alimentazione e stress

L'alimentazione è un importante alleato nella lotta contro lo stress. Le ricerche dimostrano che periodi prolungati di tensione quotidiana indeboliscono il sistema immunitario, per cui si ha un'elevata incidenza di diverse malattie come un semplice raffreddore, una tosse, influenze ma anche malattie molto più gravi e croniche.

Quando si è sotto stress alcune sostanze nutritive vengono esaurite più velocemente e quindi l'organismo ha bisogno di un apporto supplementare di carboidrati complessi, Vitamina C, zinco, magnesio, vitamine del gruppo B, Vitamina E, betacarotene, bioflavonoidi.

Le vitamine del gruppo B intervengono a produrre energia e a mantenere il sistema nervoso sano. Si trovano nella verdura di colore verde (broccoli, fagiolini), in alcuni frutti freschi (meloni, ribes, mirtilli, arance), nel germe del grano, nei cereali integrali, nei latticini, nelle patate, negli estratti del lievito, nella frutta secca, nei legumi (piselli, fagioli, lenticchie).

La Vitamina C aiuta l'organismo a combattere le infezioni, ad accelerare la guarigione delle ferite. È presente nella frutta fresca, agrumi, kiwi, ribes nero, succhi di frutta, verdura fresca (cavoli, broccoli, peperoni)

Lo zinco è necessario per combattere le infezioni e ottimizzare l'efficienza del sistema immunitario. Si trova nel tuorlo dell'uovo, nella frutta secca, nei cereali integrali, nei frutti di mare.

I carboidrati complessi forniscono all'organismo un apporto energetico costante e hanno un effetto calmante. Ne sono ricchi pane, pasta, riso, legumi.

Il magnesio, il betacarotene e la Vitamina E impediscono la formazione dei radicali liberi, l'ossidazione delle membrane e l'invecchiamento dei tessuti e delle cellule.

Queste le regole essenziali per combattere lo stress: i pasti devono essere leggeri e frequenti, a base di carboidrati complessi come pasta, pane, riso e patate. Se si è stanchi, ricordiamoci di non assumere zuccheri raffinati (dolci, biscotti, torte) perché possono provocare cali di energia. Lo zucchero raffinato presente nei dolci è facilmente digeribile, dà subito una brusca sferzata di energia, perché entra velocemente ne circolo sanguigno, ma dopo circa mezz'ora aumenta il senso di affaticamento.

Anche lunghi intervalli di tempo fra un pasto e l'altro possono abbassare il livello di glucosio nel sangue e dare affaticamento e stanchezza; quindi è importante rispettare l'orario prestabilito per i pasti. Il pasto poi deve essere consumato con calma, senza sollecitazioni, dimenticando i vari impegni e compiti che devono essere portati a termine durante la giornata.

Per combattere lo stress in fitoterapia si utilizzano le piante adattogene che mettono in grado l'organismo di sopportare meglio le situazioni di stress psico-fisico; se lo stress è soprattutto nervoso conviene utilizzare piante ad attività sedativa-calmante quali passiflora, valeriana, melissa, biancospino, luppolo, ballota, magari in miscela.

Cibi consigliati

• frutta secca
• uova, pane integrale
• frutta (ribes, mirtilli, arance, kiwi)
• verdure fresche (broccoli, fagiolini, patate, meloni)
• latticini
• polline
• molluschi

Cibi sconsigliati

• alcol e superalcolici
• zuccheri raffinati (dolci, biscotti, torte)

Le principali piante medicinali ad azione adattogena sono:

Eleutherococcus senticosus | radix | Eleuterococco
Panax ginseng | radix | Ginseng
Schizandra sinensis | fructus | Schizandra
Withania somnifera | radix | Withania

Si utilizzano in tintura, da sole o associate fra loro.

Decotto adattogeno

dott. Zambotti

  • Panax ginseng | radix | 60 g
  • Astragalus mambranaceus | radix | 20 g
  • Glycyrrhiza glabra | radix | 20 g

Decotto 4%. Fare bollire per 15 minuti. Una tazza 2-3 volte al giorno (al mattino, ore 10:30-11, ore 16)

Decotto tonico adattogeno

dott. Zambotti

  • Panax ginseng | radix | 40 g
  • Eleutherococcus senticosus | radix | 40 g
  • Glycyrrhiza glabra | radix | 20 g

Decotto 4%. Far bollire per 15 minuti. Una tazza 2-3 volte al giorno.

Decotto adattogeno-immunostimolante

dott. Zambotti

  • Eleutherococcus senticosus | radix | 40 g
  • Withania somnifera | radix | 30 g
  • Cinnamomum zeylanicum | cortex | 15 g
  • Zingiber officinale | radix | 15 g

Decotto 5%. Far bollire per 15 minuti. Una tazza 3 volte al giorno.

Tisana tonica adattogena afrodisiaca

dott. Zambotti

  • Panax ginseng | radix | 40 g
  • Turnera afrodisiaca | fructus | 30 g
  • Cinchona succirubra | cortex | 15 g
  • Zingiber officinale | radix | 15 g

Decotto 5%. Far bollire per 15 minuti. Una tazza 3 volte al giorno.

 

 

 

Tratto da "Le Tisane Terapeutiche - Fonte di benessere" di Luciano Zambotti. Tecniche Nuove Editore.