Cos'è il Percarbonato di Sodio?

Il Percarbonato di Sodio è uno sbiancante ecologico molo utile per la rimozione di macchie dal bucato, per il lavaggio delle stoviglie e per disinfettare e igienizzare le superfici della casa.

Non va confuso con il perborato di sodio, che è parte della composizione di molti detersivi e che sembra causare problemi per ciò che riguarda la biodegradabilità e la tossicità per l'uomo e per l'ambiente.

Il percarbonato di sodio non contiene enzimi, tensioattivi o sbiancanti ottici, fosforo o allergeni e si decompone senza inquinare.

Proprietà e benefici del Percarbonato di Sodio

Generalmente, gli sbiancanti tradizionali reperibili nei comuni detersivi per il bucato agiscono come sbiancanti ottici: il principio per cui funzionano è che riflettendo la luce fanno in modo che l’occhio non percepisca più la macchia.

Questi sbiancanti sono dannosi per l'ambiente a causa della loro scarsa biodegradabilità e sono in grado di scatenare reazioni allergiche nell’uomo.

Il percarbonato di sodio invece riesce ad eliminare le macchie perché a contatto con l'acqua si scinde in carbonato di calcio e acqua ossigenata con importanti proprietà smacchianti.

Questa reazione avviene già a 30 °C quindi permette di effettuare il lavaggio a basse temperature.

Inoltre, grazie alla capacità disinfettante il carbonato di sodio è indicato e consigliato anche per il comune lavaggio delle stoviglie e per quello di sanitari, pavimenti e fornelli.

Come utilizzare il Percarbonato di Sodio

  • Per il bucato: il sodio percarbonato trova largo impiego sia per sbiancare i capi bianchi che ingrigiscono e ingialliscono, sia per il normale lavaggio degli indumenti colorati.

    Può essere utilizzato su capi di cotone o altre fibre, ma si consiglia di fare attenzione con capi di lana, lino, pelle o seta.

    Per il lavaggio in lavatrice è sufficiente inserire un cucchiaio di percarbonato di sodio direttamente nel cestello e procedere con un normale programma di lavaggio ad una temperatura di almeno 30°C.

    Si ricordi che per aumentare il potere smacchiante basta incrementare la quantità a due cucchiai anziché uno.

    Per il lavaggio a mano, si aggiunge un cucchiaio di percarbonato al bucato in ammollo in acqua tiepida.

    In caso ci sia bisogno di un prelavaggio per rimuovere macchie difficili si consiglia di lasciare in ammollo per circa due ore i capi bianchi e circa un’ora i colorati. Al termine dell’ammollo di prelavaggio si può procedere al normale lavaggio a mano o in lavatrice.

    Se si vuole evitare di mettere i capi in ammollo per delle ore si possono trattare le macchie difficili applicando la polvere di percarbonato direttamente sulla macchia, si lascia in ammollo il capo cinque-dieci minuti e poi si effettua il lavaggio.
  • Per le stoviglie: il percabonato di sodio può essere impiegato anche per le stoviglie poiché oltre al potere pulente ha anche la capacità di ammorbidire l’acqua dura.

    Aggiunto al detersivo per i piatti ne potenzia il potere lavante e allo stesso tempo igenizza.

    Per lavare i piatti a mano è sufficiente aggiungere un cucchiaio di percarbonato per ogni litro di acqua di lavaggio; in lavastoviglie viene aggiunto un cucchiaino al normale detergente.
  • Per le superfici della casa: grazie alle sue proprietà disinfettanti, antimicotiche e antibatteriche può essere impiegato per la pulizia della casa.

    Su piastrelle, fornelli, piani della cucina, e anche per i sanitari del bagno si consiglia di sciogliere due cucchiaini di percarbonato di sodio in mezzo litro di acqua, mescolare e versare in un flacone spray. Si utilizza poi spruzzando il liquido sulla superficie da pulire e asciugando con un panno asciutto.

    Per i pavimenti invece si scioglie un cucchiaio in un litro di acqua e si procede alla normale pulizia.

Scritto da Lo staff di Sorgente Natura