Le alternative ai pannolini usa e getta tradizionali

Per una mamma la scelta del pannolino per il proprio figlio può dipendere da diversi fattori, uno di questi è senza dubbio la sensibilità che il genitore nutre nei confronti dell'ambiente attraverso scelte orientate verso prodotti ecologici nel rispetto della natura.

Difficilmente i pannolini usa e getta tradizionali possono riuscire ad esaudire tali esigenze, basti pensare che per realizzare questi tipi di pannolini è indispensabile utilizzare ingenti quantità di acqua, energia e cellulosa.

Ogni bambino, fin dalla nascita, necessita del pannolino per un arco di tempo molto elevato tanto che il consumo medio, calcolato fino all'età in cui cessa il bisogno di adoperarlo, corrisponde circa ad 1 tonnellata, un'impatto ambientale devastante se si considera che a tale quantitativo, per degradarsi, gli occorrono circa 300 anni.

Per tali motivi, le valide alternative ai tradizionali pannolini usa e getta presenti in commercio sono due, sebbene presentino anch'essi degli svantaggi:

  • Pannolini biodegradabili.
  • Pannolini lavabili, detti anche ecologici.

Pannolini Biodegradabili

I pannolini biodegradabili mantengono le stesse caratteristiche dei pannolini tradizionali usa e getta sebbene, a differenza di questi, sono prodotti con materliali ipoallergenici e biodegradabili, sia per limitare l'impatto ambientale, che per preservare la salute del bambino.

Le materie utilizzate per la creazione di tale prodotto consentono di mantenere la pelle del bambino fresca ed asciutta in modo da evitare le eventuali irritazioni della cute mediante una zona traspirante composta da cellulosa e da un bio-polimero, resi impermeabili da una superficie di Mater-Bi, una bioplastica che, a differenza delle altre, è biodegradabile, dimostrandosi in grado di produrre metano, acqua e anidride carbonica quando viene sottoposta ai processi bio-degradativi.

Pannolini Ecologici Lavabili

Questi pannolini sono realizzati in fibre naturali per evitare di favorire quelle problematiche spesso dovute alle sostanze dannose presenti in quelli tradizionali come ad esempio quelle cancerogene, come il benzolo, quelle che possono comportare reazioni allergiche, è il caso del poliacrilato di sodio, o ancora quegli elementi in grado di irritare la pelle, alla maniera del polipropene e del polietilene.

Strutturalmente i pannolini lavabili sono composti da una parte esterna realizzata in fibra biologica o in cotone, con i bordi elasticizzati e del velcro in modo tale da contenere gli strati interni che servono ad assorbire urina e feci impedendone la fuoriuscita.

Comparazione: Vantaggi, Svantaggi, Prezzi e Praticità

Esistono diversi fattori per i quali spesso i pannolini biodegradabili e gli ecologici vengono preferiti a quelli usa e getta tradizionali, tra questi vi è senza dubbio la salute del bambino nonché quella dell'ambiente, tuttavia la scelta tiene conto nondimeno della praticità e del prezzo.

Dal punto di vista economico i pannolini usa e getta biodegradabili non rappresentano una vera e propria alternativa a quelli tradizionali dal momento che il loro costo è pressoché identico, tanto che li si può trovare facilmente anche al supermercato. Nonostante ciò, a parità di prezzo, è dunque consigliabile acquistare un pannolino biodegradabile, così da preservare non solo la salute dell'ambiente in cui viviamo, ma anche quella dei nostri bambini.

Discorso differente per i pannolini ecologici lavabili. Questi, consentono di risparmiare ingenti quantità di denaro dal momento che possono essere riutilizzati.

Un primo riscontro positivo lo si può già constatare da un calcolo relativo alla spesa media dei pannolini tradizionali e di quelli lavabili che ha evidenziato come i secondi consentirebbero un notevole risparmio economico, prevedendo una spesa di circa 700 euro a bambino, mentre il costo relativo ai primi si aggira intorno ai 1500 euro, circa il doppio rispetto a quelli ecologici!

Per quanto concerne il secondo fattore, ovvero la praticità, così come anche i tempi, è lecito constatare come i pannolini biodegradabili siano più comodi rispetto a quelli lavabili, dal momento che una volta utilizzati si possono comodamente gettare nell'immondizia.

Per contro, quelli ecologici, richiedono dunque un processo di lavaggio sia della parte esterna che di quella interna che rappresenta l'unico vero punto debole di tale prodotto. Compiendo questa scelta sarà dunque necessario prendere in considerazione il fattore tempo, nonché la pazienza, sebbene a beneficiare di questa opzione saranno in primis la salute del vostro piccolo e quella del luogo in cui crescerà.

Per lavare questo tipo di pannolino è sufficiente lasciare in ammollo le parti per qualche ora, sia quella interna che quella esterna, in una bacinella con acqua e oli essenziali profumati e successivamente lavarli con detersivi bio.