Cos’è e a cosa serve l'oro colloidale

L’oro colloidale - in modo simile all’argento colloidale e al platino colloidale – è una soluzione naturale composta da acqua e particelle d'oro, utilizzabile sia come integratore alimentare che come rimedio per uso esterno.

Questo composto si trova in vendita in due formulazioni parzialmente diverse, ovvero come oro colloidale ionico e come oro colloidale puro: la prima versione è quella più leggera poiché è composta da piccoli ioni; la seconda formula è invece la migliore in quanto è costituita da vere e proprie particelle di oro puro.

L’oro colloidale può essere assunto per numerose finalità diverse. Esso aiuta sia a risolvere piccoli disturbi di natura psicofisica sia a migliorare le prestazioni e le capacità cognitive. Vediamo ora nello specifico quali sono le sue funzioni e in quali circostanze si consiglia di ricorrere a questa miscela.

Proprietà, benefici e controindicazioni

L’oro colloidale puro agisce in qualità di regolatore ormonale, di energizzante e di antinfiammatorio. In virtù di quest’ultima caratteristica egli è in grado di lenire i dolori che si manifestano a livello articolare e viene perciò indicato dai produttori come un valido analgesico contro artriti, artrosi e reumatismi. La sua azione antiflogistica può essere sfruttata anche per effettuare risciacqui alla bocca e per purificare le vie nasali.

Questo prodotto viene consigliato anche per chi pratica sport, per chi studia e per chi lavora poiché è capace di migliorare l’efficienza motoria, la coordinazione dei movimenti, l’attenzione, la concentrazione e la memoria. Può essere considerato inoltre come una sorta di ricostituente universale in quanto aiuta a rimettersi in forze e a riconquistare la carica energetica perduta.

 

Oro Colloidale Puro

 

L’oro colloidale viene presentato come un efficace supporto per chi si trova in condizioni di affaticamento e di tensione sia fisica che mentale e per chi tende ad essere colpito da momenti di ansia, depressione e da cali del desiderio sessuale. Esso agisce infatti sulle funzioni del sistema nervoso centrale, favorendo e migliorando la trasmissione degli impulsi nervosi.

Questa soluzione viene descritta anche come un efficace coadiuvante per tutti coloro che desiderano uscire da una dipendenza di tipo alimentare o farmaceutico. Riequilibra infatti le normali funzioni fisiologiche del corpo laddove esistano degli squilibri e ne incrementa la vitalità.

Un’ultima ma non meno importante qualità dell’oro colloidale è la sua proprietà antiossidante. Questo prodotto rivela infatti la capacità di ostacolare e rallentare i processi di degenerazione delle cellule con conseguente effetto ringiovanente sia per la pelle che per i tessuti interni del corpo. L’oro colloidale può essere utilizzato anche per uso cosmetico ed essere applicato perciò sulla pelle per un effetto tonico e anti-rughe.

L'oro colloidale non sembra presentare particolari controindicazioni tanto che si pensa possa essere somministrato anche ai bambini; si rimanda al capitolo successivo per maggiori informazioni al riguardo.

Come assumerlo, posologia, effetti collaterali

L’oro colloidale potrebbe essere causa di effetti indesiderati soltanto in soggetti allergici all’oro. Benché le normative europee vietino l’uso di questo prodotto per uso interno, in molti altri paesi viene invece adoperato come vero e proprio supplemento alimentare.

Nei paesi al di fuori dell’Europa il dosaggio suggerito varia a seconda della concentrazione di oro presente all’interno del prodotto: la quantità si aggira di solito intorno ai 15/30 mg quotidiani. Si consiglia comunque di utilizzare l’oro colloidale prima a livello topico per verificare un’eventuale reazione allergica sulla pelle.

Prezzi e dove si compra

Il costo dell’oro colloidale può variare in base alla formulazione della miscela; nel caso si tratti di oro puro, e non ionico, il prezzo medio è pari a circa 25 euro per 100 ml di prodotto. L’acquisto può essere effettuato online e in farmacia. Può essere utile sapere infine che anche il colore dell’oro colloidale può variare in base alla dimensione delle particelle: vira comunque in genere verso i toni del rosso e quelli del giallo ocra.

Scritto da Lo staff di Sorgente Natura