Informazioni botaniche

L'Olivello Spinoso (Hippophae rhamnoides) è il miglior rappresentante del genere Hippophae, che può comprendere, a seconda degli studi presi in considerazione, dalle 7 alle 15 specie.

Tale arbusto abita una vasta area che include buona parte dell'Europa, prediligendo soprattutto le regioni costiere dal momento in cui necessita di molto sole e possiede un'ottima resistenza alla salsedine, mentre sul territorio asiatico è possibile trovarlo nelle zone semi-desertiche della Cina. In genere questa pianta può crescere spontaneamente fino a raggiungere i cinque o sei metri di altezza occupando anche svariate zone subalpine (fino ai 1500 m di altitudine), favorendo in particolar modo i luoghi soleggiati lungo gli argini dei torrenti.

Le foglie di questa pianta sono alterne e caduche mentre i fiori, dalla forma discoidale e dalle piccole dimensioni, sono pigmentati di giallo. I frutti prodotti dall'Olivello spinoso hanno un colore arancio-rosso e crescono ordinati lungo i rami della suddetta pianta. Questi sono molto utilizzati per la preparazioni di succhi e sciroppi tuttavia la loro raccolta risulta molto difficoltosa a causa delle spine che la costituiscono tali per cui è spesso è coltivata per una funzione protettiva finalizzata alla realizzazione di siepi.

Proprietà e benefici dell'olivello spinoso

I frutti ed i semi, ma anche le altre componenti dell'Olivello spinoso sono valutate principalmente per il loro apporto di vitamine A, B1, B12, C, E, K e P, flavonoidi, licopene, carotenoidi e fitosteroli. Terapeuticamente i composti contenuti in tali prodotti sono molto importanti dal punto di vista chimico e non solo, essi possiedono proprietà biologiche e terapeutiche tra cui antiossidanti, cardiovascolari, anticancerose ed antinfiammatorie, dimostrandosi anche preziosi alleati grazie al loro effetto anti-radiazione nonché per il trattamento di ulcere gastrointestinali.

Il suo impiego è inoltre molto utile per contrastare l'aggregazione piastrinica, per il trattamento di problematiche di carattere cutaneo mediante l'utilizzo delle foglie e dei fiori ma anche come strumento in grado di garantire una protezione al fegato.

I frutti dell'Olivello spinoso sono molto utilizzati nell'ambito della medicina popolare per fini lassativi, tuttavia essi possono essere adoperati anche per la prevenzione di malattie infettive e per il trattamento di insufficienze immunitarie. Ad uso esterno essi possono favorire la cura di problematiche della mucosa orale e gengiviti, per merito delle proprietà antinfiammatorie ed astringenti di cui sono provvisti.

Come utilizzare l'olivello spinoso

L'olivello spinoso può essere utilizzato sia in fitoterapia mediante i suoi frutti, e attraverso l'omonimo olio, estratto dalle foglie e dai rami della pianta sunnominata ma anche in ambito culinario.

In cucina i frutti di questa pianta sono utilizzati per preparare numerose ricette della tradizione, in particolare quelle relative ad alcune zone del Friuli e della Toscana. Possono essere adoperate per la realizzazione di marmellate, sciroppi e creme, sia da sole che in aggiunta ad altri ingredienti. Il sapore della polpa è molto piacevole tanto che le salse ricavate da questa si sposano perfettamente anche con carni e pesci.