Qual è quel fiore che non manca mai nei balconi italiani, che colora i terrazzi, dona un tocco di eleganza ai giardini? La risposta esatta è proprio il geranio!

 

L'aiuto arriva sempre dalla Natura

Alzi la mano chi non ha mai avuto diversi disturbi o disagi locali: gambe pesanti, mal di gola, tosse, rughe, cellulite e dolori mestruali (ovviamente riferito al solo popolo femminile). Credo che nessuno abbia il coraggio di alzare anche un solo dito per negare la domanda!

In effetti siamo umani e la parola stessa è sinonimo di imperfezione. Analogamente, se fossimo tutti noi perfetti, senza problemi, nessun dolore fisico, saremmo dei superman/wonderwoman. Nel mondo reale questo non accade, ma c’è qualcuno che è sempre disposto ad aiutarci: la Natura.

Affidandosi alla Natura, l’uomo è in grado di risolvere gran parte dei suoi problemi. Da tempo immemore, ha intuito gli effetti benefici provenienti da erbe e piante officinali ricavandone tra l’altro i cosiddetti oli essenziali.

 

L'Olio Essenziale di Geranio in fitoterapia

Gli effetti benefici dell’olio essenziale di geranio:

  • Riequilibrante, perché agisce sul sistema nervoso: per chi ha una vita molto frenetica o per chi deve affrontare nuove situazioni che potrebbero non essere facili, per coloro che perdono facilmente la concentrazione o non la raggiungono. Capita, alle volte, di non trovare la giusta motivazione per le azioni quotidiane o la strada per raggiugere i propri obiettivi. L’olio essenziale di geranio riporta alla calma interiore, rilassa il sistema nervoso; anche la semplice inalazione attraverso l’aromaterapia può essere un valido aiuto.
  • Antinfiammatorio, come risciacquo orale per alleviare l’irritazione da mal di gola e in generale bruciori del cavo orale.
  • Astringente e cicatrizzante: aiuta la pelle a rigenerarsi, a cicatrizzare. E’ consigliato a chi è affetto da acne, a chi presenta eczemi e in generali infiammazioni cutanee (ovviamente superficiali). Il consiglio è quello di mescolare qualche goccia di olio essenziale di geranio ad una crema neutra, massaggiare la zona fino al completo assorbimento. Puoi provare a lenire le scottature da eritema solare, aggiungendo all’olio essenziale di geranio quello di menta. Con la stessa composizione, più 2 gocce di olio essenziale di lavanda, si può ritardare la crescita del pelo dopo la depilazione.
  • Antispasmodico, per l’odiata sindrome premestruale. Si unisce l’olio essenziale di geranio a quello di mandorla dolce e si massaggia il composto sul basso ventre.
  • Tonificante, riattiva il sistema circolatorio e linfatico e con lo stesso mix di olio essenziale di geranio e mandorla dolce si può salutare la cellulite.
  • Anti-rughe, riempie i rilassamenti cutanei. E’ sufficiente aggiungere qualche goccia alla classica crema per il viso.
  • Deodorante. Se vi siete dimenticati di comprare un nuovo deodorante e il vecchio è già stato cestinato, basta aggiungere in una boccetta spray, l’olio essenziale di geranio, acqua e bicarbonato (oppure alcool), agitare bene e spruzzare.
  • Repellente per gli insetti: è sufficiente porre l’olio essenziale di geranio all’interno dei diffusori. Vale non solo contro zanzare ma anche per le formiche. Quello che si ottiene è anche un’ottima fragranza in tutto l’ambiente.

 

Da sapere

Nessun olio essenziale, compreso quello di geranio, può essere usato puro, ma deve sempre essere diluito! E’ sconsigliato alle donne in gravidanza, soprattutto durante i primi tre mesi di gestazione.

 

La pianta del geranio

 

Avete mai notato la somiglianza tra il seme di geranio e la testa di una cicogna? No? ...state controllando? Qualcuno se ne è accorto già da molto tempo! Per la precisione, il nome ufficiale del geranio è Pelargonium, nome greco che significa appunto cicogna!

Esistono centinaia di specie di geranio, tutte provenienti dal sud Africa, alcune dalla Siria e dall’Oceano Indiano. E’ da escludersi quindi la sua origine europea. In effetti fu solo dopo l’800, quando Città del Capo divenne colonia inglese, che aumentò la richiesta di piante di geranio anche nel Vecchio Continente: fu soprannominato il “fiore della strada”.

Le piante di geranio sono davvero belle: da quella comune, con foglia pelosa a forma di cuore, al geranio Farfalla caratteristico per avere fiori grandi dal tono di colore bruno-rossastro; dal geranio edera, o Parigino, capace di “arrampicarsi” su qualsiasi superficie, ai gerani odorosi, così chiamati non per il profumo dei fiori, quanto per quello che viene sprigionato dalle foglie: fragranza di limone in alcuni, di rosa in altri, alla menta, alla noce moscata, alla pesca…

Il geranio trova spazio anche nel linguaggio dei fiori, come accade per le rose e non solo. A seconda del tipo e del colore, il geranio esprime un’emozione diversa: il geranio rosa la nascita, il rosso la consolazione, il rosso scuro la malinconia, il geranio edera l’amicizia, la fedeltà e la stabilità.

 

Godiamoci allora l’aiuto che la Natura ci offre grazie all’olio essenziale di geranio e lo spettacolo di colori e odori di questa pianta.