Tante proprietà utili alla salute

Negli ultimi dieci anni, c'è stato un notevolissimo aumento di interesse del mondo medico e scientifico verso il melograno, allo scopo analizzare a fondo i suoi potenziali effetti benefici sulla salute.[...] Gli studi si sono concentrati sulle proprietà antiossidanti, antinfiammatorie, antiobesità e antitumorali degli estratti di melagrana. Questi effetti hanno dimostrato efficacia nella prevenzione e nel trattamento di vari disturbi: patologie cardiovascolari, ipertensione, diabete, malattie dentali, infezioni batteriche, disfunzioni erettili, danni dei raggi ultravioletti alla pelle. [...]

Antiossidanti, acidi grassi e fitoestrogeni 

Il melograno contiene prima di tutto, come abbiamo visto, alte concentrazioni di sostanze antiossidanti, che combattono i radicali liberi e diminuiscono lo stress ossidativo cellulare. Negli ultimi anni il contenuto di antiossidanti sta diventando un parametro importante per valutare le proprietà salutari della frutta e degli ortaggi. La loro utilità a scopo curativo è stata dimostrata da vari studi scientifici. Sono efficaci soprattutto a scopo preventivo, perché gli antiossidanti costituiscono uno strumento di difesa dell'integrità del Dna delle cellule. Altre sostanze molto efficaci per la salute che si trovano nel melograno sono gli acidi grassi insaturi, come l'acido punicico (benefico soprattutto per la pelle) e alcuni fitoestrogeni che aiutano a sanare gli squilibri ormonali.

Aiuta a prevenire l'arteriosclerosi

Numerosi studi clinici hanno mostrato gli effetti positivi dei principi attivi ricavati dal melograno nel proteggere l'apparato cardiovascolare. I polifenoli contenuti nel melograno, e in particolare l'acido ellagico, sono efficaci nel prevenire l'aterosclerosi perché contrastano gli effetti negativi dell'ossidazione a carico dell'apparato cardiocircolatorio, riducendo l'aggregazione piastrinica e l'ossidazione delle lipoproteine LDL, che sono all'origine della formazione di ateromi sulle pareti delle arterie.

Questo effetto positivo è stato accertato dai ricercatori del Technion lsrael Institute of Technology di New York, guidati dal professor Michael Aviram, autore di varie ricerche sul melograno. Secondo i risultati di un loro studio che è stato pubblicato sulla rivista "Atherosclerosis", un gruppo di soggetti che aveva bevuto 180 mi di succo di melograno al giorno per tre mesi, ha mostrato a conclusione di questo periodo una significativa riduzione nella formazione di placche sulle arterie.

Questa capacità è testimoniata anche da varie altre ricerche. In un recente studio clinico la somministrazione di succo di melograno per 3 anni a pazienti aterosclerotici ha prodotto un miglioramento del flusso sanguigno nella carotide (riducendo quindi il rischio dell'insorgenza di ictus). Questo e altri studi hanno dimostrato che l'assunzione di succo di melagrana o di estratti dal frutto rallenta lo sviluppo di placche arteriose. Gli estratti di melograno funzionano dunque come un vero e proprio anticoagulante naturale e prevengono l'ostruzione dei vasi sanguigni, combattendo anche l'ispessimento delle arterie e lo sviluppo di trombi.

 

Regolarizza il colesterolo  

La protezione cardiovascolare ottenuta dal melograno è dovuta però anche ad altre sue proprietà, come quella di regolarizzare i grassi nel sangue e in particolare il colesterolo. Uno dei principali fattori di rischio per lo sviluppo di malattie coronariche è infatti la dislipidemia, cioè uno squilibrio dei grassi nel sangue, caratterizzata da un aumento eccessivo del colesterolo a bassa densità (LDL) e da quantità ridotte di colesterolo ad alta densità (HDL). Il colesterolo "cattivo" (LDL) così si accumula sulle pareti delie arterie formando le placche che ostacolano la circolazione del sangue. Sono stati effettuati diversi studi e dalle ricerche è emerso che il consumo di succo di melagrana sulle persone diminuisce l'ossidazione delle LDL, incrementando l'attività benefica delle HDL. [...]

Serve a riparare le pareti arteriose 

Anche i danni all'endotelio, lo strato di rivestimento delle arterie, costituiscono uno dei fattori che possono portare all'aterosclerosi e alle malattie cardiocircolatorie. Le cellule endoteliali regolano ii flusso sanguigno e sono una barriera contro la formazione di placche. Possono essere danneggiate dai processi di ossidazione e di infiammazione, in questo modo si può alterare la pressione e si possono formare placche. [...]

Contribuisce ad abbassare la pressione

Il medico israeliano Michael Aviram ha effettuato diversi esperimenti su un gruppo di pazienti ipertesi e su un gruppo di volontari sani, somministrando succo di melagrana per diversi periodi di tempo. Ai termine degli studi è risultato che la pressione sanguigna era diminuita significativamente dopo due settimane di trattamento, grazie all'effetto dei polifenoli.[...]

 

Spegne gli agenti infiammatori  

Le ricerche hanno dimostrato che il succo estratto dai semi di melagrana aiuta ad ostacolare la formazione nel nostro organismo delle prostaglandine, che danno il via ai processi infiammatori.
Uno studio recente ha anche messo in luce che l'acido punicico (acido grasso presente nell'olio di semi di melagrana), possiede spiccate proprietà antinfiammatorie, così come alcuni tannini presenti nel frutto, tra i quali la punicalagina.
I composti polifenolici antiossidanti presenti nel frutto hanno anche dimostrato la proprietà di ridurre le infiammazioni a carico dell'apparato cardiovascolare, con un effetto importante sulla prevenzione dell'aterosclerosi, che spesso viene avviata proprio da processi infiammatori prolungati. In particolare l'effetto antinfiammatorio del succo di melagrana sembra nuovamente attribuibile all'azione svolta dall'acido ellagico. Tale effetto si dimostra efficace anche a livello intestinale, come hanno dimostrato studi effettuati sulla mucosa del colon, mettendo in luce che l'acido ellagico contenuto nel melograno riduce i livelli di prostaglandine e di conseguenza anche le infiammazioni che esse possono provocare.

Contro i dolori ad articolazioni e muscoli

Anche alcuni studi su pazienti con artrite reumatoide hanno mostrato che consumare estratti di melograno riduce le infiammazioni, probabilmente grazie agli effetti degli antiossidanti di cui è ricco il frutto. Alcuni ricercatori della Case Western Reserve University hanno rilevato poi che le proprietà antiossidanti del melograno possono contrastare l'osteoartrite. L'osteoartrite è la forma più comune di artrite ed è causata da una degradazione costante del tessuto che protegge e lubrifica le articolazioni.
Gli estratti dal frutto non solo riescono a ridurre l'infiammazione ma sono utili anche per contrastare i danni alla cartilagine e per migliorare la funzionalità e l'integrità dell'articolazione.[...]

Inoltre il consumo di melagrana si è dimostrato utile per combattere anche le infiammazioni ai muscoli provocate da un intenso esercizio fisico. Sportivi professionisti che si sottopongono a un costante e prolungato allenamento fisico hanno tratto giovamento dagli estratti di melagrana, con una riduzione del dolore muscolare e un miglioramento delle capacità di recupero dopo lo sforzo.

Efficace contro i microrganismi

Le proprietà antibatteriche del melograno, già riconosciute in passato dalla tradizione, sono state negli ultimi anni confermate da numerosi studi. Gli estratti della pianta sono efficaci infatti anche contro varie forme di virus, funghi e parassiti. [...] In particolare sono risultati efficaci gli estratti di buccia di melagrana, che sono potenti inibitori di Staphylococcus aureus, Escherichia coli e Yersinia enterocoiitica. Gli stessi estratti dalla buccia di melagrana si sono rivelati utile anche per ridurre la crescita del batterio della salmonella.

Contrasta l'accumulo di grassi

Una delle ricerche più interessanti degli ultimi anni a proposito degli effetti salutari del melograno è quella effettuata dalla Queen Margaret University di Edimburgo. Da tale studio risulta che il consumo regolare del frutto di melograno è efficace anche per ridurre il peso corporeo. I volontari partecipanti all'esperimento hanno bevuto succo di melagrana ogni giorno per la durata di un mese. Al termine di questo periodo, oltre alla riduzione della pressione sanguigna avevano ottenuto un calo del grasso addominale. I risultati della ricerca, pubblicati sul "Journal of Nutritional Science" mostrano che il consumo delle sostanze contenute nel frutto possono essere efficaci anche per perdere peso e ridurre il rischio di obesità e dei disturbi ad essa correlati. Il grasso addominale infatti è quello più pericoloso per la salute, in quanto è spesso collegato a un maggiore rischio di malattie cardiocircolatorie. I volontari che avevano bevuto per quattro settimane il succo di melagrana al termine dell'esperimento mostravano nel sangue una diminuzione dei livelli di acidi grassi collegati ai deposito di grasso nella fascia addominale.[...]

Un aiuto per l'intestino

Una delle proprietà terapeutiche del melograno note fin dai tempi più antichi è la sua capacità di combattere i parassiti intestinali, fra cui la tenia. La conoscevano e la sfruttavano già gii antichi Egizi e anche i Greci, che impiegavano le radici del melograno come agente per eliminare dall'organismo tali parassiti (elminti). Un alcaloide presente nella radice, la pellettierina, infatti, risulta tossico per tali parassiti.[...]

Effetti contro la dissenteria

La melagrana contiene tannini, che hanno tra l'altro anche proprietà astringenti e quindi utili per combattere gli attacchi di dissenteria

Per proteggere la mucosa 

Gli estratti di melagrana sono utili anche a proteggere lo stomaco e le mucose gastriche, perché gli antiossidanti di cui è ricco aiutano anche a combattere le infiammazioni, in particolare uno studio scientifico ha messo in luce le virtù gastroprotettive dell'estratto di melograno contro i danni prodotti dall'alcol etilico sull'apparato digerente. In base ai risultati ottenuti da questa ricerca sembra che i composti fenolici possano rafforzare la barriera difensiva costituita dalla mucosa gastrica. L'acido ellagico contenuto nel melograno è efficace anche come astringente intestinale, e offre il vantaggio di non poter essere "sciolto" dagli acidi del succo gastrico, quindi non irrita lo stomaco e va direttamente nell'intestino, dove svolge una significativa attività antidiarroica.[...]

Inoltre il melograno svolge un'azione antinfiammatoria a difesa anche dell'intestino, in particolare utile contro alcune forme di enterocolite; gli estratti dal melograno agiscono contro le citochine che danno il via ai processi infiammatori. L'olio estratto dai semi di melograno è utile a proteggere la mucosa intestinale dalle infiammazioni. Infatti gli acidi grassi di cui è ricco quest'olio possono essere metabolizzati dalla microflora intestinale ed essere utilizzati a protezione della mucosa.

Per la salute della bocca

Gli estratti di melagrana hanno anche un effetto antibatterico, come abbiamo già visto. Questa loro proprietà si dimostra efficace in particolare per la cura della salute della bocca e dei denti. Il melograno infatti aiuta a preservare le buone condizioni, non solo estetiche, dell'apparato dentale e in questo modo indirettamente protegge anche la salute generale dell'organismo.[...]

Gli sciacqui a base di estratti di melagrana sono in grado però di prevenire questi rischi perché riducono la quantità di microrganismi che formano la placca dentale. Questa proprietà è dovuta in particolare all'effetto dei composti polifenolici e dei flavonoidi presenti nel frutto, che riducono le infiammazioni alle gengive e le perdite di sangue ad esse collegate.

Contro le infiammazioni ai denti

Di recente uno studio scientifico sugli effetti degli estratti di melagrana contro i batteri delia placca dentale è arrivato alla conclusione che le sostanze provenienti dal frutto sono in grado di ridurre di oltre l'80% la quantità di microrganismi che possono attaccare denti o gengive. Un'altra ricerca di laboratorio ha messo in luce che i composti polifenolici della melagrana sono in grado di contrastare i microrganismi responsabili della gengivite.[...]

La melagrana scudo per la pelle

Gli antiossidanti presenti negli estratti del melograno contrastano gli effetti dei radicali liberi che circolano nell'organismo e in particolare difendono le cellule cutanee dall'ossidazione, dall'invecchiamento e da altri possibili danni ambientali, come quelli prodotti dai raggi UV. La pelle infatti è esposta ai rischio di fotoinvecchiamento, che produce danni alle molecole che si manifestano sotto forma di infiammazione, riduzione del collagene del derma, ispessimento dello strato corneo superficiale.
Questo si traduce concretamente nella formazione di rughe, e nell'aspetto più flaccido e "spento" della pelle. Talvolta i danni all'epitelio dovuti ai radicali liberi o ai raggi solari si manifestano anche sotto forma di macchie, di colore più chiaro o scuro, oppure con l'apparire in superficie dei capillari sanguigni. Per non parlare poi dei danni ancora più gravi che possono essere provocati dai raggi ultravioletti.

 

Difende dai raggi solari 

Sono molto numerose le ricerche che hanno dimostrato l'utilità degli estratti del melograno per proteggere la pelle. In particolare da alcuni di questi studi risulta che le sostanze ricavate dalla buccia del frutto favoriscono la riparazione della pelle, anche negli strati più profondi del derma, dove si trova il tessuto connettivo che costituisce il suo sostegno.

I più efficaci effetti di rigenerazione della pelle sembra che si possano attribuire all'olio estratto dai semi di melograno. Questo prodotto infatti contiene sostanze che stimolano la formazione di nuovi tessuti e che aumentano la produzione di collagene e di elastina, che danno vitalità e tono alla pelle. Varie ricerche sulle proprietà del melograno hanno chiarito che gli antiossidanti del melograno sono utili a proteggere la pelle dagli effetti dei raggi UVA e UVB e a contrastare i radicali liberi provocati dai raggi solari, che danneggiano e invecchiano la cute. Secondo una ricerca condotta in Corea gli estratti del melograno possono schermare la pelle dai raggi UV e prevenire la formazione di rughe.

La sperimentazione è stata fatta in laboratorio: le cellule della pelle sono state esposte ai raggi UVB e poi trattate con acido ellagico. L'antiossidante contenuto nel melograno ha difeso le cellule dai danni ossidativi e ha ostacolato il degrado del collagene, uno dei motivi che provocano le rughe.

Il melograno nei prodotti per la pelle 

Tra gli antiossidanti contenuti nel melograno l'attenzione si è spesso concentrata sull'acido ellagico, perché sono apparse evidenti le sue capacità di proteggere le cellule e il loro patrimonio genetico. L'acido ellagico è molto utilizzato anche come componente di prodotti cosmetici, soprattutto quelli dermatologici, date le sue capacità di difendere e curare la pelle.

L'acido ellagico risulta in particolare efficace nel preservare il collagene dai danni provocati dai possibili aggressori esterni e dai fattori nocivi come ad esempio il tabacco. La pelle dei fumatori spesso è sottile e presenta rughe, un colore spento e segni di invecchiamento precoce. L'acido eilagico e in generale gli estratti dal melograno costituiscono un efficace rimedio per rivitalizzare questo tipo di pellle, perché stimolano anche la produzione di nuovo collagene, che serve a sostenere e a tonificare l'epidermide, provvedendo a ridurre le rughe e a rendere più elastica la cute.

Gli estratti di melograno sono utili anche a difesa dell'elastina, l'altra proteina che si trova nello strato meno superficiale della pelle e che è fondamentale per mantenerla soda e tonica. Proteggendo dal degrado l'elastina e stimolando la produzione di nuove fibre, gli estratti di melograno riducono gli effetti dell'invecchiamento cutaneo e aumentano lo spessore del tessuto sottocutaneo, dando maggiore tono all'epidermide.

Anche per ridurre le macchie  

L'acido ellagico contenuto negli estratti di melagrana inoltre contrasta l'effetto dei radicali liberi, proteggendo le cellule cutanee dallo stress ossidativo e dall'invecchiamento precoce. Questo antiossidante è molto efficace anche per contrastare i problemi di pigmentazione della pelle che sono dovuti all'avanzare dell'età e all'effetto dei raggi ultravioletti. L'acido ellagico infatti ostacola la formazione di macchie scure sulla pelle e aiuta a mantenere un colore uniforme della cute. Riduce così anche il rischio che si formino melanomi.

Un aiuto per i problemi maschili

Una delle proprietà meno note del melograno, ma confermata da numerose ricerche scientifiche è la sua capacità di curare i problemi erettili e i problemi di fertilità maschile. Questa proprietà del melograno è stata evidenziata da una ricerca scientifica nel
corso deila quale a un gruppo di soggetti volontari stato fatto assumere quotidianamente del succo del frutto per quattro settimane.
Al termine di questo periodo gli uomini che avevano bevuto il succo dimostravano una maggiore capacità erettile rispetto ad altri soggetti che invece avevano assunto una bevanda placebo. Anche secondo uno studio pubblicato pochi anni fa sulla rivista "International Journal of Impotence Research", il succo di melograno ha effetti positivi sulle disfunzioni erettili, che possono avere varie cause, tra cui disturbi fisici e problemi circolatori.

Aumenta il livello di testosterone

Il succo melagrana è anche efficace nello stimolare il desiderio sessuale maschile, come risulta da uno studio condotto dai ricercatori della Queen Margaret University di Edimburgo, in Scozia, su un campione composto da 58 volontari. I soggetti hanno bevuto regolarmente succo di melagrana per un periodo di due settimane, al termine del quale è stato misurato il loro livello di testosterone nel sangue, che è risultato nettamente superiore a quello registrato all'inizio della prova, con un aumento quasi del 30%.

A questo aumento del livello dell'ormone legato alla sessualità e alla produzione e fertilità degli spermatozoi corrispondeva anche una crescita del desiderio sessuale e della capacità erettile. È da segnalare che questo è avvenuto senza effetti collaterali, perché nello stesso tempo non si è registrato un aumento della pressione arteriosa. Il melograno insomma risulta avere le proprietà di una sorta di "viagra naturale", senza le controindicazioni del farmaco, che non risulta molto consigliabile a chi soffre di ipertensione.
Il melograno ha dimostrato di aumentare il desiderio sessuale in entrambi i sessi, oltre a migliorare il tono dell'umore e ridurre lo stress.

Utile per accrescere la fertilità

Gli estratti di melagrana sono utili anche contro i problemi di infertilità maschile. Infatti alcune ricerche attestano che il consumo di succo di melagrana produce un incremento della concentrazione di spermatozoi e una loro maggior mobilità, che rende più probabile il buon esito dell'inseminazione dell'ovulo. Questo effetto è spiegato con il fatto che l'acido ellagico contenuto nella melagrana fornirebbe una maggiore vitalità agli spermatozoi, proteggendoli dall'effetto dannoso dovuto allo stress ossidativo.

Contro i disturbi della menopausa 

Il frutto del melograno è in grado di aiutare le donne a combattere alcuni disturbi che spesso accompagnano il periodo alla menopausa, come l'osteoporosi e le vampate di calore. Lo hanno confermato gli esiti di una ricerca giapponese che è stata pubblicata sul "Journal of Ethnopharmacoiogy". Dallo studio, eseguito in laboratorio, è risultata la capacità degli estratti di melograno di attenuare i malesseri fisici concomitanti con i .

Con il calo nella produzione di ormoni estrogeni, le donne corrono infatti il rischio di numerosi disturbi: una maggiore ritenzione idrica, un aumento del peso corporeo, fragilità delle ossa, perdita di tono della pelle, aumento dei livelli di colesterolo e di pressione sanguigna. Tra i composti bioattivi che si trovano nel melograno vi sono anche alcuni tipi di fitoestrogeni, sostanze dalla struttura molto simile a quella degli estrogeni prodotti dall'organismo. Un trattamento con olio di semi di melagrana, controllato nel corso di una ricerca, si è dimostrato utile ad attenuare alcuni disturbi tipici della menopausa, come vampate di calore, sbalzi di umore, secchezza della pelle e delle mucose, perdita dei capelli e calo della libido.

Protegge il cervello dei neonati  

Il melograno potrebbe offrire protezione anche al cervello dei bimbi, da quello che risulta da uno studio particolare. È emerso infatti che il succo di melagrana bevuto in gravidanza dalle future mamme aiuta a evitare il rischio di danni al bambino in caso di parto prematuro o difficile.

 

 

 

 

Tratto da "Il Fantastico Melograno" di Giuseppe Maffeis. Riza Edizioni.