Nel frutto tanti principi attivi

Le ricerche scientifiche hanno messo in luce negli ultimi anni le preziose qualità benefiche delle sostanze che si trovano nel melograno: nella corteccia, nelle radici, nei fiori e soprattutto nel frutto. La melagrana infatti contiene numerosi composti chimici ad alto valore biologico in tutte le sue parti: buccia, membrane fibrose che contengono i semi, chicchi (arilli). Il prodotto più importante derivato dalla melagrana è il succo, il più ricco di virtù salutari e il più studiato con numerose ricerche reperibili nella letteratura scientifica internazionale. Anche l'olio estratto dai semi pressati a freddo si sta dimostrando una fonte preziosa di sostanze utili alla salute, soprattutto acidi grassi.

Inoltre la buccia e le membrane fibrose rappresentano una fonte importantissima di composti bioattivi: flavonoidi, ellagitannini, proantocianidina e minerali tra cui il potassio, l'azoto, il calcio, il fosforo, il magnesio e il sodio. Per questo motivo, sia il succo di melagrana che i prodotti nutraceutici e i condimenti alimentari elaborati con estratti di buccia e membrane del frutto sono una fonte importante di sostanze benefiche per la salute.

Ricchissimo di antiossidanti

Perché tutte le sostanze che abbiamo citato tra quelle che compongono il frutto del melograno sono così utili alia salute dell'uomo? Si tratta nella maggior parte dei casi di sostanze antiossidanti naturali, cioè principi attivi utili per proteggere il corpo umano dai radicali liberi e ritardare il processo di invecchiamento delle cellule. Tali sostanze appartengono al gruppo dei composti fenolici, che comprendono gli antociani (quelli che danno il colore rosso ai semi), dei tannini (a cui appartengono gli ellagitannini, da cui si producono l'acido gallico e la punicalagina) e dei fenoli (tra cui acido gallico, acido caffeico e catechine). Le ricerche sembrano indicare che le componenti dotate di maggiori capacità curative del frutto del melograno siano l'acido ellagico e gli ellagitannini (comprese le punicalagine), l'acido punicico, i flavonidi, le antocianidine, i flavonoidi e i flavoni.

 

 

Proteggono dai radicali liberi

Negli ultimi anni l'attenzione della scienza e della medicina si è concentrata sull'efficacia degli antiossidanti di origine vegetale sulla salute dell'uomo. Questi composti sono importanti perché aiutano l'organismo a difendersi da un nemico insidioso che circola nel nostro organismo: i radicali liberi. Un nemico che viene prodotto dal nostro stesso corpo. Il processo di metabolizzazione degli alimenti si ottiene attraverso le reazioni con l'ossigeno, e questo permette alla cellula di produrre la maggiore quantità di energia possibile dai principali macronutrienti (carboidrati, lipidi e proteine).

Senza ossigeno si ottiene un 20% in meno di energia. Ma le reazioni ossidative che avvengono durante il metabolismo per l'assimilazione dei nutrienti e per la produzione di energia producono anche radicali liberi, sostanze che possono danneggiare la salute dei nostri tessuti sani e causare anche diverse patologie a carico di tutti gli apparati corporei.

Bloccano i radicali liberi

Questo perché i radicali liberi provocano ossidazione, che è praticamente il "furto" degli elettroni degli ultimi strati degli atomi, che danneggia soprattutto le membrane delle cellule. In questo modo, con il passare del tempo i radicali liberi possono far ammalare o far invecchiare più velocemente l'organismo. In particolare possono danneggiare l'apparato circolatorio, il sistema nervoso e il sistema immunitario.

Per questo motivo è molto importante per la nostra salute riuscire a contrastare l'ossidazione, soprattutto allo scopo di evitare il rischio di malattie di carattere degenerativo: aterosclerosi, morbo di Alzheimer, Parkinson, artrosi. Un aiuto antiossidante è quindi molto importante per la nostra salute, in particolare quando il nostro organismo si trova in una situazione di debolezza e difficoltà, come ad esempio nel caso di sforzi notevoli, stanchezza cronica, di convalescenza, infezioni. Per questo risultano preziose le sostanze antiossidanti prodotte naturalmente dai vegetali, che a loro volta le hanno elaborate nel corso della propria evoluzione per difendersi dai rischi dell'ossidazione, che può far "marcire" i frutti e in generale danneggiare le piante.

Prodotti benefici dal melograno

La maniera più semplice per sfruttare le tante proprietà del melograno è naturalmente quella di gustare il frutto fresco, quando è possibile, mangiando direttamente i semi o adoperandoli per preparare qualche piatto gustoso. Oppure si può bere il succo di melagrana.[...] Ma ci sono anche altri prodotti ricavati dalla melagrana che possono essere usati per la prevenzione o il trattamento di disturbi e anche per la cosmesi.

 Succo di Melograno Bio

 

Olio di semi di melograno 

Si ottiene per spremitura a freddo dai piccoli semi bianchi interni al seme rosso del melograno (i semini che rimangono dopo l'estrazione del succo e la separazione dalla polpa). La spremitura dei semi del melograno va effettuata con particolare attenzione. È un olio molto pregiato, perché per fare ottenerne un chilo occorre spremere circa 5 quintali di semi essiccati del frutto. L'olio di semi di melograno è una ricca fonte di acidi grassi polinsaturi (di cui l'acido punicico è il più significativo e attivo). In questo olio sono presenti anche numerosi composti polifenolici con attività antiossidante, vitamina E, fitormoni e fitosteroli in grado di rallentare in modo naturale i processi degenerativi di invecchiamento della pelle. L'olio viene utilizzato soprattutto nei prodotti di cosmesi e bellezza perché i suoi componenti bioattivi agiscono contro le rughe e la perdita di tono, contro le macchie e contro la disidratazione e la pelle secca. L'azione rigenerante della pelle è dovuta soprattutto all'acido punicico, che nella melagrana è presente in concentrazione superiore a ogni altro frutto.[...]

Olio al Melograno

 

Per approfondimenti sui benefici salutari del melograno clicca qui.

 

 

 

Tratto da "Il Fantastico Melograno" di Giuseppe Maffeis. Riza Edizioni.