Informazioni botaniche

La Maca (Lepidium meyenii), nota anche come "ginseng delle Ande", è una pianta tuberosa perenne, che cresce ad altezze superiori ai 3500 mt. Le popolazioni locali la utilizzano a scopo sia alimentare che terapeutico, la coltura però, risulta particolarmente dispendiosa vista l'elevata attività depauperante della pianta nei confronti del terreno, che ciò nonostante conferisce alla Maca caratteristiche nutrizionali importanti.

Composizione

I tuberi costituiti da proteine (10%), fibre (8,5%), lipidi (2,2%) e da una lista di sostanze preziose per il nostro organismo quali:

  • steroli
  • glucosinolati
  • alcaloidi
  • carbolina
  • terpeni
  • glicosidi bioattivi e derivati benzilici noti come macaridine
  • flavonoidi
  • acidi grassi polinsaturi
  • prostaglandine
  • vitamine B2, B6, C, B3, E  
  • ferro
  • zinco
  • rame
  • iodio 
  • fosforo
  • calcio
  • magnesio
  • manganese

Maca: un "dono divino"

Consumata come alimento o preparata come spezia da aggiungere alle pietanze servite, la maca veniva utilizzata dalle antiche popolazioni peruviane, gli Inca, che lo consideravano un "Dono degli dei", il cui utilizzo era riservato solo a guerrieri e sacerdoti. Con l'avvento del colonialismo spagnolo ad opera dei conquistadores, la Maca acquisì grande popolarità in Europa. Studi antropologici rivelano che questa tubero era utilizzato sia in ambito umano che veterinario per il suo effetto sulla fertilità e per le proprietà afrodisiache. L'antica medicina peruviana impiegava la Maca come rimedio naturale contro anemia, tubercolosi, osteoporosi e lesioni ossee, ipertensioni e patologie reumatiche.

Salute e Benessere 

A partire dagli anni 1960-'70, e supoortata dai vari studi scientifici, la radice del maca è risultata utile per:

  • Incrementare il desiderio e la performance sessuale
  • Migliorare la fertilità ed incrementare il successo riproduttivo, intervenendo sul processo di germinazione delle cellule, spermatogenesi nei maschi e follicologenesi nelle femmine
  • Ridurre la sintomatologia di problemi associati alla sfera sessuale, come la disfunzione erettile
  • Proteggere le ossa: durante il periodo post-climaterico le donne sono particolarmente esposte alla demineralizzazione delle ossa, la maca si è rivelata utile nel ridurre l'incidenza di patologie come l'osteoporosi
  • Migliorare il profilo nutrizionale: fornisce vitamine del gruppo B, sostanze antiossidanti e proteine ad alto valore biologico. Studi scientifici hanno confermato che è veramente un alimento completo, ed essiccato è in grado di mantenere inalterate per anni le sue caratteristiche nutritive.
  • Rallentare l'invecchiamento: l'effetto anti-aging del maca deriva dall'apporto di vitamine antiossidanti (vitamina A, C, E), flavonoidi, acidi grassi essenziali, fosforo ed oligoelementi in genere. Previene l'incanutimento e caduta dei capelli, stimolandone la crescita e costituisce inoltre un ottimo idratante della pelle.

Maca: Modalità d'Uso e Controindicazioni

La medicina cinese e tibetana ha utilizzato ed ancora utilizza la maca come frutto intero o per ricavarne tinture madri o l'oli essenziali. Il miglioramento e l'evoluzione delle tecniche di estrazione e produzione hanno permesso di ottenere integratori a base di Maca sia in compresse che in polvere.

Attualmente non si sono riscontrati effetti collaterali ne acuti ne a lungo termine, tuttavia è doveroso ricordare che la somministrazione di prodotti a base di maca dovrebbe essere evitata durante il periodo di gravidanza e allattamento. L'elevata concentrazione di Iodio che contiene ci suggerisce che la sua assunzione è sconsigliata per pazienti affetti da ipertiroidismo.