Scopri subito tutti i prodotti a base di Linfa di Betulla! Potrai leggere il resto con calma.

Origine ed estrazione della Linfa di Betulla

La Betulla o Betula Alba è una pianta appartenente alla famiglia delle Betulacee.

Essa cresce prevalentemente nei climi freddi del nord Europa e del Canada e si trova anche in Italia oltre i 700/800 metri di altitudine.

La Linfa di Betulla, ricavata da questa pianta, è una bevanda (più appropriatamente è un macerato glicerico o gemmoderivato) dalle grandiose proprietà, tanto da essere considerata nei paesi nordici un vero e proprio elisir di primavera.

In passato era consuetudine per i popoli del nord recarsi nei boschi per rifornirsi di tale linfa, in maniera da apportare all’organismo tutte le proprietà di cui questo estratto è ricco e riuscire, grazie ad esse, ad affrontare con maggiore vigore i freddi e lunghi inverni.

Questa sostanza si estrae generalmente nella stagione primaverile, prima della fioritura della pianta, eseguendo sul tronco delle incisioni in cui vengono inseriti dei tubicini mediante i quali si fa defluire il liquido verso l’esterno. Solitamente i fori vanno fatti sul lato del tronco esposto a sud, poiché è quello maggiormente colpito dai raggi del sole. I tubicini servono per evitare che la linfa scorra senza una direzione e per trasportarla, dunque, verso degli appositi contenitori posti ai piedi dell’albero.  

Questo procedimento non causa la morte della betulla poiché viene estratta dalla pianta solo una piccola quantità, lasciandole ciò che è necessario per proseguire con la sua regolare fioritura.
Il liquido che si ottiene da tale operazione viene diluito con l’alcol e, dopo essere stato filtrato e lavorato in laboratorio, dà origine alla Betula verrucosa linfa, comunemente chiamata linfa di betulla.

Proprietà e benefici della Linfa di Betulla

Le migliori caratteristiche di tutti i derivati della betulla (tisane, tinture, gocce, estratti e linfa) riguardano i potenti effetti depurativi, disintossicanti e diuretici.

  • La linfa di betulla agisce sul sistema linfatico del nostro organismo e, più nello specifico, essa è in grado di raccogliere il materiale di scarto e di favorirne l’espulsione: tossine e scorie metaboliche sono quindi condotte dalla periferia dell’organismo agli organi di depurazione come reni, polmoni, fegato e pelle.
  • Inoltre, stimolando in modo importante la diuresi, la linfa aiuta ad eliminare i depositi di acidi urici, dei cloruri e dell’urea, aiutando l’organismo a prevenire gli stati infiammatori e le infezioni dell’apparato urinario. Sin dal Medioevo, inoltre, la linfa di betulla viene utilizzata per prevenire e combattere i calcoli renali.
  • Questo meccanismo di espulsione favorisce, oltre ai processi depurativi e preventivi, anche il drenaggio linfatico e il ricambio di liquidi, e contrasta con evidenti risultati la ritenzione idrica e la cellulite. Assumere linfa di betulla permette di avere degli effetti benefici abbastanza immediati, a partire dalla scomparsa di quella perenne sensazione di gonfiore, dei dolori e dei fastidi causati dagli accumuli di adiposità. Fornendo all’organismo un valido apporto di minerali (fosforo, calcio e magnesio) inoltre, viene stimolata la diuresi e si riesce ad evitare la formazione di ulteriori ristagni di liquidi accumulati in eccesso.
  • Viste le proprietà sopra citate, sono in molti a sostenere che la linfa di betulla sia un ottimo rimedio per dimagrire, ma tanti altri hanno ancora diversi dubbi in merito. In realtà le sue proprietà dimagranti sembrerebbero più che conclamate e confermate dal fatto che questa bevanda è povera di calorie, stimola la diuresi e il metabolismo, e favorisce l’eliminazione delle scorie. Naturalmente non bisogna considerare tale sostanza come unico rimedio contro i chili di troppo, ma la sua assunzione deve sempre essere accompagnata ad nua buona attività fisica e ad un’alimentazione sana e ben bilanciata.
  • Disintossicando l’organismo, anche la pelle risulta più luminosa ed elastica. Inoltre, stimolando la crescita delle cellule epidermiche, la linfa di betulla favorisce la guarigione delle ferite e dei segni causati da acne ed eczema. In questi casi si può assumere il prodotto sia per via orale che localmente, con l’aiuto di una garza sterile.
  • Inoltre, la betulla contiene xilitolo, usato spesso come sostituto del saccarosio (zucchero comune). Lo xilitolo a sua volta contiene il 40% in meno di calorie e ha un indice glicemico più basso del 50% rispetto al saccarosio. Inoltre, questa sostanza si rivela particolarmente benefica per denti e ossa.
  • Facilitando l’espulsione degli acidi urici, la linfa di betulla si rivela un ottimo rimedio anche contro reumatismi, dolori articolari e gotta.
  • Le saponine presenti nella linfa di betulla apportano un altro importante beneficio all’organismo, ovvero quello di evitare i depositi di colesterolo cattivo nel sangue e, di conseguenza, prevenire tutti gli spiacevoli effetti che conseguono all’ipercolesterolemia: malattie cardiocircolatorie, sbalzi del metabolismo lipidico e placche ateriosclerotiche.  
  • Assumere succo di betulla permette inoltre di introdurre nell’organismo flavonoidi, vitamina C, potassio, magnesio, calcio ed oligoelementi. Tutte insieme, queste sostanze riescono a fornire al nostro corpo le difese e l’energia necessarie per evitare di contrarre malanni o per superare gli stessi nel migliore dei modi. In tal modo si rafforza infatti il sistema immunitario.  
  • In passato i bambini ne facevano grande uso poiché, grazie alle sue proprietà, la linfa di betulla era considerata un ottimo coadiuvante per apportare maggiore forza all’organismo e proteggerlo da eventuali malattie stagionali. Oggi questa consuetudine non c’è più e, per una maggiore sicurezza, è sempre meglio consultarsi con un medico prima di somministrare tale sostanza ai bambini.  

Avendo proprietà disintossicanti, inoltre, la linfa di betulla aiuta ad eliminare il mal di testa e i sintomi premestruali.

Valori nutrizionali della Linfa di Betulla

Valore energetico 4 Kcal / 19 Kj
Grassi totali 1 g
Grassi solubili 0 g
Grassi saturi 0 g
Proteine 0,1 g
Fibre alimentari 0 g

Utilizzo e dosaggio della Linfa di Betulla

La linfa di betulla può essere assunta pura oppure diluita in circa 200 ml di acqua o altra bevanda a piacere.

Se ne consiglia mezzo bicchiere, possibilmente al mattino, seguito da almeno un litro e mezzo di acqua da bere durante la giornata.

Per la massima efficacia si consiglia di proseguire con l’assunzione della bevanda almeno per un mese.

Una volta aperta la confezione conservarla in frigorifero e consumarla entro 7 giorni.

La linfa di betulla si può acquistare in erboristeria e online, sia pura (come la linfa di betulla - limone che trovi nel nostro catalogo) che come bevanda (guarda ad esempio la bevanda vegetale con linfa di betulla biologica), oppure nei prodotti per la cura e l’igiene della persona (vedi lo shampoo alla linfa di betulla). Il costo della linfa di betulla pura si aggira intorno ai 25 euro al litro.

Esistono in commercio numerosi prodotti a base di linfa di betulla: sciroppo, vino, olio, birra, idromele, aceto e cosmetici.

Controindicazioni

L'estratto di betulla, nonostante possieda molteplici proprietà benefiche, presenta alcune controindicazioni che, se non considerate, potrebbero causare effetti collaterali, creando o aggravando specifiche problematiche.

Tale prodotto è sconsigliato in caso di terapie che prevedono l'utilizzo di farmaci anticoagulanti, diuretici, ipotensivi ed antiaggreganti piastrinici; quindi non è adatto per le persone che hanno insufficienza cardiaca e renale.

Inoltre la betulla potrebbe scatenare una serie di reazioni allergiche nei soggetti che hanno allergie ai suoi principi attivi, così come in altri individui deboli e particolarmente vulnerabili. Per questo motivo il suo consumo è controindicato anche per le donne in gravidanza o in allattamento, dato che potrebbe causare reazioni allergiche nel bambino.

Poiché contiene salicilati (come l’aspirina), i soggetti che hanno manifestato un’allergia all’aspirina non devono assumere la linfa di betulla.

Scritto da Lo staff di Sorgente Natura