Composizione e funzioni

Le piastre di Nikola Tesla sono lamine di alluminio anodizzato viola (ossia un alluminio sottoposto a processi elettrochimici di ossidazione) create dall’inventore Ralph Bergstresser sulla base degli studi condotti da Nikola Tesla sui cosiddetti “tachioni”. Queste lamine - in modo simile ad altri strumenti come ad esempio le pietre shungite e le piramidi terapeutiche - servono a modificare la struttura energetica degli oggetti e delle persone con cui vengono in contatto e a migliorarne il campo magnetico circostante.

Modificando la risonanza energetica di oggetti e materiali, e incanalando su di essi l’energia del campo magnetico terrestre, questi oggetti hanno lo scopo di armonizzare e incrementare l’energia tachionica presente in tutto che è vicino ad essi. Le conseguenze di questi trasferimenti di energia, e del loro potenziamento, si manifestano infine da un punto di vista psicofisico. Il motivo per cui vengono impiegate è infatti quello di poter beneficiare, sia nel corpo che nella mente, dei loro positivi influssi sottili.

Le piastre di Tesla vengono utilizzate per purificare gli ambienti domestici dalle onde elettromagnetiche (ossia le radiazioni propagate dagli apparecchi elettrici di telecomunicazione) e per vitalizzare piante, pietre, animali ed esseri umani in prospettiva di migliorarne lo stato di generale benessere e di ridurne alcuni piccoli disturbi fisici.

Effetti benefici

Riducendo l’inquinamento elettromagnetico generato da antenne, wireless, radio, tv, cellulari, computer e da molti altri strumenti di comunicazione di questo genere, le piastre di Tesla hanno come principale obiettivo quello di ridurre gli effetti dannosi provocati dall’esposizione umana a tutti questi apparecchi. Oltre a prevenire eventuali conseguenze nocive dovute all’utilizzo a lungo termine dei suddetti strumenti, le piastre purpuree aiutano anche a sentirsi più vitali ed energici e a ridurre perciò lo stress e la stanchezza fisica.

Altri positivi effetti che si potrebbero sperimentare in seguito ad un loro utilizzo sono una rinnovata stabilità emotiva ed emozionale, un miglioramento dell’attenzione e della qualità del sonno, una riduzione del senso di nausea e una guarigione più veloce in caso di traumi, distorsioni e stiramenti muscolari. Alle piastre di Tesla vengono assegnate anche proprietà antidolorifiche e antireumatiche. Si dice inoltre che aiutino ad alleviare l’emicrania e che promuovano un più rapido risanamento della pelle in seguito a lesioni e bruciature. La loro azione viene tuttavia esercitata esclusivamente a livello vibrazionale; le loro funzioni ed il loro utilizzo non devono perciò sostituire, bensì soltanto supportare, le tradizionali cure mediche.

Modalità di utilizzo

L’utilizzo delle piastre di Tesla è molto semplice e intuivo. Per giovare infatti dei loro influssi basta semplicemente tenerle vicine al corpo oppure adiacenti agli oggetti da armonizzare. Non necessitano di pulizia né di essere ricaricate e si possono utilizzare dai 5 minuti fino a diverse ore consecutive. Oltre che per energizzare e ricaricare l’organismo possono essere impiegate anche per attivare e purificare le pietre e per promuovere lo stato di salute delle piante e degli animali; sembra infatti che annaffiare fiori e piante con dell’acqua che abbia avuto un contatto con queste piastre, le aiuti a crescere più forti e più rigogliose.

Le piastre viola di Tesla si possono portare al collo come monili, si possono collocare sotto agli oggetti per neutralizzarne le disfunzioni energetiche o ancora posizionare vicino ad apparecchi elettronici come radio e televisori per ridurre gli effetti dannosi dell’inquinamento elettromagnetico. Se utilizzate invece per stimolare il benessere del corpo si consiglia di sistemarle sopra ai punti sofferenti oppure in corrispondenza dei centri energetici vitali dell’organismo (chakra e meridiani).