I lavaggi nasali sono una buona abitudine, che si può seguire tutto l’anno e intensificare quando serve, per alleviare i sintomi della congestione nasale, ridurre i sintomi delle allergie, migliorare la respirazione. Scopri i prodotti e gli strumenti più adatti per questa pratica facile e indolore, per affrontare i malanni stagionali con una difesa in più.

Lavaggi nasali come abitudine

La pratica dei lavaggi nasali è una buona abitudine quotidiana che aiuta a mantenere in piena efficienza le mucose nasali. È del tutto indolore e facile da eseguire, anche nei bambini. È particolarmente indicata a chi soffre di allergie, vive in ambienti inquinati da polveri e allergeni, a chi vuole prevenire infezioni e infiammazioni o alleviare i sintomi del raffreddore.

Infatti, nel nostro naso, il muco ha il compito di trattenere virus, batteri e polveri e di eliminarli. Ogni giorno, attraverso il naso, respiri più di 11.500 litri d'aria, che vengono scaldati e umidificati prima di arrivare ai polmoni. Oltre al canale attraverso cui respiriamo, il naso - con tutti i suoi meccanismi di funzionamento - costituisce la prima linea di difesa del nostro organismo. Puoi immaginare, quindi, quanto sia importante tenerlo libero e nelle condizioni migliori per svolgere le sue attività.  Le irrigazioni nasali sono un concreto aiuto per questo.

L'azione decongestionante delle irrigazioni nasali

Quando hai il raffreddore o il naso chiuso, la mucosa nasale si gonfia e lo spazio libero per la respirazione diminuisce. Nei bambini più piccoli, questo può diventare un problema, rendendo difficile anche l'alimentazione. Per questo motivo, è bene utilizzare i lavaggi nasali per mantenere inalterata la corretta funzionalità delle mucose. In condizioni normali, il muco è scarso e fluido e in costante movimento grazie alle ciglia vibratili, che lo spingono verso la gola per l'eliminazione. Le irrigazioni consentono di liberare costantemente il naso da batteri, pollini, allergeni, virus e di evitare l'insorgere di infezioni.

In caso di infiammazione delle vie aeree, i risciacqui con soluzione fisiologica o salina svolgono un'azione decongestionante e aiutano anche a ridurre il ricorso ai medicinali. Per trarre il massimo beneficio da questa pratica, fai una detersione quotidiana.

Vediamo come svolgere questa operazione veloce e per nulla invasiva.

Come effettuare i lavaggi nasali

Se vuoi anche tu sperimentare i benefici delle irrigazioni nasali, ti serviranno: soluzione salina, un recipiente con un beccuccio, ne esiste uno apposta, o anche solo una semplice siringa senza ago.

Se non hai a portata di mano della soluzione fisiologica, puoi prepararla tu con acqua tiepida  e sale. La temperatura dell’acqua deve essere preferibilmente simile a quella corporea, circa 37 gradi, e la percentuale di sale deve corrispondere circa al 9 % sul totale.

Tenendo la testa lievemente inclinata in avanti, piegala da un lato e inserisci la soluzione salina nell'incavo nasale più alto, in modo che la soluzione possa fuoriuscire dall'altra narice. Mantieni la bocca aperta per evitare che il liquido scenda nella gola o nelle orecchie e vanifichi così l'efficacia del rimedio.

Una volta completato il trattamento, che può essere ripetuto anche più volte, soffia il naso per eliminare eventuali residui.

È importante avere l'accortezza di lavarsi le mani prima di effettuare i lavaggi nasali e ricordarsi di pulire il dispositivo usato dopo ogni utilizzo, per evitare contaminazioni.

Data la delicatezza e semplicità, questa tecnica è indicata anche su neonati e bambini piccoli.

I lavaggi nasali non presentano controindicazioni particolari, ma se soffri di epistassi (sangue dal naso) consultati prima con il medico.

Irrigazioni nasali, una pratica antica

La pulizia nasale, anche nota come Jala Neti nello yoga, è un'antica pratica, molto diffusa in Oriente. I suoi benefici effetti sono apprezzati da tempo anche in Europa, tanto che questo tipo di lavaggio è diventato comune per alleviare e prevenire congestione nasale e raffreddore. Inoltre, come abbiamo visto, è  del tutto indolore, molto facile e veloce da eseguire.

Nella pratica tradizionale, si usa un recipiente particolare, il cosiddetto Lota. Si tratta di un antico strumento indiano che ha la forma di una piccola teiera. Riempito di acqua o soluzione fisiologica, permette di lavare agevolmente le cavità nasali e di mantenere così le vie aeree libere da muco e da ostruzioni.