Cos'è il Lapacho?

Il Lapacho è il nome dato alla tisana costituita dalla corteccia di un albero che ha origine nella Foresta Amazzonica e nelle montagne di Bolivia, Perù, Argentina, Brasile e Paraguay chiamata Tabebuia impetiginosa.

Da secoli gli indigeni sudamericani raccolgono questa corteccia per preparare infusi dalle molteplici proprietà.

Composizione

Il Lapacho contiene numerosi sali minerali come calcio, magnesio, fosforo, zinco, cromo, silicio, manganese, rame, potassio sodio ed altri. E’ inoltre ricco di oligoelementi, contiene xilodina e lapacholo, sostanze dotate di proprietà antibiotiche e antinfiammatorie.

Proprietà e benefici del Lapacho

Il Lapacho è utilizzato nella pratica erboristica da diversi popoli indigeni del Centro e Sud America per la cura e il trattamento di diverse problematiche.

Possiede proprietà antivirali, antibatteriche ed antifungine, viene usato su lesioni cutanee, punture di insetto, psoriasi ed è noto per l’efficacia nella cura di candida, cistiti e infezioni vaginali.

Di recente se n’è diffuso l’impiego come rimedio fitoterapico nel trattamento di cancro e HIV poiché, anche se non ci sono ancora evidenze scientifiche che lo dimostrano, si è visto che l’infuso di corteccia può prevenire e ritardare la diffusione di cellule cancerogene o dei virus.

Ha inoltre la capacità di rafforzare e attivare le difese immunitarie, di purificare l’organismo, agisce come tonico, ha importanti effetti antiossidanti, stimola la produzione di globuli rossi, è un leggero diuretico. Può essere usato come analgesico, astringente, ipoglicemizzante e ipotensivo.

Come usare il Lapacho

Il Lapacho è utilizzato per preparare una tisana dalle numerosissime proprietà benefiche. Si versa un cucchiaio da cucina in 1,5/2 litri di acqua, si porta ad ebollizione e si lascia in infusione per 15 minuti.

Si consiglia di non bere l’infuso troppo caldo.

La corteccia, inoltre, può essere applicata alla zona dolorante o usata come fertilizzante per fiori.

Il Lapacho è disponibile in commercio anche sottoforma di tea, in capsule come integratore alimentare, come estratto idroalcolico, in polvere o come prodotto in crema ad uso cosmetico per il viso e per il corpo.

Controindicazioni

Si sconsiglia l’assunzione di questa corteccia in caso di gravidanza e allattamento o nel caso di terapie che prevedono l'assunzione di farmaci anticoagulanti o aspirine.

Scritto da Lo staff di Sorgente Natura