Informazioni generali

Il lampone (Rubus idaeus) è una pianta arbustiva facilmente individuabile nei sottoboschi europei. Fiorisce e fruttifica durante il periodo tra maggio e settembre ed è comune vederla tra le piante da giardino, nelle siepi ed anche nei balconi.

Questa pianta, che cresce spontanea e rigogliosa nelle regioni dai climi temperati, può essere coltivata agevolmente sia in vaso che in terra. Necessita di un’annaffiatura abbondante e continuativa e, se si desidera ottenere un raccolto copioso, può essere utile effettuare la potatura verso la fine dell’inverno.

Il periodo migliore per seminare questa pianta è l’autunno mentre l’habitat ideale è un ambiente non eccessivamente ventilato e caratterizzato da un terreno fertile e concimato. Trattandosi comunque di una pianta poco esigente si adatta con facilità anche ad altre tipologie di terreni.

Le preziose proprietà del lampone

Come si nota dai suoi colori, oscillanti tra le tonalità del rosa e del viola, il lampone è un frutto molto ricco di sostanze antiossidanti. A seconda della specifica varietà può presentarsi infatti di colore rosso, viola, nero o giallo.

I lamponi, gustati sia freschi che sotto forma di confetture, sono fonti di vitamina C, K ed E. Contengono anche ottime quantità di vitamine del gruppo B e di vitamina A. Questi frutti di bosco si rivelano particolarmente preziosi per la salute dei capillari sanguigni e del cuore. Proteggono l'organismo dall'insorgenza di malattie cardiovascolari e di tumori.

Anche il succo di lamponi, assaporato al naturale oppure aggiunto ad altre preparazioni dolciarie, è una squisita e salutare bevanda con la quale si è in grado di contrastare gli stati influenzali e di favorire la giovinezza della pelle. Le sostanze contenute in questo frutto aiutano infatti ad ostacolare l’invecchiamento cellulare e a rafforzare le difese immunitarie.

Si crede infine che i lamponi possano favorire la perdita di peso: vengono per questo inseriti all’interno delle diete e il loro estratto è utilizzato per la produzione di integratori dimagranti.

Una tisana per le mamme… e non solo

Le tisane al lampone sono particolarmente utili per le donne in gravidanza e per affrontare il periodo successivo al parto. Le foglie di questa pianta hanno infatti virtù toniche e contribuiscono per questo motivo a favorire il recupero muscolare ed energico post parto. Favoriscono inoltre le contrazioni uterine e si crede siano utili per facilitare, velocizzare e rendere meno doloroso il travaglio.

Bevendo questo infuso è possibile anche alleviare i dolori mestruali e lenire le infiammazioni della gola.

Le tisane al lampone manifestano inoltre proprietà diuretiche, astringenti e antinfiammatorie. Sono valide quindi per facilitare la cura degli stati diarroici, dei problemi intestinali e per trovare sollievo dall’influenza. Dal momento che sono ricche di vitamine e che favoriscono la diuresi, possono agevolare la prevenzione della cellulite e migliorare il microcircolo sanguigno.

Altri benefici per le donne

Dalle gemme di questa pianta si ottiene un benefico estratto per le donne. Con gli estratti idroalcolici al lampone, molto noti nel campo dell’erboristica e della naturopatia, è possibile riequilibrare i processi ormonali e dare sollievo ad alcuni disturbi tipicamente femminili.

Questo rimedio naturale aiuta infatti a regolarizzare il ciclo mestruale ed a alleviare alcuni sintomi come la comparsa dell’acne, dell’ansia e del nervosismo. Riduce inoltre il dolore addominale e gli spasmi dell’utero. Questo estratto è utile sia in caso di ritardi mestruali che di assenza del ciclo.

L’estratto al lampone è vantaggioso anche per le donne in menopausa. Attenua infatti alcuni disturbi tipici come le vampate di calore e l’umore irritabile. Può essere diluito in acqua ed essere assunto fino a due volte al giorno.

Scritto da Tania