L'ipertensione arteriosa è una condizione patologica che può causare danni vascolari e cardiaci anche gravi. È molto diffusa, soprattutto tra le persone più anziane o sovrappeso e non sempre è diagnosticata precocemente. Scopri se il tuo stile di vita è adatto a prevenirla.

Ipertensione, fattori di rischio

L'ipertensione è una condizione caratterizzata da un aumento della pressione arteriosa, con valori di frequente e ripetutamente superiori a 140/90 mmHg. Non sempre è facile rendersi conto di questo problema, ma nel caso in cui non venga affrontato tempestivamente, le conseguenze per la salute possono essere serie. E, più la pressione sale, più aumenta il rischio di malattie cardiovascolari.

La pressione alta, almeno nell'ipertensione detta primaria, non ha sempre cause ben definite, ma ci sono alcuni fattori che sono ritenuti dalla scienza predittivi rispetto all'insorgere della patologia. Per esempio, con l'età, la pressione arteriosa tende naturalmente a salire. In generale, alti valori di colesterolo comportano un rischio maggiore di ammalarsi di ipertensione e, nello stesso tempo, l'ipertensione aumenta il rischio di ipercolesterolemia.

Altri fattori di rischio sono: ereditarietà, età, stile di vita, alimentazione, fumo di sigaretta, stress.

Esiste anche l'ipertensione cosiddetta secondaria, che è conseguenza di una patologia o dell'assunzione di farmaci, come per esempio la pillola anticoncezionale, decongestionanti nasali, analgesici.

Se su alcuni fattori di rischio non possiamo certo intervenire, altri sono riconducibili alla nostra sfera di influenza. Scopri quali buone abitudini puoi adottare per ridurre il rischio di sviluppare l'ipertensione e i problemi collegati.

Ipertensione, cosa puoi fare

Adottare delle buone abitudini è il primo passo verso lo stare bene e può aiutarti a ridurre o evitare il ricorso a farmaci. Se hai la pressione alta, la prima cosa da eliminare per la tua salute è certamente il fumo. Anche solo una sigaretta, infatti, può aumentare il valore della pressione per diversi minuti. Anche lo stress, come saprai, è nemico della tua salute. Un buon modo per combattere ansia e stress è l'attività fisica, che ti aiuta a scaricare le tensioni, a mantenerti in forma e a sentirti meglio.

Inoltre, puoi contrastare l'ipertensione anche a tavola. Una dieta salutare è la base del benessere e della salute.

L'adesione a un modello alimentare corretto, infatti, si associa a valori di pressione più bassa, con una efficacia preventiva nei confronti del rischio cardiovascolare e di ictus.

Cibi poveri di sale

Il sale è un elemento nutritivo importante per il nostro organismo, ma è vero che ridurre la quantità assunta abbassa la pressione arteriosa. Oltre al sale che tu stessa aggiungi ai tuoi piatti, il sodio si nasconde in molti alimenti, soprattutto confezionati. Controlla l'etichetta ed evita cibi con glutammato monosodico o bicarbonato di sodio. Insaccati, formaggi stagionati e alimenti in salamoia contengono molto sale, quindi il loro consumo va quanto meno moderato. Preferisci erbe aromatiche e spezie per insaporire le tue ricette.

Grassi sì, ma quelli buoni

Non tutti i lipidi sono uguali. I grassi, chiamati 'buoni', appartengono principalmente alla classe dei grassi mono e polinsaturi, tra cui ce ne sono alcuni definiti essenziali, che non possono essere prodotti dal nostro organismo anche se sono fondamentali. Ne è un esempio l'olio di oliva ottenuto a freddo, componente fondamentale della dieta mediterranea, studiata da anni come modello di correttezza nutrizionale, soprattutto per le malattie cardiovascolari che rappresentano oggi la prima causa di mortalità nel mondo.

Il consumo di olio di oliva è associato inversamente con i valori della pressione arteriosa, infatti i grassi monoinsaturi che contiene contribuiscono ad abbassarla. Inoltre, con l'olio evo, i anche livelli di colesterolo cattivo diminuiscono, mentre i livelli di quello buono, HDL, non vengono alterati. L'extravergine di oliva contiene anche vitamina E, tocoferolo e composti fenolici, molecole che difendono il corpo dall'invecchiamento.

Frutta e verdura, alleati contro l'ipertensione

Anche introdurre nella propria alimentazioni abbondanti quantità di frutta e verdura fresche e di stagione svolge un ruolo importante nel mantenere i livelli di pressione più bassi. Questo effetto dipende dal maggiore apporto di fibre, potassio, vitamine. Infatti, questi alimenti contribuiscono a eliminare i radicali liberi, responsabili, tra le altre cose, dei danni ai vasi sanguigni. Inoltre, il potassio contenuto in frutta e le verdure, è in grado di abbassare la pressione.

Il peso giusto

Un eccessivo peso corporeo comporta diversi problemi. Anche l'ipertensione è più frequente nelle persone obese o sovrappeso. Il BMI, Body Mass Index, ottimale è inferiore a 25 kg/m2. Se vuoi raggiungere questo parametro e mantenerlo, oltre ad agire sull'alimentazione, riducendo l'alcol, introducendo nella tua dieta una maggiore quantità di alimenti di origine vegetale, diminuendo il sale e i grassi 'cattivi' è importante svolgere un'attività fisica aerobica regolare.

L'ipertensione è un problema sanitario in crescita, grazie all'allungamento della vita media delle persone, ma anche a causa di stili di vita non corretti. Trattandosi di una malattia subdola, è bene controllare la propria pressione e intervenire subito per riportarla entro i parametri ottimali per la salute.

 

 

Fonti

Valutazione e Trattamento dei Rischi Cardiovascolari nella Donna, European Society of cardiology, World School of the Study of Menopause, European Society of Hypertension

www.fondazioneveronesi.it

www.nutrition-foundation.it

https://www.uniba.it/ateneo/facolta/agraria/notizie-ed-eventi-locali/archivio-notizie-ed-eventi/notizie/olio-extra-vergine-di-oliva-e-salute-di-leo.pdf

www.siia.it

www.giornaledicardiologia.it

www.siicp.it