Il profumo è un cosmetico storico, conosciuto ed utilizzato fin dai tempi degli antichi egizi, ed i suoi componenti principali sono: l'alcol, l'acqua distillata, le essenze e gli oli naturali. Ogni profumo possiede una propria intensità che varia a seconda della composizione e che contiene diverse quantità di materie base.

La composizione del profumo è suddivisa in tre parti, denominate note:

  • Nota di Testa: che si percepisce subito dopo l'applicazione sulla pelle, ed è la più intensa.
  • Nota di Cuore: che sopraggiunge nelle successive ore dall'applicazione.
  • Nota di Fondo: l'ultima parte del profumo che contiene gli elementi più persistenti.

Esistono tantissimi profumi in commercio, dalle più svariate fragranze e diversi non solo per profumazione, ma anche per grado alcolico:

  • Il profumo: intenso, duraturo e persistente, che contiene poca acqua distillata, tra il 10% e 30% di oli essenziali con quasi l'90% di alcol.
  • L'acqua di colonia: profumazione molto alcolica ed utilizzata soprattutto nella sfera maschile. Contiene dal 2 all'8% di oli essenziali rispetto al 60-70% di alcol.
  • L'acqua da toeletta: è la via di mezzo tra le due tipologie e contiene dall'8 al 20% di oli essenziali e dall'80-85% di alcol.

(le restanti percentuali sono di acqua distillata).

Profumo Biologico Naturale

Oltre al profumo liquido o spray, esiste anche il profumo solido, altrettanto efficace, con una componente di cere vegetali; questo tipo di prodotto, invece di spruzzarlo, si spalma in piccole quantità sulla pelle.

Quali sono le controindicazioni dei profumi?

I profumi tradizionali o classici dei brand più noti sono spesso fragranze irresistibili, che ci invitano all'acquisto, nonostante il prezzo abbastanza elevato. Per una donna (ma anche per un uomo) è difficile rinunciare ad una spruzzata del proprio profumo preferito, prima di una serata o un'evento importante.

Ciò che non sappiamo, è che purtroppo i profumi noti contengono agenti petrolchimici, sostanze chimiche, modificate e derivati da animali. Con l'andare del tempo e l'uso costante di questi profumi, possono provocare alla pelle problemi cutanei ma anche respiratori.

Profumi naturali e biologici

Per non rinunciare a quel tocco magico che ci personalizza, molte aziende ecobio hanno realizzato profumi naturali e bio, realizzati con sostante e oli vegetali, privi di agenti chimici dannosi, sostanze di sintesi, sostanze animali e non testati su di essi.

I profumi ecobio sono realizzati con oli essenziali derivati da fiori, frutta, ed ingredienti vegetali come erbe, spezie, cortecce, bacche e radici. Le materie prime per produrre questi profumi “green” provengono da agricoltura biologica certificata, lavorate artigianalmente, per ottenere un prodotto senza nessuna controindicazione.

I profumi biologici sono ideali per tutti i tipi di pelle, formulati grazie a ricette erboristiche: combinazioni di elementi naturali come la vaniglia, agrumi, legni, ambra, lavanda, rosa, peonia, ecc., dermatologicamente testati.

Come si indossa il profumo?

Il profumo si applica nei punti caldi del nostro corpo come: collo, caviglie, dietro le orecchie e sui polsi delle mani, perché il calore emesso dal nostro corpo amplifica la fragranza, lasciando così la famosa “scia di profumo”. Ma non solo: il profumo può essere spruzzato anche su capelli, abiti, biancheria ma anche nell'ambiente.

Profumi ed emozioni

Il profumo non è solo un prodotto cosmetico ma un elemento legato ai ricordi, alla memoria e alla nostra storia. I profumi in generale sono un richiamo ad emozioni che abbiamo vissuto e che viviamo nel presente, che ci fanno star bene o star male: il profumo della torta appena sfornata della nonna, l'odore della persona che è stata il primo amore, l'odore del nostro luogo di lavoro, ecc.

Profumo Floreale