Prima di parlare subito del burro di nocciole, andiamo a vedere insieme da cosa deriva e come si ricava questa irresistibile “crema vegetale”.

La nocciola ed i suoi significati

La nocciola, che tutti noi conosciamo e di cui andiamo ghiotti, rientra nella categoria della “frutta secca” ed è il frutto della pianta di Nocciolo (Corylus Avellana) appartenente alla famiglia delle Betulaceae, già coltivata dall’uomo in antichità. Alcune fonti risalgono addirittura all’Antica Roma, dove era usanza donare questa pianta come simbolo di felicità, mentre in Francia si donava agli sposi per augurare loro una vita feconda.

In Italia la pianta di Nocciolo trova le condizioni climatiche ed ambientali perfette alla sua sopravvivenza, infatti il nostro paese risulta uno dei maggiori produttori di nocciole, con circa 110 mila tonnellate, secondo solo alla Turchia.

Chi può mangiare le nocciole?

Tutti!! Esatto, le nocciole sono un alimento adatto proprio a tutti, dai bambini ai più anziani, a meno che siano presenti particolari allergie nei confronti della frutta a guscio o si soffra di diverticoli. In particolare, sono indicate per chi:

1. Segue una dieta dimagrante: grazie alla presenza di “grassi buoni (monoinsaturi) ed al basso contenuto di “grassi saturi”, tenendo sempre conto di non esagerare     con l’apporto calorico, presente nelle nocciole in quantità elevata.

2. Donne che allattano o sono in gravidanza: per la ricchezza di fibre, sali minerali e vitamine.

3. Chi pratica sport regolarmente (anche a livello agonistico): per l’elevato apporto di vitamina E ed acidi grassi polinsaturi.

4. Chi soffre di problemi intestinali (come per esempio di stitichezza): grazie all’elevato numero di fibre.

Proprietà delle nocciole

Vediamo ora quali sono le proprietà delle nocciole e la quantità giornaliera da assumere.

Valori nutrizionali medi 100 gr. di Nocciole
Valore energetico 2740 kJ/ 655 Kcal
Proteine 15 g
Carboidrati 17  g
di cui zuccheri 4.3 g
Grassi 61 g
di cui saturi 4.5 g
Fibre alimentari 10 g

 

 

Non allarmatevi se subito nella prima riga avete visto ben 655 chilocalorie! È vero le che le nocciole ne contengono molte, ma questo vuol dire solo che dobbiamo limitarne l’assunzione giornaliera: 25/30 grammi al giorno (riducibile a 10/15 grammi se si segue una dieta dimagrante), rappresentano la giusta quantità assumibile per beneficiare di tutte le loro proprietà senza ingrassare.

A che cosa fanno bene le nocciole?

Come accennato, le nocciole hanno numerose sostanze nutritive importanti per la nostra salute, per questo sarebbe una buona abitudine inserirle regolarmente (in quantità limitata) nelle nostre ricette. In particolare, hanno effetti benefici per:

Apparato digerente: per l’alto contenuto di fibre, facilitano il transito intestinale ed aiutano ad eliminare le tossine.

Sistema nervoso: ricche di vitamina B6, sono fondamentali per la sintesi dei neurotrasmettitori del sistema nervoso, sempre bisognoso di amminoacidi per il buon funzionamento.

Articolazioni e ossa: grazie alla presenza di magnesio, sono utili per rafforzare ossa e articolazioni. Soprattutto per le donne in menopausa, è importante seguire una dieta ricca di magnesio, per contrastare l’insorgenza di osteoporosi.

Pelle: la presenza di vitamina E protegge la pelle dai raggi ultravioletti provenienti dal sole, dannosi per la salute e causa dell’invecchiamento precoce della pelle.

Muscoli: una buona quantità di magnesio è in grado di rafforzare i muscoli. Inoltre questo minerale ha la funzione di regolare la presenza di calcio, che, in giusta quantità garantisce il buon funzionamento del sistema muscolare.

Salute cardiovascolare: i grassi insaturi, di cui le nocciole sono ricche, hanno effetti benefici per il cuore. Inoltre la presenza di acido oleico tende ad innalzare i livelli del cosiddetto “colesterolo buono” o “colesterolo HDL”.

Finalmente…burro di nocciole!

Se state cercando un’alternativa al classico burro di origine animale e poco salutare, il burro di nocciole è un’ottimo e gustoso sostituto per le vostre ricette. Si tratta di un burro derivante dalla frutta secca, completamente vegetale e crudo, ricco di tutte le sostanze nutritive tipiche della nocciola (di cui abbiamo parlato nel paragrafo precedente). Può essere semplicemente spalmato sul pane a colazione, o utilizzato nella preparazione di dolci, in particolare è perfetto per cucinare i biscotti.

La nocciola risulta uno dei frutti più ricchi di vitamina E, per questo motivo, per mantenere tutte le proprietà nutrizionali presenti, è necessario lavorare le nocciole “a freddo”, in modo da non alterarne la composizione.

A differenza del comune burro da cucina, è un prodotto molto più salutare e:

adatto a vegetariani e vegani;

senza OGM;

senza glutine;

senza lattosio.

Prepariamo in casa il Burro di Nocciole

Se amate cucinare e volete provare a realizzare in casa questa golosa crema di nocciole, è possibile farlo con pochi ingredienti ed in modo molto semplice e veloce.

Occorrente: 400 grammi di nocciole (pesate già sgusciate), mezzo cucchiaio di olio extravergine oppure un cucchiaio di acqua (se il burro risulta fin troppo denso).

Preparazione: per ottenere una consistenza cremosa, è necessario per prima cosa togliere le pellicine dalle nocciole. Inserite le vostre nocciole all’interno di un frullatore (meglio se piccolo) o in un robot da cucina, dopodiché cominciate a frullare fino ad ottenere un composto simile alla farina. A questo punto, se continuerete a frullare, le nocciole cominceranno a prendere una consistenza cremosa; ciò avviene grazie al rilascio del loro olio naturale. Quando avrete ottenuto una crema “burrosa”, il vostro burro di nocciole è pronto!! Se la consistenza vi soddisfa potete non aggiungere altro e consumarlo già così con pane e marmellata, altrimenti se preferite una consistenza più liquida e spalmabile, potete aggiungere al burro ottenuto mezzo cucchiaio di olio extravergine o di acqua.

Se desiderate ottenere un burro di nocciole dolce, potete aggiungere un cucchiaio di zucchero di canna biologico, oppure del miele a piacimento. Si consiglia di conservarlo in frigorifero all’interno di un vasetto di vetro con chiusura ermetica.

Ideale come base per ricette vegane e può essere consumato anche dai celiaci per l’assenza di glutine.