Echinacea

L’Echinacea angustifolia è una pianta molto apprezzata per la prevenzione e la cura dei sintomi influenzali. La tintura madre ottenuta dalle radici vanta infatti proprietà antivirali, immunostimolanti e antinfiammatorie. Questa pianta è considerata una sorta di antibiotico naturale in quanto fortifica le difese dell’organismo e riduce la proliferazione di virus e batteri. Questo rimedio naturale può essere usato sia per uso interno che esterno. Se diluito in acqua si rivela utile per effettuare risciacqui contro il mal di gola.

Per difendersi efficacemente non solo dall’influenza ma anche da tosse, raffreddore e infezioni alle vie urinarie, basta assumere 25 gocce di questo estratto naturale appena svegli. L’echinacea può essere utilizzata anche sulla pelle per contrastare le infiammazioni, le dermatiti e per facilitare i processi di cicatrizzazione: in tal caso è sufficiente aggiungere qualche goccia di estratto all’interno delle proprie creme e pomate fatte in casa. L’uso di questo estratto è sconsigliato per le donne in gravidanza e allettamento, per i bambini di età inferiore a un anno e per i soggetti che affrontano terapie immunosoppressive.

Erisimo

L’erisimo, conosciuto anche come Sisymbrium Officinale, è una pianta molto efficace per contrastare i disturbi di natura respiratoria. Il suo uso è consigliato soprattutto in caso di influenza, raucedine e tosse in quanto agisce come antisettico e fluidificante del muco. La sua azione è particolarmente utile per la gola poiché aiuta a lenire le irritazioni, le infiammazioni e il dolore. Le terapeutiche virtù di questa pianta sono da secoli note agli oratori e ai teatranti: essi la utilizzavano infatti prima degli spettacoli per riacquisire la voce perduta.

L’estratto di erisimo non presenta particolari controindicazioni. È bene evitarlo in caso di allergia alle piante Cruciferae e in caso si seguano terapie farmacologiche per l’ipotiroidismo. La dose consigliata è di 30 gocce da diluire in acqua e da assumere tre volte al giorno. L’erisimo può essere assunto anche sotto forma di infuso.

Bacche di sambuco

La vitamina C contenuta nelle bacche di sambuco - insieme ad altri importanti nutrienti come flavonoidi, tannini, antocianine, polifenoli e vitamina A - aiuta a combattere le infiammazioni, la tosse e ad attenuare la febbre. Le sostanze contenute in queste bacche sono particolarmente utili per disattivare i virus influenzali. Il sambuco facilita anche l’eliminazione del catarro dalle vie respiratorie e favorisce la sudorazione.

Dal suo utilizzo si riscontrano anche benefici a livello intestinale, cutaneo e articolare. Il sambuco può essere consumato come infuso, succo, estratto ma anche come frutto al naturale. Clicca qui se vuoi conoscere gli altri usi di queste bacche e le loro controindicazioni.

Tè verde

Il tè verde possiede molte utili proprietà per l’organismo e tra queste vi è anche la capacità di ostacolare l’azione di virus, batteri e funghi. Il suo utilizzo si rivela particolarmente favorevole per il benessere della bocca in quanto incoraggia la risposta antinfiammatoria contrastando in questo modo i disturbi alle gengive. Il tè verde si dimostra essere un buon coadiuvante del sistema immunitario poiché rinforza le difese e aiuta il corpo a contrastare gli stati influenzali.

Essendo ricco di sostanze antiossidanti rallenta anche i processi di invecchiamento proteggendo la pelle e il sistema cardiocircolatorio. Un consumo regolare di tè verde aiuta anche a mantenere in salute l’apparato respiratorio e a prevenire l’insorgenza di patologie infiammatorie come ad esempio la polmonite.

Aglio

L’aglio, grazie alla presenza di sostanze note come alliina e allicina, esercita sul corpo un'importante funzione antibiotica. Questo straordinario alimento combatte infatti qualsiasi tipo di infezione che sia dovuta alla proliferazione di batteri, funghi e lieviti. Assumendo questo cibo è possibile riscontrare una significativa diminuzione dei sintomi tipici del raffreddore e dell’influenza oltre a una riduzione dei livelli di colesterolo nel sangue.

L’aglio fortifica le difese immunitarie ed è in grado di diminuire febbri, bronchiti, mal di gola e infiammazioni al cavo orale. Scopri tutto ciò che c’è da sapere su questo curativo condimento visitando il nostro speciale di approfondimento.