Germogli Alfa Alfa

A volte ci dimentichiamo di quanto nelle piccole cose si nascondino dei veri e propri tesori. Basti pensare ad un semplice seme, piccolissimo eppure con l’aiuto di calore, ossigeno e luce, inizia a produrre delle piccole escrescenze vegetali dette germogli.

I benefici di questi piccoli vegetali sono noti fin dal lontano 5000 a. C.; costituivano un elemento base della dieta di molte popolazioni, soprattutto asiatiche, che gli riconoscevano già allora diverse proprietà benefiche. Un esempio di germoglio molto diffuso è l’Alfa Alfa noto anche come erba medica (Medicago sativa L.).

Contenuto nutritivo

I germogli alfa alfa appartengono alla famiglia delle leguminose ed il loro aspetto ricorda dei piccoli trifogli. Tra le diverse tipologie di germogli, gli alfa-alfa rappresentano il prodotto con la maggiore percentuale di sostanze nutritive. Contengono infatti: clorofilla, proteine, sali minerali, beta-carotene, vitamine del gruppo B e le vitamine C, E, e K

Proprietà benefiche

Le vitamine di cui sono ricchi i germogli alfa alfa rinvigoriscono il sistema immunitario, contribuiscono a ridurre il rischio di malattie cardiache ed aiutano a prevenire l’osteoporosi. La presenza di saponine (o saponosidi) ,glicosidi terpenici di origine vegetale, favoriscono l’aumento del colesterolo buono (HDL) e tendono a diminuire la presenza di colesterolo cattivo (LDL). L’alto contenuto nutritivo fa si che i germogli vengano adoperati anche per il trattamento di reumatismi, ulcere e diabete.

Utilizzi in cucina

Il sapore gradevole e delicato dei germogli fa si che questi vengano utilizzati come ingrediente nella preparazione di minestre e sono eccellenti per decorare piatti e per dare consistenza alle insalate. Insomma può essere utilizzato in qualsiasi pietanza. Ricordatevi, però, che è buona norma lavare accuratamente i germogli sotto acqua corrente per 1-2 minuti e lasciare che si asciughino prima di consumarli.

Produzione

Ottenere i germogli è molto semplice ed è alla portata di tutti perché non è necessario possedere un terreno ma bisogna munirsi degli ingredienti più importanti: semi, acqua, aria e calore.

E’ possibile produrre i germogli in casa osservando alcune regole:

  • i semi devono essere intatti e tutti dello stesso colore
  • la quantità di semi da far germogliare tende a quadruplicarsi quindi se non siete dei gran consumatori di germogli non esagerate con le quantità
  • i semi devono essere immersi in un livello d’acqua sufficienti a ricoprirli abbondantemente
  • lasciare i semi in acqua dalla sera per prepararli alla fase di germinazione il mattino seguente

Una volta aver preparato i semi questi vanno introdotti in appositi contenitori detti germogliatori, ed il gioco è fatto. 

Scritto da Lo staff di Sorgente Natura