Cosa sono

I gemmoderivati sono preparati floriterapici da utilizzare per il benessere del corpo e per la risoluzione di vari disturbi di tipo fisico. Come il loro stesso nome suggerisce questi rimedi vengono formulati a partire da sostanze curative presenti in natura all’interno di boccioli di piante ed arbusti. Tra i concetti fondamentali che stanno alla base della gemmoterapia vi è infatti l’idea che la qualità terapeutica delle sostanze contenute nelle parti in crescita delle piante (ovvero nelle gemme) è di gran lunga superiore rispetto a quella presente nelle parti già complete come foglie, fiori e radici.

La creazione dei gemmoderivati dovrebbe avvenire a partire dalla raccolta di piante selvatiche oppure da piante coltivate secondo le norme dell’agricoltura biologica. Una volta che le gemme fresche sono state raccolte si procede, per circa una ventina di giorni, alla loro macerazione in una soluzione mista di alcol e glicerina; trascorso questo arco di tempo le gemme lasciate in ammollo vengono poi spremute e la linfa così ottenuta viene filtrata, talvolta vitalizzata, e infine imbottigliata. Ogni preparato, come vedremo tra poco, racchiude al suo interno diverse proprietà; si può dunque scegliere tra tantissimi tipi di gemmoderivati a seconda delle proprie specifiche esigenze.

 

Gemmoderivati per Bambini e Adulti 

A cosa servono

Mentre i fiori di Bach, i fiori australiani e le essenze californiane agiscono principalmente sul piano psichico ed emotivo dell’individuo, i gemmoderivati svolgono le loro azioni curative sul piano fisico. Esercitando primariamente una funzione purificatrice sugli organi emuntori hanno come fine principale quello di favorire l’espulsione delle tossine dal corpo e di supportare così un più ampio benessere di tutto l’organismo. Lo scopo principale dei gemmoderivati è in sostanza quello di promuovere una delicata depurazione del corpo. A seconda poi della specifica gemma in essi contenuta allargano il loro raggio di influenza anche su altri organi e tessuti del corpo.

Proponiamo qui di seguito un elenco parziale delle loro proprietà.

  • Anticellulite: gemmoderivato di castagno
  • Utili per stimolare la circolazione: gemmoderivati di sorgo, rosmarino, castanea vesca, ginkgo biloba
  • Indicati per allergie al polline e alla polvere: gemmoderivato di ribes nigrum e gemmoderivato di cedrus libani
  • Specifici per affezioni renali: gemmoderivato di crespino
  • Corroborante per bambini e adulti: gemmoderivato di prugnolo
  • Adatti contro calcoli e colesterolo in eccesso: gemmoderivato di acer campestris e gemmoderivato di fraxinus excelsior

Visita il catalogo completo dei gemmoderivati biologici per conoscere le altre loro funzioni.

 

Gemmoderivato Bio

Assunzione e controindicazioni

I gemmoderivati si assumono per via orale, diluendo all’interno di un bicchiere d’acqua dalle 4 alle 10 gocce di preparato per ogni 10 kg di peso corporeo. Nonostante possano essere assunti fino a tre volte al giorno e in diversi momenti della giornata, per godere appieno dei loro effetti si consiglia di usarli al mattino prima della colazione e alla sera prima di andare a dormire. Si tenga tuttavia presente che il dosaggio di questi rimedi potrebbe variare in base al singolo prodotto.

I gemmoderivati, in modo simile ai fiori di Bach, possono essere usati da chiunque indipendentemente dall’età e dalle condizione fisiche di salute. Possono essere impiegati quindi da adulti e da bambini ed essere altresì utilizzati in concomitanza sia con farmaci che con altri tipi di rimedi omeopatici. Al loro impiego non sono finora state associate né controindicazionieffetti indesiderati. Si suggerisce tuttavia di utilizzarli per circa 2-3 mesi e di interromperne l’assunzione per dieci giorni prima di riprendere la terapia.

Scritto da Lo staff di Sorgente Natura