Riconoscere la forfora: cause e sintomi

La forfora è un disturbo del cuoio capelluto spesso strettamente connesso alla dermatite seborroica. Oltre alla classica desquamazione delle pelle infatti, questo problema è talvolta accompagnato da prurito, arrossamenti e piccole ferite. La forfora può essere determinata da più fattori tra i quali la predisposizione genetica, un’eccessiva produzione di sebo, uno scorretto fluire del sangue e reazioni dovute a stress, allergie o carenze alimentari.

Una dieta ricca di vegetali e di acidi grassi polinsaturi (omega 3 e omega 6) è senza dubbio importante per la prevenzione di questo disturbo ma non è spesso sufficiente per risolverlo. Oltre che da alterazioni di natura fisiologica la forfora potrebbe essere provocata anche da cause ambientali - come il caldo e l’umidità - che aumentano la sudorazione cutanea: ecco perché durante il lavaggio e l’asciugatura dei capelli è preferibile utilizzare sia acqua che aria tiepida.

Erbe e rimedi naturali contro la forfora

Per ridurre in modo naturale l’attività delle ghiandole sebacee occorre utilizzare lozioni antiforfora composte da specifici estratti vegetali. Le piante più indicate per questo scopo sono la maca, l’elicriso, il timo e la bardana.

Altri oli essenziali utili per il trattamento di questo disturbo sono il tea tree oil, la lavanda, il rosmarino e l’olio di semi di lino. Efficaci contro la forfora sono infine anche l’ortica, l’aceto di mele, il bicarbonato e il limone. Gli ingredienti fin qui elencati possono essere variamente combinati tra loro e massaggiati per qualche minuto sulla testa prima dell’applicazione dello shampoo.

Gli integratori antiforfora più comuni sono quelli a base di olio di borraggine. Quest’olio infatti, applicabile anche direttamente sulla cute, aiuta a ristabilire la normale funzionalità ormonale contribuendo anche a ridurre ulteriori inestetismi quali acne, pelle grassa, rughe e punti neri.

I migliori shampoo antiforfora

Oltre agli estratti già descritti, i rimedi più consigliati per combattere la forfora sono gli shampoo a base di zinco piritone, selenio, zolfo, catrami minerali e vegetali e di sostanze antimicotiche e antiflogistiche. Questa condizione cutanea è infatti spesso associata anche alla presenza di funghi, lieviti e di infiammazioni.

La forfora è strettamente legata anche alla grassezza della pelle e all’oleosità dei capelli poiché alla base di tutti questi problemi vi è una sovrabbondante produzione sebacea. I più efficaci shampoo per capelli grassi contengono sostanze dalle proprietà fungicide, antinfiammatorie e antiseborroiche.

I principi attivi più comuni all’interno delle formulazioni di prodotti antiforfora sono il piroctone olamina, il glicole propilenico, i cortisonici topici e l’isotretinoina. In caso di forfora secca si consigliano invece prodotti a base di argilla, collagene e cheratolitici.

Altre sostanze purificanti e sebo-regolatrici presenti all’interno di molti shampoo contro la forfora sono il germe di grano, l’aloe vera e la salvia. Per prevenire questo disturbo, infine, potrebbe rivelarsi utile evitare l’uso di cosmetici occlusivi o irritanti come lacche, prodotti in gel e in schiuma e preferire invece l’uso di shampoo a pH acido.