Informazioni generali

Gli estrattori di succo e le centrifughe sono dei piccoli elettrodomestici che si utilizzano per preparare succhi di frutta e di verdura salutari, freschi e in poco tempo.

Grazie a numerosi studi che dimostrano la ricchezza di vitamine ed enzimi dei succhi che si ottengono, questi nuovi elettrodomestici si stanno posizionando in un numero sempre maggiore di cucine.

Consentono di consumare frutta e verdura in un “formato alternativo” sfruttandone comunque le proprietà.

Confronto tra Estrattori di succo e Centrifughe

La centrifuga e l'estrattore sono due prodotti che hanno in cumune la stessa finalità, ovvero realizzare succhi di frutta attraverso una spremitura, tuttavia essi presentano caratteristiche sia per quanto concerne le modalità che la qualità dei risultati prodotti:

  • Centrifuga: è costituita da un sistema metallico di lame piatte fissate alla base dell’apparecchio che ruotano ad alta velocità e da un sistema di raccolta di plastica, in cui si deposita il succo separatamente rispetto la polpa. La frutta e la verdura generalmente s’inserisce intera o dopo averla tagliata grossolanamente, anche senza sbucciarla, si accende l’elettrodomestico e sospingendo la frutta e la verdura in direzione del sistema di lame frutta e polpa vengono divise. In pochissimi minuti si ottiene quindi un succo pronto da consumare. Per una corretta manutenzione dell’elettrodomestico è necessario eseguire un’accurata pulitura dopo ogni utilizzo, ricordando che tutti i componenti sono da smontare, lavare e pulire con cura. Per quanto riguarda il prodotto finale ottenuto con la centrifugazione, ossia il succo, bisogna considerare che l’alta velocità a cui ruotano le lame generano calore e tendono ad inglobare aria, producendo ossidazione e alterando alcuni degli elementi nutritivi e alcuni enzimi presenti nella frutta.
  • Estrattore di succo: detto anche “slow juicer” è un elettrodomestico molto simile alla centrifuga per forma e dimensione, ma che consente di ottenere succhi e verdure macinandole con un movimento che somiglia a quello della masticazione. La frutta e la verdura devono essere tagliate e inserite nell’apposito tubo di alimentazione. Polpa e succo sono quindi divisi grazie ad un utensile di forma simile ad una spirale, in plastica, che ruota alla base del macchinario. Questa spirale, chiamata coclea, è generalmente all’interno di un filtro, per cui polpa e succo vengono espulse separatamente. L’estrattore lavora a velocità molto inferiori rispetto alla centrifuga, produce meno scarti, estrae quantità maggiori di succo, genera meno calore e altera quasi a zero le proprietà dei nutrienti dando prodotti finali ricchi di enzimi e vitamine. Anche per ciò che riguarda la pulizia quest’ultima risulta piuttosto pratica e veloce.

Schema comparativo

Prodotto Estrattori Centrifughe
     
Qualità succo Vitamine ed enzimi non alterati, prodotto ricco Vitamine ed enzimi lievemente alterati oppure ossidati
Pulizia e manutenzione Più facile Più difficile
Costo Maggiore Inferiore
Tempi di spremitura 10-15 minuti 2-3 minuti
Dimensione della frutta da inserire Frutta tagliata Frutta intera o affettata grossolanamente
Scarti Quasi nulli Una percentuale di succo rimane nella polpa