Informazioni botaniche e utilizzi

L’elicriso (Helichrysum italicum) è una pianta arbustiva molto diffusa in Europa allo stato selvatico. Ha un aspetto basso e cespuglioso con piccoli e graziosi fiorellini gialli. Questo arbusto, che cresce spontaneo nei suoli rocciosi delle zone costiere, è coltivabile sia in giardino che in vaso come pianta ornamentale e odorosa.

Trattandosi di una pianta officinale l’elicriso è destinato principalmente al campo dell’erboristica e della fitoterapia tuttavia può essere utilmente impiegato anche in cucina in qualità di erba aromatica. La coltivazione e la cura dell’elicriso sono abbastanza semplici: la pianta necessita di un’ottima esposizione al sole e di un clima temperato. È necessario proteggerla inoltre dalle temperature rigide e garantirle una buona, ma non eccessiva, idratazione.

La fragranza di elicriso è molto utilizzata anche per la produzione di aromi per ambienti, di profumi per il corpo e in ambito cosmetico per la creazione di prodotti per la cura dell’igiene e della bellezza. L’estratto di elicriso è infatti molto delicato sulla pelle ed è indicato anche - come si vedrà tra poco - per il trattamento e la risoluzione di condizioni cutanee particolari.

Le proprietà officinali per la pelle

I fiori ambrati dell’elicriso vantano eccezionali virtù terapeutiche per il benessere della pelle. Sono consigliati infatti per il trattamento di irritazioni e di infiammazioni cutanee e possono essere somministrati per uso topico sotto forma di tintura madre o di olio essenziale.

L’elicriso ha anche proprietà antibatteriche, lenitive e rinfrescanti. Questo prezioso rimedio naturale è in grado di contrastare herpes, eritemi solari, arrossamenti, pruriti e lievi ustioni.

Per godere di un’immediata sensazione di sollievo basta applicare qualche goccia di olio essenziale di elicriso direttamente sulla pelle massaggiandola per qualche istante. Quest’olio purifica, disinfetta, cicatrizza e calma i fastidiosi problemi della cute donandole altresì una piacevole fragranza balsamica. Svolge infine una funzione analgesica ed è per questo efficace anche sui dolori di natura reumatica.

La delicatezza e l’efficacia dell’oleolito di elicriso è tale da averlo reso un ingrediente immancabile in numerosi prodotti per la cura del corpo come creme, unguenti e bagnoschiuma. Si trova anche all’interno di shampoo per cuti delicate, irritabili e che tendono a desquamare. Gli shampoo all’elicriso sono indicati anche per contrastare la forfora e la grassezza del cuoio capelluto.

L’elicriso per il benessere del respiro

L’elicriso è noto anche per i fruttuosi benefici che apporta all’organismo. Questa pianta è utilizzata nello specifico per il trattamento di alcuni disturbi delle vie respiratorie come tosse, asma, bronchite e reazioni allergiche.

Le proprietà decongestionanti e antistaminiche dell’olio di elicriso aiutano a migliorare la qualità del respiro in caso di raffreddore e di infiammazioni alle mucose nasali. Come già si è detto può essere applicato sulla pelle ma può anche essere sprigionato negli ambienti di casa per ricreare un’atmosfera fresca e profumata.

I fiori essiccati di questa pianta sono utili per odorare gli armadi e per contrastare la comparsa dei tarli.

L’elicriso in cucina

In qualità di pianta aromatica l’elicriso si presta ad arricchire i piatti di gusto e profumo. È utilizzato soprattutto come condimento all’interno delle salse e di ricette salate.

Il sapore dell’elicriso, caratterizzato in parte da note di liquirizia e di curry, è ottimo per insaporire i risotti e i secondi piatti ma anche per preparare deliziose tisane.

I fiori dell’elicriso in infusione sono utili per smorzare la tosse, per favorire l’eliminazione del catarro dai bronchi e per stimolare la circolazione sanguigna.