Le proprietà e i benefici del cumino

Il cumino è una spezia mediterranea utilizzata sia cucina che in campo erboristico per via delle sue effettive proprietà officinali. In gastronomia è utilizzato soprattutto all’interno di piatti di origine indiana, mediorientale, messicana e africana. Il suo sapore è intenso, amarognolo, avvolgente con note leggermente piccanti.

Gli antichi semi di questa pianta godono di virtù antimicrobiche, digestive e carminative. Sono particolarmente utili per il benessere delle donne poiché sono antiossidanti, ricchi di ferro e aiutano per questo a regolare il ciclo mestruale e a contrastare i processi di invecchiamento cellulare.

Questa spezia vanta anche qualità emmenagoghe, depurative e antinfiammatorie. Il suo consumo rafforza le difese immunitarie, ottimizza l’assorbimento delle sostanze contenute negli alimenti e incoraggia la secrezione del latte materno.

Ai semi di cumino viene attribuita la capacità di contrastare l’alitosi, di favorire l’appetito e di stimolare i processi di guarigione del raffreddore: per quest’ultima finalità può rivelarsi utile assaporarlo sotto forma di infuso oppure aggiungere un pizzico di polvere di cumino al latte caldo. Le tisane al cumino sono oltretutto calmanti, aiutano a sgonfiare la pancia e a favorire un generale benessere gastrointestinale.

Un naturale integratore per l’intestino

Il cumino si rivela essere un alleato davvero prezioso per l’intestino in quanto aiuta a trovare sollievo dai dolori e a ridurre la presenza dell’aria al suo interno. Questa spezia è utile per attenuare alcuni fastidiosi disturbi quali meteorismo, gonfiore addominale e coliche.

Per incrementare il suo potere curativo si consiglia di utilizzare il cumino in combinazione ad altre erbe dalle similari proprietà come ad esempio il timo, il finocchio, l’anice e la menta. Il cumino migliora inoltre la digestione, placa la nausea e contribuisce ad affievolire gli spasmi della muscolatura intestinale.

Gli utilizzi cosmetici e curativi dell’olio di cumino

Dalla lavorazione dei semi di cumino viene estratto un interessantissimo olio essenziale da impiegare in cosmesi e per il trattamento di alcuni disturbi psicofisici. Se applicato sulla pelle quest’olio allevia le micosi, i dolori muscolari e articolari e aiuta ad impedire la comparsa della cellulite.

Sui capelli è particolarmente indicato l’olio di semi cumino nero conosciuto anche con il nome di nigella sativa. Esso ostacola la caduta dei capelli, nutre la chioma e migliora la microcircolazione. Massaggiato sul corpo contribuisce anche a rigenerare le pelli irritate e secche, a prevenire la comparsa delle rughe e a risolvere piccoli problemi cutanei come eritemi solari, eczemi e desquamazioni.

L’olio di cumino può essere impiegato anche per profumare gli ambienti di casa. Il suo aroma permette di ridurre lo stress, il nervosismo e l’ansia e di trovare conforto da emicrania, asma e bronchite.