Cos’è e come riconoscerlo

Il riso Ribe è una varietà di riso italiano dalla caratteristica forma oblunga. Si riconosce infatti per la tipica conformazione allungata e per l’aspetto lucido dei suoi chicchi. Il suo colore può essere bianco, ambrato o marrone a seconda della tipologia specifica del prodotto.

La varietà Ribe appartiene alla sottospecie dei risi Japonica, ovvero a quei grani sottili ma allo stesso tempo particolarmente resistenti in cottura. Il riso Ribe è infatti un cereale particolarmente adatto per la preparazione di antipasti, primi piatti e soprattutto risotti.

Come si cuoce e come si cucina

Il riso Ribe è un riso che assorbe in modo ottimale qualsiasi condimento e che al contempo difficilmente scuoce in cottura. Il tempo necessario per la cottura di questo riso va dai 15 ai 40 minuti a seconda della lavorazione a cui è stato sottoposto. Si può infatti acquistare bianco, semi-integrale e integrale e scegliere quindi il prodotto più adatto a ciascuna esigenza.

Il riso bianco ha una cottura breve ed è utilissimo per preparare piatti semplici e veloci mentre quello integrale necessità di tempi più lunghi ma conserva intatte tutte le qualità originarie del chicco. Il riso Ribe è molto amato da chi preferisce le cotture “al dente”: al gusto rimane infatti più robusto rispetto ad altre varietà e questo pare lo renda anche un prodotto più digeribile.

Secondo alcuni studi infatti, la cottura “al dente” porta con sé la necessità di masticare più a lungo, e una masticazione corretta e prolungata è fondamentale per facilitare l’intestino nei processi di scomposizione delle sostanze complesse.

Le tecniche di cottura più adatte per la preparazione di questo riso sono quella all’inglese, ovvero la bollitura in abbondante acqua salata, e quella a vapore. Non necessita di essere ammollato in acqua prima della cottura ed i grani rimangono sempre ben separati e compatti.

La varietà Ribe è ideale per preparare veloci insalate e sfiziosi risotti ma si presta bene anche per contorni, primi e secondi piatti. Può essere usato anche come ripieno oppure può essere frullato ed impiegato come farina nelle ricette di dolci.

Perché fa davvero bene?

Il riso è un cereale salutare e privo di glutine. Può essere consumato da celiaci ed anche ipertesi e costituisce una valida alternativa al consumo della pasta. Rispetto alla pasta contiene una minore quantità di grassi e calorie oltre che una minore percentuale di Sodio. Assorbe inoltre una grande quantità di acqua e questo lo rende un cibo dal maggiore potere saziante.

Se consumato integrale è ricchissimo di fibre e vitamine del gruppo B. Migliora il benessere dell’apparato intestinale e apporta all’organismo importanti minerali come Magnesio, Fosforo e Potassio.

Sei interessato a questo argomento? Approfondisci qui tutti i segreti del riso integrale per il benessere del tuo corpo: Riso Integrale - Proprietà, benefici, utilizzi.

Scritto da Lo staff di Sorgente Natura