Il tratto urinario: Cistiti e Infezioni

Il tratto urinario è composto dai reni, l'uretere (i condotti tra i reni e la vescica), la vescica e la uretra (la via di uscita finale). Sono questi gli organi che producono, conservano ed eliminano l'urina. Le infezioni al tratto urinario possono colpire tutti questi organi.

Le donne ne soffrono più dei maschi e dei bambini ma nessuno ne è immune. I sintomi comprendono minzioni dolorose e con bruciore, brevi ma frequenti e impellenti, con urina dal colore torbido, con presenza di sangue e con forte odore.

Spesso l'infezione è ricorrente ma le cure sono semplici ed efficaci se vengono iniziate immediatamente.

Le cause

Le infezioni al tratto urinario sono causate da batteri che entrano nell'organismo e circolano nel sangue e raggiungono gli organi urinari oppure da batteri che entrano attraverso l'uretra e poi salgono dal basso verso l'alto fino ad infettare il tratto urinario.

Le più comuni infezioni, l'uretrite (le infezioni nell'uretra) e le cistiti (infezioni nella vescica e nelle basse vie urinarie) sono spesso causate da batteri che entrano nell'organismo dall'uretra e poi infettano gli organi più in alto. Le donne sono più soggette a questi disturbi perché l'uretra femminile è più corta e più esposta di quella maschile e anche la distanza con la vescica è più breve. L'attività sessuale facilita l'introduzione dei batteri nella vescica attraverso l'uretra.

Suggerimenti dietetici

Se i sintomi sono dolore, irritazione e infiammazione si devono evitare alimenti che irritano ulteriormente la vescica. Cibi speziati, grassi, caffeina, zucchero e alcol devono essere evitati. Lo zucchero diminuisce la capacità dei globuli bianchi di combattere i batteri e l'alcol indebolisce il sistema immunitario. Da limitare anche il consumo di latticini, carni rosse e crostacei che aumentano l'acidità del sangue, un ambiente favorevole alla diffusione dell'infezione batterica.

Alimenti curativi

La miglior terapia è l'acqua. Minzioni frequenti favoriscono l'eliminazione dei batteri attraverso l'urina, si dovrebbero bere 10 bicchieri da 200ml al giorno a stomaco vuoto. Se possibile è bene diluire nell'acqua del succo di mirtillo rosso, un rimedio antichissimo per prevenire la formazione di calcoli renali e per combattere episodi ricorrenti di infezioni urinarie. Il mirtillo rosso impedisce al batterio e.coli di attaccarsi alle pareti della vescica.

Per quanto riguarda gli alimenti da favorire ci sono tutti quelli ricchi di vitamina A che ricostituisce un sistema immunitario debole e combatte le infezioni: alghe, spirulina, clorella, erba di grano e di orzo, carote, cavolo nero a foglia, patate dolci, spinaci, peperoncino e tutte le verdure e la frutta di colore giallo-arancione che sono ricche del precursore della vitamina A, il betacarotene, come carote, zucche, melone.

È fondamentale mangiare alimenti che contengono fermenti lattici vivi come il lactobacillus acidophilus, bifidus, bulgaricus anche conosciuti come probiotici perché favoriscono la produzione di colture di batteri amici dell'organismo che contrastano quelli dannosi presenti soprattutto nel caso di infezioni.

Lo yogurt è un classico alimento probiotico ma ne esistono di altri che sono adatti anche per coloro che sono intolleranti al latte: lo yogurt fatto con la frutta secca e i semi, il rejuvelac, i crauti, il miso e la salsa di soia e il tempeh. L'acidophilus può essere utilizzato sia a scopo curativo che preventivo.

L'aceto naturale di mela è stato usato fin dai tempi dei Greci e Romani per combattere le infezioni ed è stato spesso usato come rimedio contro lo scorbuto e come disinfettante per l'organismo. L'aceto è ricco di acido acetico e agisce come un potente purificante intestinale grazie ai suoi batteri amici dell'organismo e alla sua naturale acidità che aiuta a mantenere il livello fondamentale di acidità/alcalinità nell'organismo. L' aceto può essere utilizzato come rimedio semplicemente diluendo 1-2 cucchiai di aceto di mele biologiche, non filtrato, in un bicchiere di acqua a bere la mattina e la sera o durante la giornata a intervalli regolari. Il limone è ugualmente importante per mantenere questo equilibrio ma non contiene gli importantissimi batteri che combattono i germi e che proteggono le pareti dell'intestino.

Alimenti ricchi di zinco favoriscono la crescita di globuli bianchi ed eliminano i batteri. Alcuni alimenti tra i più ricchi sono il lievito di birra, lo zenzero, i semi di lino, i semi di girasole, l' erba di grano e di orzo, le noci brasiliane, il polline, le arachidi, l'avena, le mandorle, la spirulina, il grano saraceno, i piselli ed il tofu.

Sostanze nutritive e piante curative

L'utilizzo di integratori e di alcune piante può inibire la crescita di batteri che provocano infezioni urinarie e possono alleviare i sintomi quando l'infezione è già in corso. Il mantenimento di un ambiente acido consono per l'organismo è la prima condizione per attuare delle cure o delle misure preventive. L'aumento di alimenti acidi e di liquidi come il succo di mirtillo rosso, la vitamina C, il succo di limone e l'iperico bloccano i batteri dannosi ed impediscono che si attacchino alle pareti della vescica. Questi alimenti acidi non devono essere confusi con gli alimenti che creano acidità nel sangue e promuovono la crescita dei batteri nemici dell'organismo.

La vitamina C ha un ruolo fondamentale nella lotta contro le infezioni del tratto urinario. Non solo stimola la produzione di interferone nel sistema immunitario ma rende anche molto acide le urine. Gli urologi consigliano dosi di almeno 1500 mg al giorno in caso di infezione.

Altre piante che combattono i batteri dannosi sono: l'uva ursina che contiene l'arbutina, trasformata poi nel battericida idroquinone; l'iperico, il prezzemolo e le bacche di ginepro stimolano le minzioni offrendo all'organismo l'opportunità di eliminare batteri.

Un altro rimedio è bere succo di ananas perché acidifica leggermente le urine e il suo enzima, il bromelaino, aiuta la digestione delle proteine ed è molto efficace contro le infiammazioni e il dolore. L'idraste è un ottimo lenitivo per le mucose infiammate delle membrane del tratto urinario.

Alimenti, sostanze nutritive e piante curative

Alimenti: acqua (2 litri al giorno), ostriche, lievito di birra, spirulina, alghe, clorella, erba di grano e di orzo, succo di carota, cavolo verde e nero a foglia, patate dolci, spinaci, peperoncino, polline, semi di girasole, semi di lino, yogurt, rejuvelac, crauti, succo di mirtillo rosso, succo di ananas, aceto di sidro di mela, tofu, germe di grano, succo di limone.

Sostanze nutritive: vitamina C, A, bromelaino, zinco.

Piante: idraste, uva ursina, bacche di ginepro, prezzemolo, zenzero.

Rimedi per la cura del tratto urinario

Succo antibatterico

E la combinazione più efficace per combattere le infezioni del tratto urinario ma l'efficacia della cura è legata alla quantità di liquido che si riesce a bere.

L'ananas si spreme facilmente ed ha un gusto delizioso. 11 mirtillo rosso conviene consumarlo già pronto. Basta mescolare i due ingredienti con la vitamina C (o prendere delle pastiglie durante la giornata) e bere questo cocktail leggermente acido e per questo estremamente efficace.

Ingredienti:

  • 150ml di succo di mirtillo rosso;
  • 150 mi di succo di ananas Vz cucchiaino di cristalli di vitamina C.

Un tè al limone speziato

Il limone è l'agrume con l'azione disintossicante più potente. E' in grado di eliminare alcuni batteri intestinali e contiene un olio volatile, il limonene, che viene utilizzato contro i calcoli renali e della cistifellea. Il peperoncino è la seconda fonte di provitamina A, fondamentale contro le infezioni, da aggiungere al té al limone.

Ingredienti:

  • 1 tazza di acqua calda;
  • 1 limone, spremuto;
  • 1 pizzico di peperoncino.

Scritto da Lo staff di Sorgente Natura